Due giovani 17enni Ambrogio Costa e Francesco Maimone fanno gioire il S. Alessio…….è Prima Categoria. Battuto ai rigori il Cara Mineo.

Emozione, brividi, lacrime di gioia, alla fine il giovane Costa (Ambrogio) è il veterano Costa (Nino) scrivono una pagina storica per il calcio alessese…………è Prima Categoria.
Dal 17enne portierino Ambrogio per passare all’ultraquarantenne ma con un cuore, grinta di un ragazzino Nino Costa per arrivare dopo 120’ di gioco, alla lotteria dei calci di rigore con un altro 17enne Francesco Maimone: primo rigore ad oltranza (la sequenza 4-4 pari), dal dischetto di presenta l’alessese “Ciccio” così concentrato che non aspetta il fischio del direttore di gara conclude a rete alla sinistra del portiere  avversario. Nell’aria la tensione era al settimo cielo, con la freddezza di un veterano Francesco Maimone rimette il pallone che vale un’intera stagione sul dischetto, questa volta aspetta il fischio dell’arbitro…….pronti via…….palla a destra portiere a sinistra ed è 5-4.
Tocca al numero 11 del Cara Mineo Djabi obbligato a segnare…….invece manda il pallone sul palo che fa esplodere la gioia dei ragazzi del S. Alessio sia in campo che sulle tribune: il 30 Aprile 2016 il S. Alessio retrocede nell’inferno della Seconda Categoria, ma l’attenta dirigenza scopre delle irregolarità nei giocatori tesserati del Cara Mineo, con il conseguente “errore  tecnico dell’arbitro” che riporta nel limbo del Purgatorio il S.Alessio alla ripetizione della gara. Domenica 15 Maggio 2016 sempre nello stesso scenario del green di Biancavilla, un’intera squadra, mi permetto di dire chi ha creduto, nonostante le difficoltà, con tutto il cuore alla salvezza della Polisportiva S. Alessio che tocca con un udito il Paradiso della Prima Categoria……!!!!
Alla fine la gioia è tanta per il traguardo raggiunto si può leggere negli occhi dell’allenatore Peppe Mancuso la sua sagacia tatttica trasformata in  “vincente” dal cuore dei veterani (Palella, Vergani, Maimone, Garufi, Crisafulli) e dalla freschezza fisica dei giovani che hanno dimostrato una maturità da “grandi”………..:  “ non ci sono parole per ringraziare per chi ha veramente creduto nella salvezza del S. Alessio, dal Presidente ai ragazzi del settore giovanile, dai dirigenti ai giocatori, senza dimenticare chi ha sofferto come noi  “i tifosi” che ci hanno sostenuto in questo momento particolare della Polisportiva S. Alessio, anche chi ci dava in Seconda Categoria, nessuna polemica ma in questo momento sono soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, del grande spirito di sacrificio ed attaccamento alla maglia contro una squadra il Cara Mineo ostica, sicuramente ben preparata atleticamente, alla fine l’esperienza è la voglia di tenere la Categoria da parte dei ragazzi è stata veramente tanta, bravi a tutti”.
Questo il finale dello spareggio-retrocessione del campionato di Prima Categoria Cara Mineo (F) e S. Alessio (E) disputato sul neutro di Biancavilla, rimane in Prima Categoria dopo una gara combattuta e tesa il S. Alessio, retrocede in Seconda il Cara Mineo. Succede tutto nella prima frazione di gara al 28’ il S. Alessio sblocca il risultato, il vantaggio nasce dalla coppia dei cugini Maimone: Thomas con un gran tiro colpisce il palo, sulla ribattuta come una lince arriva Francesco che mette in fondo al sacco. Il vantaggio dura poco, il Cara Mineo, nel giro di otto minuti ribalta il risultato: al 30’ ristabilisce la parità sugli sviluppi di un cross dalla destra deviazione vincente di Ousman con il giovane Costa battuto. Al 38’ arriva il gol del 2-1 avversario, a segno Babanding. Brutto colpo per il S. Alessio, ma ha la forza di reagire all’ultimo giro dell’orologio Gianluca Sturiale carica di dinamite il suo piede dalla linea dei 35 metri fa partire un bolide che si insacca all’angolino del porta del portiere avversario: 2-2 si va al riposo.
