La tripletta di Mazzeo illude l’Akron, la Nike Giardini tenta la rimonta che viene soffocata dalla zampata vincente di Briguglio.

L’Akron Savoca si aggiudica il derby jonico con la Nike Giardini che nella parte finale di gara ha messo paura ai savocesi  in vantaggio per 5-1 in pochi minuti si vedono rimontati dai ragazzi del Presidente Tino Sturiale che si portano sul 5-4, poi ci pensa il capitano in maglia gialloverde Natale Briguglio a segnare la rete liberatoria, un gol da tre punti utilizzando una termologia del basket.
Una vittoria importante per la squadra allenata da mister Piero Scornavacca che sin dalle prime battute a cercato di imporre il proprio gioco, di contro una Nike arrivata al Centro Polifunzionale con l’intento di riprendere il cammino della vittoria, dopo due sconfitte consecutive.  Sin dalle prime battute la gara è equilibrata ed intensa, ma oggi i savocesi hanno una marcia più  con un sontuoso Natale Briguglio che al 10’ sblocca il risultato.
La rete dà sicurezza ai padroni di casa che continuano nella loro manovra fatta soprattutto su ripartenze che porta Ninnì Mazzeo al 15’ alla conclusione ravvicinata ma incredibilmente non sfrutta la ghiotta occasione. Il Savoca c’è, sospinto dall’estro di Lo Giudice e dalle giocate dell’esperto Simone Saida che dà l’imput giusto al ritmo della gara. La Nike? I giardinesi per nulla intimoriti dallo svantaggio fanno girare la sfera con i vari Rizzo, il rientrante Carmelo Intelisano (infortunato) con Puglisi pronto a colpire, bravo il giovane Alex Mantarro ad opporsi sulla conclusione del bomber giardinese.
Al 25’ arriva il raddoppio dei padroni di casa: protagonista il capocannoniere della scorsa stagione nel campionato di Serie D, Ninnì Mazzeo in questo inizio di campionato dalle polveri un po’ umide, sigla il raddoppio alla sua maniera. Il Giardini non demorde, sbaglia un tiro libero con Carmelo Intelisano,  ma accorcia con Walter Rizzo subito dopo. Sul punteggio di 2-1 per i savocesi si va all’intervallo.
Al rientro in campo, la Nike parte subito forte, ma non fa i conti con i savocesi che nell’arco di pochi minuti si portano sul 4-1, protagonista Ninnì Mazzeo prima trasforma un calcio di rigore, poi sigla il 4-1. Gli ospiti hanno un momento di sbandamento, ecco il 5-1 di Peppe Mazzaglia, sembrava fatta per i savocesi  che pregusta il successo (mancava poco meno cinque minuti alla fine), invece, sarà stato un calo di tensione o il gol fatto da Carmelo Intelisano che sigla il 5-2, subito dopo arriva il 5-3 di Di Costa pronto a sfruttare un’indecisione della difesa locale.
La gara che sembrava finita, diventa emozionante, la Nike adesso ci crede, i savocesi  accusano il ritorno ospite che diventa pericoloso quando ancora Di Costa accorcia nuovamente: 5-4. Siamo alle battute finali, la Nike intravede il pareggio, il Savoca stringe i denti ………nel momento di difficoltà ecco che dal cilindro del capitano savocese Natale Briguglio arriva la stoccata vincente del 6-4 che mette al sicuro il risultato. Subito dopo arriva il triplice fischio finale dell’arbitro, alcune sue decisioni non sono state gradite dalla squadra ospite che ha criticato soprattutto nel secondo tempo certe decisioni del direttore di gara.
Alla fine ha vinto l’Akron Savoca che prende un po’ di ossigeno per la sua classifica (sette punti), invece continua il periodo non tanto felice della Nike Giardini (terza sconfitta consecutiva) ferma a quota 10 punti.
Prossimo turno, i savocesi saranno impegnati in una trasferta sulla carta proibitiva sul campo del Città di Oliveri, mentre la Nike riceverà il Mortellito, un’altra squadra ben attrezzata, ma bisogna ritornare nuovamente alla vittoria.