Incredibile S. Alessio: sotto di due gol, in nove al 90′ acciuffa il pari con Maimone. Crollo nei supplementari: 6-2 per l’Aci S. Filippo.

Ad un minuto dalla fine dei tempi regolamentari, il S. Alessio è sotto di un gol  con l’Aci S. Filippo nella gara play-out, risultato che condanna i padroni di casa ad un ulteriore spareggio-salvezza. Invece, il giovane Francesco Maimone brucia in velocità la retroguardia catanese, dalla sinistra si accentra fa partire un perfetto diagonale che fa esultare il Comunale alessese, gol che rimanda le due squadre ai tempi supplementari.
Con una grande prova di carattere, tanto cuore messo i campo dai ragazzi di mister Peppe Mancuso, costretto a giocare in nove uomini gran parte della ripresa: al 60’ viene espulso Agatino Pistone (appena entrato al posto di Palella), poi tocca al bomber Marcantonio Prestipino all’80’ già ammonito nel primo tempo lasciare il terreno di gioco. Il S. Alessio chiude la prima frazione di gara sotto di due reti: apre le marcature al 5’ Sinitò, il raddoppio arriva prima dell’intervallo con F. Di Mauro. Brutto colpo per gli alessesi, forte di due risultati in proprio favore (vittoria e pareggio), soccombe sul terreno amico.
Al rientro in campo mister Mancuso presenta il giovane Francesco Maimone al posto di D’Amico, il S. Alessio prova ad accorciare le distanza ci riesce al 55’ quando il direttore di gara concede un calcio di rigore: dagli undici metri non fallisce Cosimo Cicala. Adesso il S. Alessio ci crede, ma il cammino si fa ancora più difficile, il neo entrato Agatino Pistone viene espulso dal direttore di gara, adesso il S. Alessio in inferiorità numerica cerca di riacciuffare il pareggio. La zampata vincente non arriva, ma arriva un’altra mazzata l’espulsione di Prestipino per proteste.
E’ notte fonda per i padroni di casa, invece, la determinazione è la voglia di crederci porta, nonostante in nove, al pareggio del giovane Francesco Maimone.
Si va ai tempi supplementari: basta al S. Alessio controllare gli avversari per difendere il 2-2 che valeva la permanenza diretta in Prima Categoria. Invece, dopo due minuti dal fischio del primo tempo supplementare arriva l’episodio che apre la via del successo all’Aci S. Filippo:  un pallone che poteva essere controllato in maniera diversa, porta all’ingenuità dell’esperto difensore Nino Maimone a commettere fallo sull’attaccante ospite, per l’arbitro non ci sono dubbi: dal dischetto il numero cinque in maglia rossonera Fascetto non sbaglia.
Sotto per 3-2 con due uomini in meno, il S. Alessio tenta il tutto per tutto si rovescia in area avversaria, ma commette l’errore di scoprirsi, ecco che arriva con un micidiale contropiede il 4-2 di Di Mauro che taglia le gambe ai ragazzi di mister Mancuso che vanno ancora sotto con Sinitò che chiude il primo tempo supplementare sul 5-2.  Il S. Alessio soccombe ancora con Sinitò per il 6-2, pesante risultato, impensabile al termine dei 90’ regolamentari.
Arriva il triplice fischio finale che sancisce la salvezza diretta per l’Aci S. Filippo, rimanda il S. Alessio allo spareggio con il Cara Mineo (gruppo F) sconfitto in casa 4-0 dal Palazzolo. Nell’ultima chiamata per la salvezza  il S. Alessio sarà privo di due pedine fondamentali: Agatino Pistone e Prestipino (espulsi).
S. Alessio  – Aci S. Filippo 2-2 (d.t.s.) 2- 6

Marcatori: 5’ Sinitò, 43’ F. Di Mauro, 55’ Cicala su rig., 89’ F. Maimone, 93’ Fascetto su rig., 99’ C. Di Mauro, 105 e 108’ Sinitò.
S. Alessio: Minissale, Biella (70’ Scarci), Palella (55’ A. Pistone), Sturiale, A. Maimone, Zanino, T. Maimone, D’Amico ( 46’ F. Maimone), Garufi, Prestipino, Cicala. All: Mancuso.
Aci S. Filippo: M. Di Mauro, La Rocca, Caldarera, Muzzetta, Fascetto, Trovato (80’ Vasta), Sinitò, Allegra, Costanzo, C. Di Mauro, F. Di Mauro (85’ Castello). All: Scavo.
Arbitro: Carmelo Papaserio di Catania.
Espulsi: 60’ A. Pistone e 80’ Prestipino.