Il Giardini Naxos sul terreno di Adrano vola con Ardizzone in Promozione: 1-0 al Megara.

Il Giardini Naxos ritorna dopo una lunga assenza nel campionato di Promozione. Il traguardo è stato tagliato sul green di Adrano, al 4’ del secondo tempo supplementare: dalla bandierina Cristian Varrica calcia una perfetta parabola sul secondo palo dove arriva Davide Ardizzone che mette sul lato opposto del portiere neroverde Rizza.
Esplode la gioia dei giardinesi con Ardizzone che si toglie la maglietta è va ad esultare sotto la tribuna degli oltre 100 sostenitori che sono giunti sotto i piedi dell’Etnea. E’ fatta!!! Non ancora ma il sogno è ormai alle porte….11’ interminabili fino al triplice fischio finale ………E’ PROMOZIONE….inizia la festa in campo con i ragazzi di mister Francesco Brunetto a festeggiare la meritata vittoria arrivata dopo un lungo cammino:  terzo posto finale alla fine della regular season, poi il primo sigillo nella semifinale sul campo del  Milo (5-2), altro capolavoro nella finale  sul campo del Ciclope Bronte (2-3 d.t.s.) decisa da Varrica su calcio di rigore.
Adesso la ciliegina  quella tanto attesa da anni …… la conquista di quel campionato di “Promozione” che nel passato ha dato diverse soddisfazioni, ma soprattutto ha scritto diverse pagine di cronaca sportiva.
Ma chi sono i protagonisti del ritorno in Promozione dell’Asd Giardini: Ludovico Gambino, Gianclaudio Vita, Michele Di Cara e Giuseppe Caruso (Portieri), Daniele Bonanno, Ivan Ciaccio, Giovanni Di Giuseppe Taormina, Campione e Giuseppe Stracuzzi (difensori), Salvatore Zagami, Claudio Ricciardi,Carmelo D’Allura, Marco Cacopardo, Salvatore Cantarella, Omar Montalto, Simone Orefici (centrocampisti), Cristian Varrica, Gianluca Missale, Raffaele Ilardo, Salvatore Muscolino, Emanuele Riccina e Davide Ardizzone, Messina (attaccanti). Questi i ragazzi di mister Francesco Brunetto.
La gara: Fischio d’inizio, subito pericoloso il Giardini con Claudio Ricciardi che tenta un pallonetto d’estero che va a sbattere sulla traversa.  La risposta della squadra neroverde del Megara arriva al 5’  con Di Mauro con il portiere giardinese Ludovico Gambino in perfetta uscita sventa il pericolo. Dopo questo inizio, non accade nulla di particolare con le due squadre in un rigoroso tatticismo si annullano a vicenda. Anche se al 33’ il Megara reclama un presunto calcio di rigore quando Venia si incunea in area e dribbla un avversario, poi entra in contatto con Bonanno terminando la sua corsa a terra. Per il direttore di gara non ci sono gli estremi della massima punizione.
Nella ripresa il tema tattico non muta, anche se sono i siracusani ad aver un’occasione per portarsi in vantaggio, ancora una volta un super Gambino fa gli straordinari.  Al 55’ il Giardini perde per infortunio Salvo Zagami al suo posto entra Salvo Cantarella che fa vedere in campo la sua freschezza atletica, ma i tempi regolamentari si chiudono sul nulla di fatto. Per la cronaca nel primo tempo l’attaccante del Megara Di Mauro è costretto a lasciare anzitempo il terreno per un botta alla caviglia.
Supplementari….vincenti per il Giardini: Adesso le due squadre  cercano il gol-promozione, con un Giardini che sfiora più volte il vantaggio come quando Cristian Varrica su punizione colpisce la traversa. Ad inizio del secondo tempo supplementare …con all’orizzonte lo spettro dei calci di rigore, arriva l’apoteosi per la squadra giardinese: Varrica ispira, Ardizzone finalizza….risultato finale: Giardini Naxos è in Promozione…….inizia la festa!!!!!!
Giardini Naxos – Megara Augusta: 0-0 (1-0 d.t.s.)

Marcatore: 4’ del 2TS Ardizzone.
Giardini Naxos: Gambino, Ciaccio, Campione, Montalto, Stracuzzi, Bonanno (88′ Di Giuseppe), Ricciardi Zagami (54′ Cantarella), Ardizzone, Varrica, Messina. All. Brunetto
Megara Augusta: Rizza, Riccobello, Giliberto, Mangiameli, Marziano, Miceli, Martines (90′ Saraceno), Magutto, Di Mauro (40′ Migneco), Tringali, Venia (76′ Prato). All. Riccobello
Arbitro: Cusumano di Caltanissetta, Assistenti: Gennuso di Caltanissetta e Bennici di Agrigento
Note: Espulso l’allenatore del Megara al 90′ e Giliberto al 15′ del 1ts.