Il Presidente Paolo Bucceri: Il Real Taormina crede alla salvezza: presi cinque nuovi giocatori.

Il Real Taormina volta pagina, anzi continua nel suo progetto di futsal con il massimo impegno, serenità, sacrificio, con l’unico obiettivo centrare la salvezza nel suo primo campionato di Serie C/2, categoria conquistata vincendo al rush finale la scorsa stagione la Serie D del Comitato di Messina.
Allo stato attuale, dopo nove giornate la classifica non sorride alla compagine del Presidente Paolo Bucceri, ultimo posto in graduatoria, soli 4 punti conquistati, frutto di una vittoria, un pareggio e sette sconfitte, con 29 gol fatti e 48 subiti.  Tutto non è ancora perduto, al momento per agguantare il primo obiettivo è agganciare la zona play-out che dista solamente 3 punti (Città di Nicosia) penultimo, solo 4 lunghezze distano il trio a quota otto punti (Gagliano, Melas e Libertas Zaccagnini).
Ancora il campionato è lungo, mancano ben cinque gare al giro di boa, l’obiettivo dei ragazzi del Presidente Bucceri è invertire la rotta a partire dalla gara di Sabato pomeriggio contro il quotato San Nicolò che occupa la settima posizione con 13 punti.
Per risalire la china, il Real Taormina ha cambiato “pelle” nel mercato “dicembrino” inserendo nell’organico nuovi giocatori che hanno accettato con tanto entusiasmo la nuova destinazione con la voglia di dare il proprio contributo per la salvezza della squadra taorminese, nonostante l’ultima posizione, credono fortemente di poter raggiungere l’obiettivo.  I nuovi volti del Real sono Fulvio Pettinao, Peppe Pantè con esperienza nella Nike Giardini, poi Carmelo Garufi e Cristian Mosca, infine Lorenzo Sturiale.
Gente che arriva gente che se ne va, hanno preferito altre destinazioni come i due portieri Emanuele Monaco (Alias), Mimmo Melita (Unione Comprensoriale), Matteo Sturiale (Valdinisi).
Nessuna rassegnazione in casa del Real Taormina che in questa prima fase del campionato ha pagato a caro prezzo, non solo lo scotto di essere una matricola, ma soprattutto quella degli infortuni che hanno caratterizzato il cammino non certo brillante della compagine tanto cara al Presidente Paolo Bucceri.
Proprio con il numero uno taorminese abbiamo scambiato alcune battute sul momento non certo felice della sua squadra: “ la classifica non ci sorride – esordisce il Presidente Paolo Bucceri – la dea bendata non ci è stata molto vicina, siano stati colpiti da molti infortuni  che ci hanno penalizzato non avendo mai la rosa al completo”
Lei crede di poter raggiungere la salvezza, lo dimostra lo sforzo fatto in questo mercato di Dicembre? “ Sono consapevole delle difficoltà, insieme a chi continua a credere nel progetto del Real Taormina,  non sono un tipo che molla nelle difficoltà come  chi ha lasciato la squadra, forse per mancanza di stimoli o perché altrove si vince facile,  guardo al futuro con l’obiettivo che è sempre lo stesso salvare la categoria è ricominciare il prossimo anno più forti di prima”.
Presidente da queste parole lei smentisce categoricamente le voci di un suo “ritiro”? “ ….prima di rispondere il Presidente Bucceri ci sorride… “ non si abbandona la barca nel momento di difficoltà, ripeto il mio obiettivo insieme ai miei collaboratori è salvare la categoria. Il Real Taormina  è vivo, lotterà con tutte le sue forze sul campo, è sul terreno di gioco che si conquistano i risultati e le vittorie, per vincere campionati o salvare la categoria”
Presidente grazie della sua chiarezza….? “ Mi scusi se la interrompo, il Real Taormina non smobilita, è presente non solo in C/2 ma anche con una squadra in Serie D nel campionato CSI e con una squadra femminile il cui torneo prenderà il via ad inizio Gennaio”.