Cade l’Akron Savoca in casa dell’Alias. Ruggeri e Merlino fanno sorridere il Savio e la Robur. Agostiniana vince il derby.

La settima giornata di ritorno del campionato di Serie D di Calcio  ha riservato  importanti verdetti, quando mancano quattro giornate alla conclusione. La capolista Akron Savoca, nonostante la prima sconfitta stagionale sull’ostico campo dell’Alias, è ad un passo dalla promozione in Serie C/2.
Un vantaggio di nove punti sulle immediate inseguitrici mettono la compagine di mister Arturo Carciotto  in dirittura d’arrivo, il biglietto d’ingresso al campionato di Serie C/2 potrebbe già arrivare nel prossimo turno: in caso di vittoria dell’Akron nella gara casalinga con la Parrocchia e la contemporanea sconfitta dell’Alias sul campo della Multiproject,  i savocesi potrebbero stappare meritatemente lo Champagne.
Per quanto riguarda l’ultimo turno, si apre con l’anticipo di Venerdi’, in quel di Alì di fronte l’Alias e l’imbattuta capolista Akron Savoca. Gara spettacolare e ben giocata da entrambe le formazioni che ha visto alla fine il trionfo della squadra di casa che infligge la prima sconfitta stagionale alla corrazzata Akron che si deve arrendere per 5-1. Passeggia facile la Parrocchia S. Alessio contro il volenteroso Città di Roccalumera (13-0), non si fa sorprendere l’Agostiniana nella sfida casalinga con il S. Alessio che esce a testa alta dal green di Savoca.
Risultato altalenante  nel finale i ragazzi di mister Giovanni Alidò fanno sua l’intera posta in palio.   Altra importante vittoria della giornata arriva dal capoluogo messinese, ovvero la vittoria del S. Domenico Savio, di un scatenato Ruggeri (sette sigilli) ai danni del Mongiuffi alla sua seconda sconfitta consecutiva.
Chiude la settima giornata la gara tra la Robur e la Multiproject, alla fine ha esultato la compagine dell’allenatore Maurizio Lo Turco, grazie ad uno scatenato Merlino che mette a segno una cinquina ai danni del lanciato Multiproject (21 punti)  che perde l’occasione di agganciare in quinta posizione la coppia Mongiuffi-Pgs Aliese (24 punti).
L’Alias al settimo cielo……battuta la capolista Akron Savoca: va alla compagine aliese lo scontro diretto tra la prima della classe e la seconda forza quell’Alias che infligge la prima sconfitta all’Akron, i savocesi non perdevano in campionato dal lontano 10 gennaio 2015  4-2 sul campo del Nike Giardini, ultima giornata di andata dello scorso campionato. Poi una striscia di imbattibilità di 26 giornate (23 vittorie e due pareggi, con oltre 200 reti segnati), una sconfitta che è arrivata in casa di un’Alias  che su  9 partite davanti al pubblico amico ha vinto per ben sette volte su nove gare, un  pareggio e una sola sconfitta con  67 gol fatti e 25 subite. Con questi numeri si è potuto assistere ad una grande partita tra due formazioni ben attrezzate che hanno giocato un calcio di categoria superiore, alla fine hanno vinto i padroni di casa, grazie al gol di Bonarrigo al 18’ rompe l’equilibrio su calcio di punizione. Il raddoppio arriva subito dopo, Triolo che finalizza un ripartenza che lascia di sasso la retroguardia savocse.
L’Akron sotto di due reti, ha dimostrato di essere una grande squadra, ad inizio ripresa accorcia le distanze con una splendida azione (tutta di prima) conclusa a rete da Messina. La gara diventa intensa, l’Akron sembrava sul punto di riacciuffare il pareggio, invece, una prodezza di Vera porta il risultato sul 3-1. L’Akron subisce il 4-1 di Triolo su contropiede, poi mister Carciotto inserisce il quinto uomo di movimento mettendo in difficoltà l’Alias, il gol non arriva, anzi sono i padroni di casa  con Roma abile ad intercettare un fraseggio che lo porta al tiro che si insacca nella porta sguarnita. Si conclude 5-1 una gara spettacolare, non solo dal punto di vista del gioco e risultato, ma nel segno della sportività.
