B/1 – Vittoria al Tie-Break per la Planet Pedara supera a pieni voti lo scontro diretto con Fiamma Torrese.

La Planet Strano Light batte al tie break la Fiamma Torrese e si aggiudica lo scontro diretto valido per la terza giornata di Serie B2 femminile girone I. Da stasera pedaresi in vetta a quota 8 punti, seguite ad una lunghezza dalle campane, ma raggiunte dal Campus Napoli. Domani (domenica) il Benevento avrà la possibilità di raggiungerle al vertice se dovesse violare Palmi.
La terza vittoria consecutiva matura nel segno di un’entusiasmante rimonta ed al termine di un sabato pomeriggio che era partito sotto i peggiori auspici.
Nei primi 2 set le ospiti s’impongono con carattere grazie alle firme di Sollo e Lauro. La Planet non riesce al reggere il confronto e intanto fa i conti con la sfortuna al primo set quando perde Alessandra Marino, costretta ad abbandonare momentaneamente il parquet per una botta al fianco ma che poi si rivelerà determinante per l’epilogo felice, e Laura Loddo per una distorsione alla caviglia. Entrano Fiamma Giuffrida, che va di banda, e le giovanissime Claudia Di Lorenzo, classe 2001, e Giorgia Leonardi, classe 2002, che disputano un breve spezzone di match. Al cambio campo Fiamma Torrese vince col punteggio di 22-25.
La Planet reagisce all’inizio del parziale successivo ma, complice anche l’ennesima tegola che stavolta colpisce la mano sinistra di Lo Re, dopo il vantaggio di 3-1 si smarrisce e perde malamente, soccombendo con oltre 10 punti di svantaggio sino al definitivo 13-25.
Squadra ricompattata al cambio campo. Rientra Marino, Lo Re macina punti (saranno 35 nel complesso), un gioco avvolgente e lo straordinario carattere consentono alle etnee di rialzare la testa e ritrovare finalmente il vantaggio dopo un’ora di buio (16-11 al terzo set, 8-3 al quarto). Le avversarie rispondono colpo su colpo nelle battute finali portandosi a -1 mentre le locali tardano a piazzare l’acuto vincente. A fatica ma con ampio merito la Planet nel giro di 2 set riesce a riportare la sfida in parità con un doppio 25-23 tra l’entusiasmo generale del pubblico che non smette di incoraggiare le biancorossonere.
Al tie break il sestetto di Andaloro è più in palla, le campane perdono smalto e ne scaturisce un dominio netto delle padrone di casa che le manda in paradiso: 15-8. Partita tirata come da previsioni. L’arbitro Di Lorenzo, incerto in alcuni frangenti, ammonisce Lo Re e Sollo per proteste. Ma alla fine è stato un grande spettacolo. Per la Planet una prova di maturità superata a pieni voti e con la possibilità di rifiatare dopo le prime 3 “fatiche” stagionali: nel prossimo weekend, infatti, osserverà il turno di riposo per poi tornare a giocare di nuovo in casa contro Reggio Calabria.
L’analisi di Coach Francesco Andaloro: “Una partita giocata più col cuore che a livello tecnico. Di fronte c’era un avversario di altissimo livello che forse pensava di aver già vinto. E nonostante le difficoltà, vedi infortuni per i quali non so se guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, tutte hanno emulato la nostra trascinatrice Lo Re ed hanno dimostrato di saper fare gioco di squadra. Un plauso a Marino che ha stretto i denti ed ha dato anima e cuore in campo. Un plauso anche alle nostre under 18 Fiamma Giuffria e Chiara Albano. Su Loddo e sulla distorsione alla caviglia: sono certo che anche lei avrebbe contribuito al massimo delle sue capacità a questa straordinaria rimonta, è una ragazza con una grande forza di volontà, mi auguro che riesca a superare un infortunio di cui al momento non conosciamo i tempi di recupero”.
Il dirigente Andrea Di Guardo: “Stravolti dalla tensione ma felici. Prestazione grandiosa. Voglio dedicare il successo ad una nostra ex giocatrice, Valentina Fedeli, che ha iniziato la stagione con noi ma per problemi personali non ha proseguito l’avventura con la Planet:  anche lei sicuramente ha contribuito a questa vittoria”.