Serie B – La Siciliana Maceri Volley Letojnni “colpisce” anche l’Universal: 3-1 in amichevole.

La prova è stata ancora una volta convincente. Con ottime aperture e colpi che hanno messo al tappeto una delle squadre destinate a lottare per un posto nei play-off. La Siciliana Maceri Volley Letojanni non si è scomposta neanche ieri sera quando, al Pala “Lillo Barca”, ha affrontato e sconfitto in amichevole e con un secco 3 a 1 la compagine catanese dell’Universal Volley.
Una partita che ha evidenziato come mister Fernando Centonze stia facendo un buon lavoro sia dal punto di vista tecnico che tattico, dando coraggio ad una rosa che si appresta, il 15 ottobre prossimo, a debuttare nel girone I del campionato di serie B unica.
Per il momento l’attenzione in casa letojannese è concentrata soprattutto su questo obiettivo e la mole di gioco, prodotta nel corso del match contro i catanesi, ha fatto capire che Maurizio Schifilliti e compagni sono intenzionati ad ottenere il massimo in una competizione che si preannuncia abbastanza dura.
Parziali Set: Un torneo che sta iniziando sotto i migliori auspici, visto che i parziali vinti ieri sera dagli jonici parlano di un netto dominio sugli etnei. Si è cominciato con un 25 a 20, per poi andare nel secondo set sul 25 a 18. Stop nel terzo con la vittoria dei catanesi per 25 a 23 e ritorno dei peloritani nell’ultima parte con un ulteriore 25 a 18.
Risultati che inorgogliscono una dirigenza che ha fatto sapere – tramite il suo manager generale Mauro Soraci – di essere già soddisfatta dell’andamento del precampionato. Un pensiero fatto proprio dallo stesso tecnico Centonze che punta a vincere la prima partita ufficiale sabato prossimo contro il Volley Valley Catania.
“Sarà importante partire decisi e convinti di poter fare un campionato all’altezza delle previsioni – ha dichiarato il mister – anche perché nelle prime cinque partite affronteremo le squadre più indicate per il salto di categoria. Due su tutte il Cinquefrondi e il Modica”.
Formazioni che nel corso della campagna acquisti si sono rafforzate parecchio e che puntano dunque a far la voce grossa.