Nella ripresa la gara si gioca soprattutto a centrocampo, anche se il S. Alessio ha avuto due ghiotte occasioni per andare in vantaggio come quando Cosimo Cicala non finalizza un contropiede, tenta il tiro da fuori,  il gol  della domenica anziché servire Francesco Maimone tutto solo. L’altra opportunità con l’asse Davide Garufi – Francesco Maimone che partire un micidiale diagonale a botta sicura, ma il portiere ospite fa veramente gli straordinari con una grande prodezza. Siamo all’85’ il gol avrebbe chiuso la gara, invece, dal possibile vantaggio, all’89’ il S. Alessio rischia davvero grosso: in porta c’è “Santo Ambrogio” Costa che compie il miracolo sul colpo di testa del numero 9 avversario indirizzato all’angolino. Che brivido!!!!! Si va ai tempi supplementari dopo il 2-2 al termine dei 90’.
Primo Tempo Supplementare: Dopo 5’ mister Mancuso è costretto a fare uscire il faro del centrocampo Davide Garufi (infortunio) al suo posto l’esperto Nino Costa, proprio il neo entrato costruisce una spettacolare azione con Gianluca Sturiale si presentano a tu per tu con il portiere avversario,  il Sturiale anziché passare a Costa tutto solo, preferisce tirare in porta con deviazione in angolo. Per la cronaca il Cara Mineo rimane in dieci a partire dal 6’ per l’espulsione del numero 8 Mofthah per doppia ammonizione.
Secondo Tempo Supplementare: Dopo qualche minuto, Ivan Biella per doppia ammonizione lascia anzitempo il terreno di gioco. Ristabilita la parità dei giocatori, la partita non riserva particolari emozioni, anche se al 10’ il solito è sempre presente Francesco Maimone si fa vedere con u tiro in diagonale che sfiora la traversa. Arriva il fischio dell’arbtiro ….si va ai calci di rigori.
Lotteria dei rigori……..i due Costa protagonisti: Ad aprire la sagra dei rigori, tocca a Nino Costa che si fa parare il tiro. Lo imita il giocatore del Mineo Babanding che si fa ipnotizzare da Ambrogio Costa. Il secondo rigore viene tirato da un altro veterano, Roberto Crisafulli che fa centro: 1-0. In gol anche il Cara Mineo con Kelly che sigla il 1-1. Il terzo rigore viene calciato da Cosimo Cicala che gonfia la rete: 2-1, non sbagliano gli avversari che fanno 2-2 con Dalandi. Il quarto penality vede sul dischetto Antonio Zanino che compie il suo dovere per il 3-2. Tocca ai siracusani, ecco che dal suo cilindro il giovane 17enne Costa esce l’arma giusta per intercettare la trasformazione Shouanwe:parato 3-2.  Quinto rigore quello che poteva far volare nel Paradiso della Prima Categoria il S. Alessio: grossa responsabilità  che forse ha giocato un brutto scherzo a Gianluca Sturiale che si fa parare la conclusione. Non falliscono i siracusani  con Abdullahi che riporta il tabellino sul 3-3 .
Rigori ad oltranza: Ad aprire la sequenza un altro veterano della squadra Natale Vergani con estrema freddezza fa 4-3. Non sbaglia il giocatore-allenatore del Cara Mineo Manzella che sigla il 4-4. Il secondo rigore ad oltranza, tocca al giovanissimo Francesco Maimone con la maturità di un veterano spiazza il portiere avversario per il 5-4. Tocca al Mineo, dal dischetto il numero 11 Diabi manda il pallone a colpire il palo: 7-6 per il S. Alessio.  Amarezza in casa Cara Mineo, esultanza per il S. Alessio che festeggia la permanenza in Prima Categoria.
S. Alessio  – Cara Mineo: 2-2 (7-6 d.c.r.)

Marcatori: 28′ F. Maimone, 30′ Ousman, 38′ Babanding, 45′ Sturiale.
S. Alessio: Ambrogio Costa, Biella, F. Maimone, Sturiale, Al. Zanino, Palella, T. Maiome (1′ ts Chillemi), Cicala, Garufi ( 5′ 1ts Nino Costa), Crisafulli, Vergani. All: Mancuso.
Cara Mineo: Ankrouja, Kassim, Shouanwe, Kelly, Manzella, Ousman, Dalandi, Moftah, Babanding, Abdullahi, Djabi. All. Manzella.
Arbitro: Mucera di Palermo. Assistenti: Lambiase e Belvedere di Palermo.
Espulsi: Moftah (Mineo) e Biella (S.Alessio).

Inizia la festa: guarda il video del post-gara dalla gioia del dirigente D’Agata ai giochi pirotecnici al Comunale di S. Alessio.