L’Acireale non dà scampo al Torregrotta battuto con un secco 3-0.

Non c’è niente da fare per il Torregrotta che ad Acireale crolla contro una corazzata. 3-0 per i granata di mister Giuseppe Anastasi che dimostrano di fare sul serio per la vittoria finale che varrebbe il salto in serie D. I messinesi, allenati da Carmelo Mancuso, lotteranno per la salvezza e sono ben altre le partite che dovranno vincere per raggiungere questo obiettivo.
La gara: Al Tupparello i padroni di casa partono subito forte e già all’11’ sono in vantaggio grazie ad un penalty siglato da Contino che dal dischetto spiazza Vinci. Gli acesi provano a trovare la via del raddoppio con Millesi che al 27’ spara alto. Da qui in poi salgono in cattedra i peloritani che al 41’ si rendono pericolosi con un traversone di capitan Venuti smanacciato da Ferla.
Un giro di lancetta ed è un’altra azione offensiva degli ospiti con un cross maligno che sorvola l’area dell’Acireale. Nel momento migliore del Torregrotta, però, matura il 2-0 per i granata. Punizione dal vertice sinistro dell’area di Millesi per la testa di Tosto che insacca all’incrocio con una parabola imparabile.
Nella ripresa l’incontro si assopisce e sostanzialmente non accadrà più nulla nonostante la girandola dei cambi da parte dei due allenatori. Unica azione degna di nota quella che sigilla il risultato sul 3-0 a tempo scaduto con un’autorete in scivolata di Cardaci su cross dal fondo del neo entrato Fusciello che aveva ben dialogato con Godino.
ACIREALE    3      TORREGROTTA    0
Marcatori: 11’ pt Contino (r), 47’ pt Tosto, 45’ st aut. Cardaci
Acireale: Ferla, Tosto, Zuccarelli, Arena(15’ st Godino), Zappalà(40’ st Parisi), Pettinato, D’Agosta(22’ st Fusciello), Piyuka, Contino, Millesi, Biondo. A disposizione: Cardillo, Spampinato, Ambra, Cocimano. All. Anastasi
Torregrotta: Vinci, Bonaffini, Isgrò(18’ st Mento), Falcone, Cordima, Cardaci, Cariolo, Maisano, Sindoni(22’ st Sittineri), Venuti, Di Bella(34’ st Sofia). A disposizione: Giorgianni, Alessio, Mondello, Sciliberto. All. Mancuso
Arbitro: Tarallo di Agrigento; assistenti Visalli e Spanò di Messina