Piedimonte travolgente: secco poker all’F24 Messina (4-1).

Il Piedimonte continua ad essere un rullo compressore inarrestabile. La formazione etnea di mister Santamaria colleziona, infatti, la quinta vittoria consecutiva e aggancia momentaneamente la vetta del girone D in attesa delle gare di domenica pomeriggio.
Si tratta della terza partita di fila in cui capitan Panebianco e compagni realizzano quattro reti, stavolta con vittima l’F24 Messina tra le mura amiche dell’Antonello Raiti.
Primo Tempo: La prima marcatura è targata Salvatore Pagano: l’eccelso fantasista all’8’ minuto scatta in velocità su un lancio da centrocampo di Ferrara, abile a recuperare palla in mezzo, e dopo essersi smarcato di un difensore fa partire un tiro a giro meraviglioso dal vertice sinistro dell’area che colpisce il palo e s’insacca.
Gli ospiti dopo lo svantaggio si scuotono e colgono la traversa esterna con un calcio di punizione di Aloisi dai 20 metri. Insiste l’undici di Beninato che due minuti dopo vede sbarrarsi la strada da un super Giordano, ottima la sua gara, che compie due autentici miracoli in successione. Prima murando da zero metri Coppolino e poi sulla corta respinta volando d’istinto su Aloisi.
I padroni di casa ringraziano e raddoppiano al 33’ con un’azione manovrata abilmente da Nassi che mette in mezzo da destra, velo di Pagano per l’accorrente Fieschi che batte Mazzullo. Il tris arriva al 36’ con Panebianco che indovina una parabola velenosa da oltre 20 metri che inganna l’estremo difensore messinese.
Secondo Tempo: Nella ripresa dopo appena sei minuti cala il poker Antonio Di Dio che fa tutto da solo, entra in area, supera con uno scatto il portiere depositando la sfera in rete. Reazione d’orgoglio dell’F24 Messina con il solito Aloisi che si vede respingere la conclusione di piede da Giordano. Potrebbe arrotondare il Piedimonte al 22’ con Pagano che lanciato a rete spara un diagonale addosso al portiere in uscita.
Due minuti più tardi sempre Aloisi, ultimo a mollare, realizza il gol della bandiera resistendo alla carica di un difensore nel cuore dell’area. Ultimo sussulto alla mezzora ancora con Pagano bloccato da Mazzullo in due tempi.
Post gara con il dirigente Francesco Vitello (Piedimonte): “Essere primi in classifica per un giorno  è una sensazione bellissima e significa che il gruppo è coeso quindi bisogna proseguire su questa strada. Nonostante oggi avevamo parecchie assenze – continua Vitello –  non abbiamo avuto problemi e non abbiamo faticato a vincere anche quest’altra partita.
La partita della prossima settimana a Fiumefreddo è importante ma non decisiva perché il campionato è ancora lungo. Per noi l’obiettivo principale è la salvezza, siamo un gruppo che non si è mai accontentato e speriamo di aspirare a qualcosa di più. E’ presunzione dire che si possa vincere il campionato però raggiungere i playoff non è utopia”.
PIEDIMONTE ETNEO    4      F24 MESSINA    1
Marcatori: 8’ pt Pagano, 33’ pt Fieschi, 36’ pt Panebianco, 6’ st Antonio Di Dio, 24’ st Aloisi
Piedimonte Etneo: Giordano, Angelo Crimi, Pollicina, Andrea Crimi, Corica, Ferrara(40’ st Mazza), Fieschi, Antonio Di Dio(44’ st Monforte), Nassi, Panebianco(17’ st Zappalà), Pagano. A disposizione: Vitello, Patanè, Andrea Di Dio, Sciuto.  All. Santamaria
F24 Messina: Mazzullo, Papale, Aiello, Mazzeo(13’ st Maugeri), Cortellino, Crisafi(13’ st Vasta), D’Agostino, Bruno, Coppolino, Pantano(32’ st D’Amore), Aloisi. A disposizione: Ameli, Sofia, Latteri, La Valle. All. Beninato
Arbitro: Vazzano di Catania