La Jonica cala un secco poker al Città di Messina con un super Maggioloti.

La Jonica FC  cala un secco poker al Città di Messina nella decima giornata del campionato di Promozione – Girone B – è  si conferma nei quartieri alti della classifica in piena lotta play-off con i suoi 36 punti.

Arriva il quinto risultato utile consecutivo (quattro vittorie e un pareggio) per i ragazzi di mister Mimmo Moschella che mettono subito in tasca la vittoria grazie alla doppietta del sempre presente Francesco Maggioloti: al  4’ finalizza uno schema di punizione e al 34’ sigla il 3-0 di testa. Il raddoppio è opera dell’attaccante Amante al 18’ che sotto porta non perdona Maisano.

Il Città di Messina, stordito a freddo da Maggioloti e Amante non è riuscito ad entrare in partita subendo il gioco della squadra di casa che  forte del vantaggio gioca in scioltezza, va in rete ancora al 90’ con il ritrovato Eugenio Lu Vito da diverse settimane a secco.
Pre-gara: Il Città di Messina si presenta al Comunale di Bucalo privo di diversi infortunati, ma con il rientrante Fragapane. I padroni di casa si presentano con il giovane Gugliotta in porta, con Manuli-Lombardo-Sanfilippo sulla linea difensiva, mentre in fase offensiva mister Moschella si affida al duo Maggioloti-Amante.

Primo Tempo: Nemmeno il tempo di prendere le misure, ecco che arriva il vantaggio dei padroni di casa: il gol arriva sugli sviluppi di un perfetto schema su calcio di punizione assegnato al limite dell’area di rigore dall’arbitro siracusano Orlandi, con finalizzatore finale il giovane santateresino Francesco Maggioloti che fa subito esultare i tifosi locali.
La reazione del Città di Messina è piuttosto sterile, sono ancora i locali ad esultare al 18’:  il bomber Peppe Amante (nellafoto) vecchio marpione dell’area di rigore sfrutta a dovere un rimpallo favorevole per mettere alle spalle di Maisano.

Gara in discesa per la Jonica che dopo 18’ è avanti di due gol, il Città di Messina con orgoglio cerca di rientrare in partita, occasione non sfruttata alla mezz’ora  da Galletta che ruba palla a Lombardo ma conclude fuori dallo specchio della porta difesa dall’attento Gugliotta.

La Jonica controlla la reazione degli ospiti, si fa viva in area avversaria con delle ripartenze  come al 32’ quando  Maggioloti che conclude di poco fuori. E’ lo stesso fantasista di casa a portare la Jonica sul 3-0  con un perfetto colpo di testa su punizione di Loria.

Secondo Tempo: La ripresa è lo stesso copione della prima frazione di gara, protagonisti sempre Maggioloti che al 50’ sfiora il palo e al 55’ colpo da biliardo di Maggioloti per Amante che si divora il 4-0.
Così non va, ecco che mister Basile cerca cambiare registro al gioco della sua squadra, inserendo prima Augliera, poi Ballarò e l’esperto Gigi D’Alessandro, ex Limina, ma la sostanza non cambia anche se al 70’ i giallorossi peloritani reclamano un presunto calcio di rigore per fallo di mano di Manuli, non è dello stesso avviso  il direttore di gara.

Prima del triplice fischio finale arriva il tanto atteso gol dell’attaccante di casa Eugenio Lu Vito che finalizza una ripartenza della squadra.
Archiviata la gara con il Città di Messina, nel prossimo turno vede la Jonica giocare sul campo    mentre il Città di Messina ospiterà i cugini del Camaro.

Jonica – Città di Messina 4-0

Marcatori: 4′, 34′ Maggioloti, 18′ Amante, 90′ Lu Vito
Jonica: Gugliotta, Manuli, Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo (60′ Garufi), Loria, Cambria, Maggioloti (85′ Settimo), Amante (64′ Lu Vito), Monaco. Allenatore: Domenico Moschella
Città di Messina: Maisano, Mancuso, Fragapane, G.Arena, Tiano, Scarfì, Ginagò (77′ D’Alessandro), A. Arena, Galletta, Ballarò (64′ Di Stefano), Libro (53′ Augliera). Allenatore: Nello Basile
Arbitro:  Emanuele Orlandi della sezione di Siracusa. Assistenti: Salvatore Debole e Antonio Enrico Ferlito, entrambi della sezione di Catania
Ammoniti: Smiroldo, Maggioloti, Herasimenko, Sanfilippo (J), A. Arena, Ballarò (CdM)
Recupero: 1′pt, 3′ st.