Un Gruppo Zenith Messina incompleto affronta la corazzata Costa d’Orlando

Seconda trasferta stagionale e terzo derby in appena quattro giornate per il Gruppo Zenith Messina. I peloritani, dopo la bella vittoria ottenuta domenica scorsa al PalaTracuzzi contro il Cocuzza, fanno rotta verso il PalaValenti per affrontare la Costa d’Orlando, una delle squadre più complete del girone siciliano di serie C Silver.
I paladini vantano quattro punti in classifica, frutto di due vittorie contro il Green Palermo in trasferta e la Studentesca Licata in casa, ma con una gara in meno che, dopo la sospensione di domenica scorsa, sarà recuperata il 26 ottobre sul campo dell’Alfa Catania. Il club orlandino ha allestito un roster importante, affidato ancora una volta a Peppe Condello. Nella fase di precampionato ha offerto ottime prove anche contro formazioni di serie superiore. Un gruppo ben assortito, plasmato dal coach reggino, nel quale spiccano ottime individualità per la categoria, come Fazio, Marinello, Antinori, Sgrò e i nuovi Caronna, Griffin e Bowman.
Gara proibitiva per gli scolari, che non saranno al completo, ancora Mazzù non è pronto al rientro, mentre Buono difficilmente ce la farà. Assente pure Timarchi e in dubbio Calderazzo, per Dani Baldaro non sarà una vigilia tranquilla. Inevitabilmente i problemi di formazione potrebbero condizionare il rendimento della squadra messinese: dall’inizio del campionato il tecnico peloritano non ha potuto ancora schierare la formazione al completo.
In ogni caso il Gruppo Zenith Messina farà di necessità virtù e scenderà in campo pronta a vendere cara la pelle, ma cosciente di affrontare un avversario di grande livello. “Sarà una partita difficile – afferma Francesco Calarese – contro una delle  squadre, secondo me, più forti del campionato, ma noi ce la vogliamo giocare con tutti. Questo è il nostro obiettivo, poi o vinciamo o perdiamo poco importa, l’importante è dare il massimo contro qualsiasi avversario”.
Si gioca sabato 22 ottobre al PalaValenti con inizio alle ore 18, dirigeranno il match Massimiliano Lucifero di Milazzo e Andrea Fava di Palermo.