A Messina risponde Intelisano: 1-1 il derby Agostiniana – Limina.

C’era tanta attesa nei due ambienti calcistici per il derby della Valle dell’Agrò andato in ondata domenica pomeriggio al Luigi Papandrea di Furci Siculo tra la compagine di casa l’Agostiniana Calcio e il Limina. Come tutti i derby, ci sono stati tutti gli ingredienti, tanto agonismo, due gol, due espulsioni e otto ammoniti.
Alla fine le due squadre si sono divise la posta in palio, forse hai punti avrebbe meritato la squadra ospite che ha giocato gran parte della ripresa in inferiorità numerica (ripartenza dell’Agostiniana con Ciccio Carpillo che trova in varco lungo la corsia sinistra contrastato da Carmelo Puglia che non riesce a frenare la velocità del bomber di casa, poco prima dell’area di rigore applica il classico fallo tattico con conseguente cartellino rosso).
Da questo momento in poi, i ragazzi di mister Filippo Ragusa cambiano regime al ritmo della gara, l’Agostiniana soffre la manovra liminese in campo nel frattempo cambio tattico fuori Thomas Paratore al suo posto Paolo Saglimbeni, proprio dai piedi del neo entrato arriva il gol del pareggio biancoceleste: manovra iniziata dalle retrovie con perfetto lancio in profondità di Tamà lungo la corsia laterale destra per Saglimbeni  breve corsa per un perfetto traversone al centro area che taglia l’intera difesa di casa con la sfera che arriva sul secondo palo dove è appostato come un falco il capitano liminese Filippo Intelisano perfetta elevazione area, perfetto colpo di testa sul lato opposto della porta difesa da Caruso per l’esultanza dei supporters liminesi.
Fischio d’inizio, Agostiniana in vantaggio: Il pareggio liminese è arrivato al 73’, il gol del vantaggio dell’Agostiniana è arrivato subito dopo il fischio d’inizio del sufficiente arbitro Naccari, nemmeno il giro dell’orologio che il risultato viene sbloccato da una azione che parte dalle retrovie con la sfera  che arriva a Carpillo in versione assist-man all’altezza del vertice sinistro dell’area ospite,  per l’accorrente Cristian Messina, tutto in velocità, tiro non forte ma preciso con la sfera che passa tra palo e De Clò per il vantaggio dell’Agostiniana.
Si mette subito sui binari giusti la gara per gli ospiti , ma al 14’ arriva l’infortunio a D’Allura (al suo posto Camelia), ha costretto  mister Di Bella a modificare l’assetto tattico della squadra.
Il Limina pur avendo subito il gol a freddo, non ha perso la testa, ha giocato alla sua maniera con giro palla  con un superlativo Puglia a dirigere la difesa ed un sontuoso Riccardo D’Amico a centrocampo con Paratore (assente Marwin Costa) punto di riferimento in area avversaria. Nonostante il maggior possesso palla, gli ospiti non impensieriscono la porta di Caruso.
L’Agostiniana dopo aver segnato il gol, si fa vedere in avanti prima dell’intervallo con un micidiale contropiede finalizzato da un fendente dal limite di Ciccio Carpillo con la sfera centrale fa la barba alla traversa della porta di De Clò.
Nella ripresa il Limina alza il proprio baricentro con l’Agostiniana che arretra il raggio d’azione pronta ad innescare la ripartenza giusta come quella capitata al 58’ con Carpillo che ha costretto Puglia al fallo da ultimo uomo. In inferiorità numerica viene ancor di più fuori il carattere dei liminesi, bravi a non mollare, decisi a trovare il varco giusto per riacciuffare il pareggio che arriva con una splendida azione manovrata che ha messo k.o l’Agostiniana con il colpo di testa di Intelisano. Il pareggio mette le ali ai liminesi che vedono la possibilità del sorpasso, i locali racchiusi nella propria metà campo riescono a chiude i varchi verso la porta di Caruso.
Gli animi si surriscaldano nei minuti finali, un fallo su Ciatto con conseguente reazione innesca ad un parapiglia nelle vicinanze delle due panchine, a pagarne le spese solamente il difensore liminese.
Ultimo brivido di un derby non certo spettacolare dal punto di vista del gioco, ma emozionante dal punto di vista agonistico, un pareggio che sta stretto al Limina che esce dal Comunale furcese con un risultato positivo che vale l’imbattibilità in campionato, ma perde due pezzi importanti del reparto difensivo per la prossima gara casalinga contro la capolista Akron Savoca, Carmelo Puglia e Peppe Ciatto.
Sul fronte dei padroni di casa una gara non certo entusiasmante, forse una delle più brutte del campionato – come ha dichiarato mister Di Bella –  non abbiamo giocato con la mentalità giusta….”
Intanto alle porte c’è il mercato…….in arrivo tre-quattro nuovi giocatori.

Agostiniana Calcio   1          Limina 2013      1
Marcatori: 1’ Messina, 73’ Intelisano.
Agostiniana Calcio: Caruso, Tomasello, Scarci, Stracuzzi, Garigali  (86’ S. Di Bella), Muscolino, D’Allura (14’ Camelia), V. Di Bella, Carpillo (76’ Caminiti), Miano, Messina. All.  Carmelo Di Bella
Limina: De Clò, Ciatto, Visalli, R. Burgio, Intelisano (80’ G. Puglia .), C. Puglia C., Tamà, R. D’Amico, Occhino (86’ Lo Giudice), Paratore (60’ Saglimbeni), L. D’Amico.  All. Filippo Ragusa.
Ammoniti: Stracuzzi, Miano e Camelia (Agostiniana Calcio), Intelisano, De Clò, R. Burgio, R. D’Amico e L. D’Amico (Limina).
Espulsi: 58’ Puglia, 85’ Ciatto (Limina).
Arbitro: Naccari di Messina