Un gol di Ciancio nella ripresa fa sprofondare la Robur in zona retrocessione.

La Robur cade in casa: un colpo di testa al 60’ di Ciancio fa sprofondare i padroni di casa nel baratro, a quattro giornate dalla fine la salvezza passa attraverso la lotteria dei play-out. La Robur contro l’Atletico Francavilla era chiamata ad un pronto riscatto, dopo la bruciante sconfitta della settimana scorsa (5-0) subito sul campo della capolista Calatabiano.
Invece, una prova incolore, troppi errori in fase conclusiva in una gara dove i ragazzi di mister Merlino erano chiamati alla vittoria, invece, hanno sbagliato l’approccio alla gara, solo dopo aver subito il gol c’è stata una reazione, non è stato sufficiente l’ingresso del giovane Filippo Saglimbeni, la sua vivacità non ha portato al pareggio, proprio nel finale Mirko Pagliaro manda fuori dallo specchio della porta.
Gli ospiti sbloccano il risultato sugli sviluppi di un calcio d’angolo con la sfera che arriva a Ciancio che salta più in alto di tutti ed insacca alle spalle del portiere roburino.  Prima di subire il gol, i ragazzi di Merlino hanno cercato la via della rete con Sterrantino nel primo tempo, poi con Iervolino e Chiareri nella ripresa.
Adesso il cammino per la Robur si fa difficile, nelle quattro gare rimaste al termine del torneo, sol una volta giocherà al Mario Lo Turco, nella penultima giornata nel derby con il Giardini Naxos impegnato nella conquista della seconda posizione. Poi tre trasferte, ad iniziare da domenica prossima sul campo del Real Adrano , dopo la sosta di Pasqua, sul campo del Città di Acicatena, squadre in lotta per il quinto posto (utile per centrare i  play-off), poi la gara casalinga (9 aprile) con il Giardini, poi l’ultima in casa del salvo Russo Calcio.