Nel derby col Cocuzza il Gruppo Zenith Messina brinda al primo successo in C Silver

Il Gruppo Zenith Messina conquista la prima affermazione in campionato, superando nel secondo derby stagionale il Cocuzza San Filippo del Mela con il punteggio di 77-60.
Senza Mazzù e Trimarchi e con Buono in condizioni non perfette, il match non si presentava bene per i peloritani reduci da due sconfitte consecutive e perciò costretti a vincere a tutti i costi per via di un calendario non certo benevolo.
Questa sorta di peso i messinesi se lo sono portati per tutti i primi venti minuti, nonostante la buona partenza (11-2 dopo 3’37)”, grazie alle bombe di Hodges, Soldatesca, Buono ed al canestro di Weglinski che rimontavano i due punti iniziali di Copeland. Coach Calderone chiama time out, al rientro in campo Copeland va a segno, ma la risposta arriva da Hodges dai 6,75 (14-4). I filippesi, scesi in campo senza Agostino Li Vecchi, schierano il giovane Raicevic che parte dalla panchina. I ritmi non sono alti e questo permette agli ospiti di rientrare con un parziale di 10-0, firmato da Toto, Colica, Contaldo e due canestri consecutivi di Agurs che valgono il 14 pari. Dopo il nuovo sorpasso Basket School con Hodges, la tripla di Copeland regala l’ultimo vantaggio agli ospiti (16-17), ma è Buono a mettere la bomba del 19-17 che chiude il primo periodo.
Al ritorno in campo la gara viaggia sul filo del punto, fino al 23-22 (canestro di Argus da sotto), poi cinque punti consecutivi di Soldatesca e la rubata di Calarese, che manda a segno super Hodges (16 punti con 4 triple), riportano Messina sul +8 (30-22). Il break non smonta affatto il Cocuzza. Contaldo segna dalla media, Copeland fa 1/2 dalla lunetta. Dall’altra parte finalmente si sblocca Carnazza dall’arco, e Soldatesca risponde a Raicevic, subentrato a Copeland gravato di tre falli. Il finale del tempo è tutto per i filippesi, il parziale di 1-6, firmato da Agurs e da Toto (libero più tripla dall’angolo sulla sirena), permette al Cocuzza di rientrare sul -3 (36-33) al riposo lungo.
Con l’inizio del secondo tempo cambia poco: squadre sempre vicine. La tripla di Busco riporta ad una lunghezza i suoi (39-38). Messina passa a zona: Soldatesca piazza la sua seconda tripla, Weglinski segna da sotto e Hodges dall’arco (47-38). Nel frattempo Copeland complica tutto: fallo più tecnico e la sua partita finisce qui. Il basket School dilaga e piazza un break di 10-2 (bombe di Carnazza e Hodges) per il +17 (57-40). I filippesi tentano di rientrare con un break di 8-0, ma Buono (14 punti a referto) e Soldatesca li ricacciano indietro. Il terzo periodo si chiude sul 61-48.
L’esperienza negativa di Spadafora è servita al Gruppo Zenith, l’ultimo quarto comincia alla grande, difesa asfissiante e ottima circolazione di palla in attacco. Arrivano cosi la bomba di Carnazza (13 punti e 7 assist) e i canestri di Buono e Marabello: Messina vola sul + 20 (68-48) e può gestire con maggiore tranquillità il match. Segnano Busco e Agurs, Calarese risponde con due canestri consecutivi, la gata volge verso i titoli di coda, Baldaro da spazio ai suoi giovani, mentre Busco (15 punti alla fine) e Soldatesca (18 punti, 4 triple e 7 rimbalzi) rimpinguano i rispettivi bottini personale. Il canestro di Weglinski (9 pp 11 ro e 3 rd) e  chiude il derby: questa volta oltre agli applausi del pubblico arrivano i due punti per la squadra di Dani Baldaro che può così brindare al primo storico successo in serie C Silver. Due punti importanti in vista del prossimo proibitivo derby in casa della corazzata Costa d’Orlando.
Gruppo Zenith Messina – Peppino Cocuzza 1947 77-60
Parziali: 19-17; 17-16 (36-33); 25-15 (61-48); 16-12
Gruppo Zenith Messina: Di Dio, Calarese 4, Hodges 16, Weglinski 9, Buono 14, Carnazza 13, Mazzù ne, Soldatesca 18, Marabello 2, Calderazzo 1, Postorino. Allenatore: Dani Baldaro
Peppino Cocuzza 1947: Copeland 8, Agurs 14, Toto 11, Paulesu, Contaldo 4, Busco 15, Cocuzza, Raicevic 6, Colica 2. Allenatore Stefano Calderone
Arbitri: Luca Moschitto e Andrea Parisi di Catania