Panathlon Messina accoglie i suoi nuovi campioni: Vermiglio, Bosurgi e Moio.

Sala congressi del Capo Peloro Resort gremita nella serata di giovedì per l’evento. Presenti i campioni e nuovi soci onorari Vermiglio, Bosurgi, Moio e Ficarra. Il presidente Ludovico Magaudda: “Una grande emozione nel vedere quest’ampia partecipazione. Negli ultimi mesi abbiamo rispettato tutti gli obiettivi prefissati”.
È stata una serata piena di emozioni quella che si è svolta giovedì 28 aprile presso la Sala Congressi del Capo Peloro Resort di Torre Faro, in occasione del conviviale del Panathlon Club di Messina, l’associazione facente parte del circuito “Panathlon International” che ha come scopo l’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali, quale strumento di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà tra gli uomini e i popoli. Durante la serata sono stati presentati e premiati i nuovi soci onorari. Per il Panathlon Club Senior Messina si tratta della campionessa olimpica di pallanuoto Silvia Bosurgi, del pallavolista campione d’europa Valerio Vermiglio e del fondatore della sezione Baseball del Cus di Messina (nel lontano 1958) Luigi Moio. Si è svolta inoltre, durante la serata, la cerimonia di apertura del neocostituito Panathlon Club Junior con la presenza del socio onorarioGiovanni Ficarra, campione del mondo Under23 di canottaggio nel 2015.
Il conviviale si è aperto con il commosso saluto del presidente del Club Senior, prof. Ludovico Magaudda: “È per me una grande emozione vedere una sala così gremita per questa occasione. Questi ultimi mesi – spiega Magaudda – sono stati molto importanti e soddisfacenti per noi, avendo portato a termine tutti gli obiettivi prefissati in precedenza, andando ben oltre le più rosee previsioni”. Magaudda ha poi ripercorso gli ultimi mesi d’attività del Club mostrando le attività svolte, partendo dalla partecipazione alla Giornata Mondiale per l’Epilessia dell’8 febbraio dove Panathlon ha rimarcato il suo appoggio per il diritto allo sport per i soggetti epilettici.
Importanti anche i lavori svolti dalla Commissione Disabili, con la partecipazione al seminario “Sport paralimpici e comunicazione” svoltosi il 1° marzo, ed alla Giornata Mondiale della consapevolezza dell’Autismo del 2 aprile. Panathlon si impegna anche nel settore scolastico, dove ha promosso il concorso “Lo sport a scuola è…” per gli alunni delle prime classi di Scuola Secondaria di primo grado del Comune di Messina, mentre la Commissione Fair Play cerca di valorizzare nei giovani il concetto di “sportività” con iniziative rivolte alle squadre giovanili di calcio e pallavolo.
Attiva anche la collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, attraverso la quale è stata istituita una borsa di studio intitolata adAnnarita Sidoti, campionessa d’atletica, oro ai mondiali d’Atene del 2007 nella Marcia – 10 km, che è stata ricordata durante la serata con un videoclip. Dopo il riepilogo degli ultimi mesi, arriva il momento della presentazione e premiazione dei nuovi soci onorari. Il primo grande sportivo al quale il presidente Magaudda ha consegnato una targa è stato Luigi Moio, colui che può essere considerato il padre del baseball universitario messinese. Moio, dopo un commosso ringraziamento, ha lanciato un appello alla città: “Quando verrà restituito a Messina il suo campo da baseball?”.
Tocca poi a Valerio Vermiglio, pallavolista campione d’Europa del 2003 e 2005 con la nazionale e pentacampione d’Italia, premiato dal padre Pippo. Il campione di pallavolo ringrazia il Club per averlo accolto: “Sentire che Panathlon aiuta i ragazzi, che sono il nostro futuro, è la cosa che più emoziona e che continua a darmi stimoli per continuare con intensità il mio lavoro”.
Il prof. Ludovico Magaudda ha poi premiato la campionessa olimpica di pallanuoto Silvia Bosurgi, la quale a maggio, con la sua Waterpolo, si giocherà le Final Six Scudetto: “La mia è stata una vita – commenta la Bosurgi – di sport e di scarifici. Sia io che Vermiglio adesso siamo anche genitori e sappiamo quanto è importante trasferire ai nostri figli i sani valori dello sport”.
Gli ospiti sono stati presentati al pubblico dall’addetto stampa del Club Senior, Ciccio Manzo e da alcuni videoclip realizzati dall’addetto stampa del Club Junior Simone Intelisano. Dopo la premiazione dei campioni, arriva il momento della cerimonia d’apertura del Club Junior, presieduto dal prof. Antonino Gennaro, il quale, visibilmente emozionato, ha ringraziato Magaudda per aver puntato su di lui. Tanto entusiasmo è stato mostrato dal gradito ospite Marcello Marrocco, consigliere internazionale Panathlon con delega per Disabilità e Giovani, il quale ha espresso la sua stima e fiducia verso l’associazione di Messina: “Anche a livello internazionale – spiega Marrocco – tutti si chiedono come abbiate fatto ad emergere in così poco tempo”.
Il presidente Gennaro ha poi consegnato, uno per uno, la spilla Panathlon a tutti i soci del Club Junior, tanti giovani dai 18 ai 32 anni che hanno dimostrato subito entusiasmo e passione. La cerimonia si è conclusa con la premiazione di Giovanni Ficarra, messinese classe 1996, già campione del mondo Under23 di canottaggio nel 2015, grande promessa per la sua disciplina che vanta una grande tradizione in Italia. La serata si è conclusa poi con la cena e con un momento musicale e danzante.