La Parrocchia S. Alessio fa tredici ……..con il Città di Roccalumera: Gara senza storia tra la Parrocchia   e il fanalino di coda del Città di Roccalumera che nonostante il pesante passivo esce a testa alta dal confronto con i più quotati avversari che hanno avuto nel capocannoniere del torneo Ninnì Mazzeo l’assoluto protagonista (ben sei gol realizzati). Apre le marcature Lo Cascio, il raddoppio arriva con Bondì, poi si scatena Mazzeo. Nella ripresa arrivano i gol di Lombardo, Cuccuzzella (doppietta per lui), la lieta sorpresa il sempre verte bomber Cristian Fiumara che ha timbrato la sua presenza in campoi (crampi permettendo) con una doppietta. Conclude la sagra ancora Mazzeo. Per un punteggio finale di 13-0 per i padroni di casa che la prossima giornata saranno chiamati alla prova del nove , sul campo della capolista Akron Savoca.
Uno scatenato Carmelo Ruggeri  ridimensiona l’ambizione del Mongiuffi che si deve arrendere al S. Domenico Savio: Il Mongiuffi di mister Mario Curcuruto dopo le brillanti vittorie nelle ultime due gare con la Parrocchia e Agostiniana, cade sull’ostico campo del S. Domenico Savio, squadra compatta, ben organizzata che oggi ha trovato in Ruggeri l’arma in più per conquistare un risultato di prestigioso.  L’attaccante di casa va in rete per ben sette volte, mentre l’ottavo sigillo viene messo da Faraone.
Il Mongiuffi replica alle reti di Ruggeri con le doppiette di Vincenzo Chiavetta e Gianpaolo Lo Conti ed un gol di Mazzullo. Risultato finale 8-5 per il S. Domenico. Sconfitta pesante per gli ospiti che vedono allontanarsi il quarto posto, lontano adesso di ben sette lunghezze (Agostiniana 31 punti),  rimangono in quinta posizione (24) insieme alla Pgs Aliese per la conquista dell’ultimo posto valido per i play-off.
L’Agostiniana fa suo il derby con il S. Alessio……..nel finale di gara: Vittoria importante per il cammino della squadra di mister Giovanni Alidò, in piena corsa play-off, contro un S. Alessio caparbio che ha tenuto testa fino al 4-4, sfiorando il vantaggio, poi è venuta fuori la maggior determinazione dell’Agostiniana nel cercare la vittoria che vale tanto ai fini della classifica: quarto posto blindato (+ sette dalle due inseguitrice Pgs Aliese e Mongiuffi), a soli 3 punti dalla coppia Parrocchia-Alias. Tra Agostiniana e S. Alessio ci sono stati tutti gli ingredienti di un derby:  gioco corale dei padroni di casa che vanno in gol per ben due volte con Saglimbeni e Luca Santoro, completano il tabellino Dario Cicala e Massimo Santoro. Sul fronte alessese, doppietta di Alessandro Zanino, Nipo e Nunzio Brancato un gol a testa. All’asciutto Sergio Casablanca, oggi in versione assist-man e Nino Costa che sul punteggio di 1-1 fallisce la rete del sorpasso.
La Multiproject cade con la Robur…….fallisce l’aggancio al quinto posto: Giocare con la Robur, una squadra giovane, bisogna essere determinati se si vuole ottenere il massimo risultato. La squadra di mister Maurizio Lo Turco è maturata parecchio, poi quando in squadra si ha in giornata di grazia un certo Mirko Merlino (cinquina per lui) non c’è niente da fare. Sono gli ospiti a sbloccare il risultato con il veterano Roberto Nicotra. I locali non demordono con uno-due di Merlino ribaltano il risultato. Ci pensa sempre il sempre verde Roberto Nicotra a siglare il momentaneo 2-2.
Nel finale di primo tempo arrivano i gol di Cannavò (3-2) e Melino (4-2) punteggio che pone fine alla prima frazione. Nella ripresa, la Robur pecca di concentrazione che viene pagata cara, prima è Diacono e poi Tamà che riporta la Multiproject sul 4-4. La Robur si sveglia con il solito Merlino che riporta in vantaggio i locali, ancora Diacono sigla il 5-5. Gara intensa con rovesciamenti di fronte, ecco che arriva il 6-5 ad opera di Cannavò, il vantaggio dura poco grazie a Tomasello che porta sul 6-6 la partita.
Nei minuti finale arrivano i due gol di Cannavò e Merlino che fanno volare al successo la Robur alla sua quarta vittoria casalinga, la Multiproject dopo una striscia di quattro risultati positivi ritorna a casa a mani vuote.