B/1 – La capolista Savam Volley Letojanni nella tana del Tigano Volley Palmi degli ex secondi in classifica,

Sarà la partita della verità. Uno scontro diretto che si preannuncia già infuocato e che vedrà opposte la prima e la seconda della classe. Le due squadre che fin qui hanno recitato il ruolo più importante e che adesso si sfideranno in un match da tutto esaurito.
Sabato, alle ore 18, al Pala “Surace”, ci sarà molto probabilmente una cornice di pubblico delle grandi occasioni, visto che a scontrarsi saranno un Franco Tigano Volley Palmi e una Savam Costruzioni Volley Letojanni intenzionate a fare il colpaccio. Una partita che staff tecnico e società letojannese vogliono a tutti i costi far loro per allungare in classifica e mantenere la prima posizione in graduatoria. Per il momento gli jonici di mister Centonze sono appostati a quota 19 punti, a +1 proprio dai calabresi di Polimeni che però hanno già osservato un turno di riposo.
Per questo motivo la squadra reggina punterà al sorpasso, forte di uno zoccolo duro composto da tre ex giocatori di una Savam che ha già visionato i video delle partite giocate fin qui dai calabri, lavorando nel corso delle quattro sedute settimanali di allenamento su ogni dettaglio. Contro il sestetto palmese, che già a luglio scorso non aveva nascosto le sue velleità di promozione, potrebbero essere infatti i particolari a fare la differenza. E proprio in questa direzione si è mosso lo stesso Centonze che, nel corso della settimana, ha intensificato il lavoro tecnico e tattico, in vista di un match che vedrà dall’altra parte della rete l’opposto Laganà che ha militato tra le fila del Letojanni per due stagioni, così come il centrale Remo, e l’attaccante Schipilliti che in Sicilia ci è rimasto per ben quattro annate.
Nel corso delle quali i successi non sono di certo mancati, anzi si sono succeduti di anno in anno, conducendo la Savam a giocarsi pure gli spareggi per la serie A2. Risultati che al Pala “Letterio Barca” non sono di certo passati inosservati e che ormai fanno parte integrante della storia della società locale. Un sodalizio che si sta preparando alla delicata sfida, cercando di migliorare ancor di più l’intesa tra i reparti, anche se il gruppo ha già raggiunto nelle ultime quattro gare la quadratura del cerchio. E a dimostrazione di ciò vi sono le quattro vittorie consecutive incamerate contro il Palermo, il Partanna, il Raffaele Lamezia e il Morgan Barcellona. Tutte battute grazie alla determinazione e alla voglia di far bene in un campionato molto equilibrato.
Soprattutto nei piani alti della classifica, dove anche Modica, Universal Catania e Palermo saranno molto probabilmente in grado di lottare fino all’ultimo per un posto al sole, visto che finora hanno mostrato tutto il loro valore, malgrado siano andati a sbattere in qualche giornata storta. Nulla di allarmante comunque, visto e considerato che i tempi per spiccare definitivamente il volo in classifica non sono ancora maturi e da qui alla fine tutto potrà accedere.
Intanto testa alla gara di Palmi che domani sarà arbitrata da Morello di Catanzaro e Scavelli di Lamezia Terme.