L’Agostiniana beffata al 94′ da una zampata vincente dell’ex Calì che fa vincere il Linguaglossa.

Al 94’ il gol dell’ex Calì  condanna alla sconfitta l’Agostiniana sul campo della vicecapolista Linguaglossa nella gara valevole per la seconda giornata di ritorno del c ampionato di Seconda Categoria.
Nonostante la sconfitta ,arrivata all’ultimo giro di orologio del recupero, l’Agostiniana gioca e fa divertire il pubblico locale. Partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre che non si sono risparmiati colpi dando così vita ad una partita sempre in equilibrio e ricca di emozioni.
La gara: Partono forti i locali che al 3’ passano con Calì lesto a sfruttare una disattenzione della difesa forzese che messa la palla al centro comincia a macinare gioco arrivando più volte vicino al pareggio con Camelia, Mangiò e Padiglione. Il Linguaglossa va in difficoltà, al 20’ capitola sul calcio d’angolo battuto da Trimarchi, Peppe Muscolino è il più lesto ad arrivare sul pallone è metterla in rete da due passi.
L’Agostiniana non molla e continua a macinare gioco sfiorando il vantaggio con Trimarchi che tira fuori di poco e collezionando calci d’angolo, ma in uno di questi subisce la ripartenza dei locali che però riescono solo a guadagnare una punizione laterale. Da questa punizione nasce il secondo gol con Bonaventura lesto a ribadire in gol una corta respinta di Carrolo, il quale aveva fatto un miracolo sulla deviazione di Leonardi. Finisce il primo tempo con il Linguaglossa in vantaggio per 2-1.
Inizia il secondo tempo, i ragazzi di mister Rigano cominciano a pressare la squadra etnea che va in difficoltà, gia al 50’ Camelia penetra da destra tira in diagonale e colpisce il palo, sulla ribattuta Mangiò scarta un giocatore tira a botta sicura ma Leonardi salva sulla linea a portiere battuto. Continua il forcing degli ospiti che portano ad una punizione dal limite, sulla stessa si presenta Lo Conti che con un tiro astuto ristabilisce la parità.
La partita resta sempre viva ed emozionante, a questo punto il Linguaglossa comincia a buttarsi in avanti a capofitto ottenendo una serie di calci d’angolo senza mai però chiamare in causa in maniera importante l’estremo forzese Carrolo, di contro l’Agostiniana gioca di rimessa,  in più di una occasione sciupa per passare in vantaggio. Mangiò,  Enzo Trimarchi, Zouhir, hanno le migliori occasioni ma non hanno la lucidità per battere Adornetto che così salva la sua squadra.
I locali cercano la vittoria ma si innervosiscono un pò, a pagarne le spese è Mangiò che subisce un duro colpo da dietro che lo porta ad essere sostituito ma senza che l’arbitro prenda alcun provvedimento in merito. L’arbitro da 5’ minuti di recupero, quando sembra finita Calì, in sospetta posizione di fuori gioco (fermo sulla linea di porta) ribadisce in gol un tiro di Patane’, è il 94’.
Il tempo di mettere la palla a centrocampo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Per gli amanti delle statistiche il gol-partita messo a segno dal bomber giardinese Marco Calì è il 198 della carriera per Re Leone ad un passo dalla quota 200 reti.
Ottima gara giocata dall’Agostiniana che se avesse giocato sempre così forse oggi sarebbe stata nelle zone alte della classifica.
Linguaglossa – Agostiniana  3 – 2

Marcatori : 3’ Calì, 20’ Muscolino, 38’ Bonaventura, 55’ Lo Conti, 94’ Calì
Linguaglossa: Adornetto , Stagnitta (29’ Lo Presti G.) ,Lo Presti S.( 25’ Ruffino), Leonardi, Cantarella, Cerra (19’ Musumeci),Patane’, Bonaventura, Fucile, Calì, Stagnitta. All:. Vincenzo Torre
Agostiniana : Carrolo, Muscolino, Maimone, Stracuzzi, Lo Giudice, Lo Conti, Camelia (15’ Zouhir), Moschella, Mangiò (45’ Diouf), Padiglione (25’Caminiti), Trimarchi V. All: Carmelo Rigano
Arbitro : Alfio La Vaccara