CSI: Buone le prestazioni delle squadre messinesi di calcio giovanile alle finali nazionali di Montecatini.

La stagione del calcio giovanile condotta dal CSI – Centro Sportivo Italiano si è conclusa con le consuete finali nazionali disputate come ogni anno a Montecatini cui hanno preso parte le squadre qualificatesi a seguito della vittoria delle fasi provinciali e regionali dei rispettivi campionati di categoria. Presenti anche le formazioni appartenenti al Comitato di Messina.
Nel “calcio a 7” per la categoria “kids – under 10” la Tyrrenium di Milazzo, che molto aveva impressionato in occasione delle fasi regionali disputatesi in aprile a Messina, ha confermato quanto di buono dimostrato classificandosi al secondo posto finale, avendo perso in finale contro la Segato Viola di Reggio Calabria.
Per la categoria “giovanissimi – under 12”, la Scuola Calcio Sicilia si è classificata al quarto posto, dopo aver perso di misura la semifinale contro la Bernardino Cordova di Reggio Calabria, poi vincitrice del torneo, mentre il Venetico si classifica al settimo posto.
Nella categoria “ragazzi – under 14”, grande exploit dello Sporting Barcelona che ha chiuso al secondo posto in classifica dopo aver disputato la finale contro de “La Traccia” di Milano, risultando perdente solo ai calci di rigore.
Nel “calcio a 5”, per la categoria “giovanissimi – under 12” si segnala il discreto piazzamento del Messina Sud, classificatosi al quinto posto.
Nel “calcio a 11”, per la categoria “ragazzi – under 14” si è registrato un altro piazzamento al quinto posto, raggiunto dallo Sporting Atene.
Ovviamente presente anche quest’anno alle finali nazionali il presidente del Comitato CSI di Messina, Santi Smedile che ha espresso la sua soddisfazione sia in riferimento al comportamento delle compagini messinesi partecipanti sia nel commentare la stagione calcistica del Comitato di Messina appena conclusa:
“Tutte le squadre messinesi hanno reso onore alla competizione nazionale disputando delle buone partite con grande impegno e passione, ma senza dimenticare il rispetto delle regole di comportamento fondamentali di educazione e sportività. Spiace per i ragazzi dello Sporting Barcelona, anche se quella ai calci di rigore non può dirsi mai una vera e propria sconfitta. Del resto si tratta di una “lotteria” che non risparmia nessuno, come dimostra anche l’eliminazione ai Campionati Europei della nostra Nazionale.
Per quanto concerne la stagione calcistica sportiva del Comitato di Messina nel suo complesso, possiamo dirci soddisfatti per una crescita generale su più fronti, sia organizzativo sia rispetto all’ampliamento della compagine di soci e volontari che prestano la loro opera. Abbiamo margini di miglioramento importanti e di fatto stiamo già lavorando per la programmazione della prossima stagione che di certo non riguarda soltanto il calcio, ma anche le altre discipline sportive nelle quali il CSI vuole crescere nel territorio di Messina e provincia.