Serie B – Debutto faticoso per la Siciliana Maceri Volley Letojanni, la vittoria con il Volley Valley arriva al tie-break.

Tutto sembrava poter essere molto facile. Ma dopo i primi minuti di partita la realtà era invece un’altra. Con svarioni difensivi che hanno messo in difficoltà la ricezione e con attacchi flebili e poco convincenti. La Siciliana Maceri Volley Letojanni ha pagato oltremodo il proprio debutto nel nuovo campionato di serie B unica, visto che ieri pomeriggio, alle ore 18, al Pala “Pietro Mascagni” di Catania, la squadra di mister Fernando Centonze ha faticato oltre ogni aspettativa contro un Volley Valley spietato ed assetato di punti.
Una partita, quella inaugurale del girone I, che ha evidenziato come la compagine jonica abbia ancora parecchio da lavorare in vista di un torneo duro e mai per niente scontato. Prova ne è stato il sofferto 3 a 2 rifilato ai catanesi del tecnico Giordano Marino, che ha messo in campo la solita protervia e la costanza di una squadra che farà sicuramente parlare di sé nel corso di tutto l’anno. Una squadra di “ragazzi” con qualche elemento d’esperienza che ha messo in grandissima difficoltà e imbrigliato capitan Maurizio Schifilliti e compagni, che si sono ritrovati a dover soccombere già nel primo set con un risultato di 25 a 23.
Primo Parziale: Un parziale combattuto e iniziato sotto i migliori auspici per i letojannesi, ma terminato con una sconfitta imprevista. Ritmi sostenuti e attacchi pallone su pallone hanno contraddistinto un round che, fino al 21 a 18 per i ragazzi di Centonze, dava molta speranza, resa vana da un ritorno veemente di Genovese and company. Elementi di sicuro affidamento che, sfruttando una serie di errori dei peloritani, riuscivano a fare bottino pieno anche se con un grosso sforzo fisico.
Secondo Parziale: Stesso copione nel secondo set, quando a nulla sono valsi i continui richiami del tecnico ospite che cercava di mettere sulla giusta strada un sestetto che, al primo time-out tecnico, viaggiava su cattivi binari. Dopo l’8 a 6 per i padroni di casa al primo time-out, tutto è però cambiato. Il 16 a 15 del secondo round metteva le ali ai letojannesi che terminavano il parziale sul 29 a 27 a proprio favore.
Terzo Parziale: Positivo, invece, il terzo set, quando il martello ricettore Carmelo Mazza cominciava a mettere a terra palloni pesanti, con la ricezione che girava meglio e Schifilliti che faceva ruotare meglio il comparto. L’8 a 5 e il 16 a 13 nei time-out tecnici per gli jonici portavano la squadra a vincere il parziale per 25 a 22 e ad andare con più tranquillità al quarto tempo.
Quarto Parziale: Ma, proprio mentre tutto sembrava andare per il verso giusto, il Volley Valley riprendeva a macinare gioco, sfruttando gli innumerevoli errori in ricezione degli ospiti che si lasciavano andare ad un secco 8 a 7 e 16 a 12 per poi perdere per 25 a 21.
Tie-break: Si andava pertanto alla lotteria del tie-break, quando i catanesi, approfittando del momento negativo del Letojanni, si portava al cambio tecnico sull’8 a 4 e poi sul 10 a 5. A questo punto Centonze gettava nella mischia il centrale Stefano Remo, decisivo con quattro punti a chiudere a favore dei messinesi. Una vera e propria svolta che ha determinato una vittoria sofferta e positiva (per 16 a 14) soltanto per il risultato.
Quest’ultimo può essere considerato l’unica certezza di una trasferta che seguirà adesso la “missione” contro il Misterbianco (vittorioso oggi per 3 a 0 contro il Modica) che sabato prossimo, alle ore 18, farà visita ai letojannesi al Pala “Lillo Barca”. E stavolta non si può più sbagliare, invertendo la rotta e cominciando a non sottovalutare gli avversari.
Volley Valley Catania – Siciliana Maceri Volley Letojanni 2-3
VOLLEY VALLEY CATANIA: Genovese (18), Mancuso (5), De Vita (12), De Luca (18), Saitta (19), Platania (9), Chiesa (2), Bellitto (L). ALL.: Giordano Marino
SICILIANA MACERI VOLLEY LETOJANNI: Scollo (1), Schipilliti (9), Schifilliti (3), Barbera (14), Calabrò (7), Princiotta (13), Remo (5), Mazza (18), Salomone (L). ALL.: Fernando Centonze
SET: 25-23; 27-29; 22-25; 25-21; 14-16
ARBITRI: Amenta di Siracura e Calafiore di Catania