1^ cat. – 5 anni di squalifica per Mavica (Randazzo). Due giornate Prestipino (S. Alessio). Stop per Ardizzone, Riccina e Bonanno (Giardini).

Mano pesante del Giudice Sportivo per Paolo Mavica (Randazzo), squalificato fino al 3 Aprile 2021 “Per avere colpito l’arbitro con una testata al petto provocando forte dolore alla zona costale con necessità di ricorrere a cure mediche.  La sanzione comminata, ai sensi dell’art 16, comma 4 bis, del C.G.S. sarà considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative poste a carico delle Società dilettantistiche e di Settore Giovanile, deliberate dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare le condotte violente nei confronti degli ufficiali di gara.
Per quanto riguarda le altre squalifiche: Daniele Longo (Sporting Club Messina) squalificato per quattro giornate: “Per contegno minaccioso nei confronti dell’arbitro; nonchè gravemente irriguardoso nei confronti dello stesso, a fine gara”.
Tre giornate per Angelo Siracusa (Furnari) “Per atto di violenza nei confronti di un avversario, reiterato dopo l’espulsione”.
Due turni per Alfio Finacchiaro (Città di Acicatena) “Per atto di violenza nei confronti di un avversario; nonchè per contegno minaccioso nei confronti dello stesso. (Rapporto C.C”.
Un turno a Emilio Iervolino (Robur) “Per avere strattonato e spintonato un calciatore avversario, in reazione. (Rapporto C.C.)”.
Squalifica Dirigenti:
Giuseppe Pillera (Randazzo), squalificato fino al 3 Aprile 2021 “Per grave contegno irriguardoso e minaccioso nei confronti dell’arbitro; nonchè, a fine gara, per averlo bloccato e trattenuto consentendo ad un proprio calciatore di colpirlo con una testata al petto che provocava forte dolore; e, ancora, per averlo strattonato provocandone la caduta a terra sbattendo la testa e causando dolore alla zona cervicale ed a quella lombo-sacrale, con necessità di ricorrere a cure presso un Presidio ospedaliero dove veniva refertato con una prognosi di giorni otto s.c; Si dispone, altresì, a carico dello stesso, la preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC ai sensi dell’art. 19, comma 3, del C.G.S.  La sanzione comminata, ai sensi dell’art 16, comma 4 bis, del C.G.S. sarà considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative poste a carico delle Società dilettantistiche e di Settore Giovanile, deliberate dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare le condotte violente nei confronti degli ufficiali di gara”.
Multe alle Società:
200,00 Euro – Calatabiano e Randazzo “Per lancio di fumogeni, da parte di propri sostenitori; nonchè per avere, i suddetti, dato luogo a manifestazioni di intemperanza nei confronti di sostenitori avversari”.
100,00 Euro – S. Biagio “Per avere inserito in distinta, quale dirigente, persona non avente titolo, in quanto non risultante nell’organigramma della Società, che assumeva contegno offensivo nei confronti dell’arbitro; nonchè per manifestazione di intemperanza, da parte dei propri sostenitori, nei confronti dell’arbitro, del C.C. e di Organi Federali, a fine gara”.
60,00 Euro – S. Basilio “Per manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti dell’arbitro”.
Squalifica Allenatori:
Fermato fino al 10 Aprile 2016 – Sebastiano Basile “Città di Villafranca) e Leonardo Barbagallo (Russo Calcio)  “Per proteste nei confronti dell’arbitro”.
Giocatori Squalificati:
Quattro Giornate: Longo (Sporting Club Messina), Giuseppe Caggegi (Randazzo).
Tre Giornate: Siracusa (Furnari), Grasso (Calatabiano)
Due Giornate: Prestipino (S. Alessio), La Spada (Real Rometta), Finocchiaro (Città di Acicatena).
Una Giornata: Ardizzone, Riccina e Bonanno (Giardini Naxos), Scotto (Sporting Club Messina), Iervolino (Robur), Fascetto (Aci S. Filippo), Merito e Salanitri (Bronte), Salamone (San Biagio), D’Agnese (Treesse Brolo).
Una giornata di squalifica per recidiva in ammonizione:
Siracusa e Puliafico (Furnari), Di Marco e Tuttobene (Pompei),  Boemi  (Real Rometta)