B/2 – Il Pedara si illude, poi la capolista mette il turbo che fa volare l’Amando al comando.

Il Pedara dopo aver perso il primo set, si aggiudica il secondo ma perde nettamente i restanti set sotto i colpi micidiali dell’Amadno Volley S. Teresa che non lascia scampo agli etnei che si devono arrendere alla capolista sostenuta come al solito dall’incessante tifo della Curva, in un Palabucalo gremito.  Punteggio finale di 3-1 per le ragazze di Pietro Camiolo che si confermano leadership del campionato. A sancire la vittoria ci ha pensato una diagonale stretta di Giordana Siracusano che mette a segno il punto 25 che chiude la pratica Pedara.
Camiolo parte con il solito sestetto: Agostinetto in regia, Bertiglia opposto, Mercieca e Richiusa al centro, Rania e Marino schiacciatrici e Foscari libero.
Andaloro, che lamentava alcune assenze (la ex Rapisarda ferma in panchina), si presenta con Perticone in palleggio e Giuffrida opposto, l’ottima Polito e Asero al centro, Bellapianta e Boffi in posto quattro e Bonaccorso Libero
Che la partita sarebbe stata difficile lo si intuisce fin dalle prime battute del primo set. Pronti via e le etnee di portano subito sul 4 a 0, per l’incredulità del pubblico accorso anche oggi numeroso al Palabucalo ad incitare la squadra di Santa Teresa. Una Bertiglia, oggi in splendida forma, con alcuni importanti punti (saranno 7 solo in questo parziale) riporta sotto la capolista Amando.  Quindi arriva un parziale bruciante di 11 a 0 con Alessandra Marino al servizio e il sestetto in campo coeso a difendere e a contrattaccare. La squadra cara al presidente Lama prende un vantaggio di 7 punti (14-7) che porta avanti fino alla fine del set, rintuzzando le velleità di recupero delle avversarie (25-18).
Nel secondo parziale si va avanti punto a punto fino al 22 pari. Poi sul servizio della Perticone le catanesi chiudono sul 25-22, mettendo in mostra qualche lacuna della squadra santa teresina, che non riusciva a contrastare ne a muro, ne in  difesa, gli attacchi che provenivano soprattutto da posto quattro con Boffi  e Bellapianta, e dal centro quando in prima linea c’era Daniela Polito, che strappava qualche applauso con delle splendide combinazioni in fast.
Il Mister dell’Amando catechizzava a dovere le sue atlete al cambio campo e all’inizio del 3° set la musica era totalmente diversa. Saliva il livello di gioco delle schiacciatrici Rania e Marino, ottime anche in difesa e ricezione; Agostinetto riusciva a smistare meglio il gioco, coinvolgendo anche le centrali. Il Set è quasi un monologo della Farmacia Schultze- Villa Zuccaro. Andaloro cercava di ostacolare le avversarie con l’ingresso di Bachini e Parpaglioni per Asero e Giuffrida, ma in 20 minuti si chiudeva sul 25-11.
Il terzo set segue i binari del precedente.  Le 2 centrali riescono a mettere a terra veloci e fast, Bertiglia continua a martellare (top scorer con 23 punti ), Marino e Rania passano ora con piazzate ora con bordate.
Post  gara con mister Francesco Andaloro (Pedara) “  “Abbiamo tenuto testa ad una buona squadra, non a caso prima in classifica. Purtroppo numericamente giochiamo a ranghi ridotti e questo ci penalizza, sono certo che superato questo problema otterremo risultati migliori”.
Farmacia Schultze Villa Zuccaro: Rania 8, Marino 16, Bertiglia 23, Mercieca 6, Richiusa 5, Agostinetto 6, Siracusano 1, Foscari (L1). De Luca, Casale, Grillo (L2).  All.: Camiolo.
Planet: Polito 12, Giuffrida 6, Bellapianta 14, Perticone 1, Asero 2, Boffi 12, Bonaccorso (L1). Bachini, Parpaglioni. Ne Viola (L2), Rapisarda. All.: Andaloro
Arbitri: Richichi e Di Certo