Risultato ad occhiali per la Messana sul campo del Real Rometta.

È mancato solo il guizzo vincente alla Messana, che è tornata dal “Filari” con uno 0-0 contro il Real Rometta che vale un prezioso punto esterno, ma lascia anche qualche rimpianto per l’elevato possesso palla e il gioco espresso dai giallorossi, ben messi in campo e determinati ma che non sono riusciti a superare il muro eretto dalla difesa dei padroni di casa.
Pre-gara: I tirrenici si sono confermati, come nelle attese della vigilia, un avversario tosto e la Messana, priva di quattro elementi (Broccio, Alibrandi, Morgante e Costanzo) e con Gazzetta e Buda non al meglio e inizialmente in panchina, ha tentato fino all’ultimo di portare via l’intera posta in palio. Formazione rimaneggiata per mister Michele Lucà che, oltre al solito Arrigo tra i pali, ha schierato Saija, Angrisani, Bonaffini e Gentilesca nella linea difensiva, Santamaria, Cardia e Polizzotto a centrocampo, Scarantino, Nizzari e Cannuni in attacco.
Primo Tempo: È il Rometta a farsi vedere per primo in avanti: al 3’ la punizione dai 20 metri di Boemi chiama Arrigo alla deviazione in angolo, ma già all’8’ Cardia risponde sempre su calcio piazzato, ma Berikashvili, pur con qualche incertezza, manda in corner. E sul successivo angolo, colpo di testa di Nizzari che, deviato da un difensore, esce a fil di palo. La Messana controlla il gioco e continua a pressare: al 21’ l’ex Cannuni entra in area ma il suo destro in diagonale trova la respinta di Berikashvili, che si ripete al 31’ bloccando il sinistro di Gentilesca, favorito dall’ottimo Scarantino.
Secondo Tempo: La ripresa continua sulla stessa lunghezza d’onda e sono sempre i giallorossi a tenere in mano il comando delle operazioni: Santamaria ci prova due volte dal limite, ma il portiere neroverde si dimostra sicuro, mentre al 60’ il colpo di testa di Nizzari, su cross di Gentilesca, finisce alto sulla traversa per questione di centimetri. È netto il predominio territoriale della Messana che, però, non trova spazi e sbatte contro la difesa tirrenica: al 75’ Cardia, dalla bandierina, pesca in area Cannuni, ma il suo colpo di testa è lento e Berikashvili para.
Un minuto dopo, si vede anche il Real Rometta con una discesa di La Spada, che mette in mezzo un cross basso per Doddis, il suo tocco mette fuori causa Arrigo, ma a porta vuota Pedroni spara alto: rischio per i giallorossi ma l’assistente aveva comunque segnalato la posizione irregolare del giocatore neroverde. I giallorossi continuano a spingere, alzano ancora il baricentro con gli ingressi di Gazzetta e Buda, costringendo i locali sulla difensiva e a giocare in ripartenza ed è ancora Pedroni a provarci dal limite all’89’ ma il diagonale risulta debole e facile preda di Arrigo.
Il generoso forcing finale degli ospiti non sortisce effetti, anche se, al 93’, l’ottima combinazione al limite tra Buda e Cannuni libera Nizzari in area, ma l’attaccante, al momento del tiro, viene contrastato da Boemi e Berikashvili può bloccare a terra.
È l’ultima occasione del match che si chiude così a reti bianche: la Messana avrebbe meritato qualcosa in più, ma conquista comunque un buon punto in trasferta, importante per la classifica e per continuare la serie positiva in vista del doppio turno casalingo, prima contro il Terme Vigliatore (sabato 15) poi contro la Jonica (sabato 22).
REAL ROMETTA-MESSANA 0-0

Real Rometta: Berikashvili, Rifici, La Rocca (43’ st Currò), Lo Presti, Demestri, Boemi, La Spada, Parachì (26’ st Pedroni), Villari, Fleres (7’ st Doddis), Campanella. A disposizione: Sparacino, Barbera, Venuti, Santoro. Allenatore: Errante
Messana: Arrigo, Saija, Gentilesca, Santamaria, Angrisani, Bonaffini, Scarantino (19’ st Buda), Cardia, Cannuni, Polizzotto (11’ st Gazzetta), Nizzari. A disposizione: Imbesi, Bruno, Minutoli, Spadaro. Allenatore: Lucà
Arbitro: Battiato di Acireale
Assistenti: Alesci e Lombardo di Barcellona P.G.
Ammoniti: Angrisani (M), Santamaria (M), Cannuni (M), Lo Presti (RR)
Recupero: 2’ e 4’