B/1 – Successo sfiorato per il Volley Catania Gupe, il Cosenza vince al tie-break.

Sfugge per un soffio, o come impone la pallavolo per due, la prima vittoria stagionale di Volley Catania Gupe. Un 2-3 dalle mille chiavi di lettura quello che ha preso vita sul parquet dello Sporting Center S. M. della Mercede di S. Agata li Battiati nel pomeriggio di sabato.
In campo infatti due formazioni molto diverse: da una parte, quella di casa, un gruppo giovane e con tanta voglia di dimostrare il proprio valore in campo, dall’altra un team esperto e consapevole dei propri mezzi, che al momento giusto ha saputo far valere questi valori in campo. Questa la sintesi di una gara durata quasi 3 ore, con alti e bassi che hanno visto Volley Catania Gupe fare il bello ed il cattivo tempo.
La gara: Dopo la fase d’avvio in equilibrio infatti, i ragazzi di Petrone alzano il ritmo e guidati da capitan Mollica trovano lo sprint che vale la vittoria del primo parziale. L’equilibrio in campo ritorna protagonista pure al secondo parziale, con i catanesi che sprecano il pallone del possibile 29-27 lasciandosi sfuggire poi il set sul 28-30. Al rientro in campo ancora una tegola per Petrone, capitan Mollica è costretto all’ennesimo forfait, dettato nuovamente da l’insistente fastidio al ginocchio. In campo i compagni faticano a riprendere il filo del gioco permettendo agli avversari di approfittare della situazione (10-17). La quadratura però arriva, con Testa in grande spolvero ed una fase muro-difesa in evidente miglioramento. L’impeto Volley Catania Gupe diventa così incontenibile pure per i più navigati avversari e la situazione torna a favore dei padroni di casa.
Il vantaggio tuttavia è solo momentaneo: Cosenza vende cara la pelle e torna in campo in maniera agguerrita. Mille è una furia, Le Fosse lo segue a ruota. L’assenza di Mollica invece torna a pesare fra le fila dei locali, che questa volta non riescono a trovare per tempo la reazione corretta. Si va al tie break. Partita nella partita, il tie break è lo specchio dell’intera gara. Alto equilibrio di valori sul parquet, anche questa volta Volley Catania Gupe ha in mano la palla del possibile 15-13. L’attacco ospite però non si contiene ed ai vantaggi sono proprio gli ospiti a spuntarla.
“La strada è quella giusta – spiega mister Petrone al termine del match -. I ragazzi hanno mostrato miglioramenti ma anche la discontinuità tipica di quest’età. Lavoreremo per far sì che le prestazioni diventino sempre più incisive e questa partita per me è già un segnale, un passo avanti nel nostro percorso”.
VOLLEY CATANIA GUPE-COSENZA 2-3
Volley Catania Gupe: Mollica 14, Ferraccù 14, Testa 17, Sulfaro 6, Speziale 1, Sanfilippo 3, Fichera 3, Petrone 9, Valentino 3, Coppola T. 0, Coppola E. (L1), Giuffrida (L2). All. Petrone.
Cosenza: Mille 25, Le Fosse 16, Beghelli 8, Longo V. 4, Caracciolo 5, Ruggieri 9, Longo F. 2, Gallo 1, Bongiorno 2, Berruti 4, Fabbriano (L1), Scilla (L2). All. Perri.
Arbitri: Privitera e Grasso di Siracusa.
Set: 25-20, 28-30, 25-21, 15-25, 14-16.