Consegnato il premio “The Best Coach 2018” a ben 35 “mister” messinesi dall’Eccellenza alla Terza Categoria e Calcio a 5.

La tradizionale festa di fine anno dell’A.I.A.C. di Messina si è svolta, per il terzo anno consecutivo, presso la Sala Consiliare del Comune di Santa Lucia del Mela. Carrellata di premi nell’ambito del “The Best Coach”, giunto alla sua sesta edizione, con protagonisti gli allenatori associati che si sono maggiormente distinti nel 2018.
Insieme al presidente dell’A.I.A.C. di Messina, Andrea Argento, erano presenti, per l’Amministrazione comunale di Santa Lucia del Mela, il Sindaco Matteo Sciotto e l’Esperto allo Sport Francesco Soldino; Giuseppe Molino, presidente del Comitato Figc di Barcellona Pozzo di Gotto; il delegato provinciale del calcio a 5 Omar Menolascina per la Figc di Messina; Francesco Giorgio, fiduciario del Coni Messina; il consigliere nazionale A.I.A.C. Roberto Bellomo; il segretario regionale A.I.A.C. Salvo Arcidiacono; il presidente dello Juventus Club di Santa Lucia del Mela e consigliere comunale, Benedetto Merulla.
Nel corso della manifestazione, dall’Eccellenza alla Terza Categoria di calcio a 11, passando per il settore giovanile e scolastico ed all’attività di base, fino al calcio a 5, sono stati premiati tutti gli allenatori associati che hanno vinto il campionato d’appartenenza al termine della regular season, che sono stati promossi dopo i playoff o che hanno partecipato agli spareggi con in palio il salto di categoria.
Ecco tutti i premiati per l’edizione 2018
Premiati Eccellenza (3): Giuseppe Furnari (Città di Messina, vincente campionato), Santino Bellinvia (Città di Sant’Agata, vincente playoff) e Pasquale Ferrara (Camaro, partecipante playoff).
Premiati Promozione (4): Francesco Nardi (Geraci, vincente campionato), Domenico Moschella (Jonica, vincente campionato), Giuseppe Alizzi (Terme Vigliatore, partecipante playoff), Paolo Bitto (Tirrenia, partecipante playoff).
Premiati Prima Categoria (5): Giuseppe Lombardo (Rocca di Caprileone, partecipante playoff), Domenico Caragliano (Virtus Milazzo, vincente campionato), Giuseppe Nastasi (Milazzo Academy, vincente playoff), Giuseppe La Rocca (Aquila, partecipante playoff), Giuseppe Salvo (Nuova Azzurra, partecipante playoff).
Premiati Seconda Categoria (6): Hanno ricevuto gli attestati Giuseppe Magistro (Nasitana, vincente campionato), Antonino Cannaò (Juvenilia, partecipante playoff), Guglielmo Mastroeni (Antillese, vincente playoff), Giuseppe Mangiò (Akron Savoca, partecipante playoff), Isidoro Orsina (Atletico Francavilla, partecipante playoff), Filippo Ragusa (Limina, partecipante ai playoff).
Premiati Terza Categoria:
Delegazione di Barcellona P.G. (1): Umberto Cusimano (Caronia, vincente playoff),
Delegazione di Messina (3): Roberto Smedile (Cus Unime, vincente playoff), Antonino Spadaro (Atletico Pagliara, partecipante playoff), Christian Fiorentino (Real Zancle, partecipante playoff).
Delegazione di Catania (1): Giovanni Currò (ASD Kaggi, vincente playoff).
Juniores Regionali Messina Girone A: Filippo Romeo (Camaro, vincente campionato). Girone B: Domenico Riganello (Jonica, vincente campionato).
Settore Giovanile e Scolastico: Pietro Mangano (Sporting Atene Messina), Giuseppe Cosimini (Città di Messina).
Attività di base: Maurizio Saporoso (Camaro), Vincenzo Velardo (Città di Messina).
Premiati Calcio a 5:
Serie C1: Sebastiano Spinella (Città di Oliveri, partecipante playoff),
Serie C2: Daniele Golinelli (Pompei, vincente campionato), Giovanni Cento (Siac, vincente playoff), Elio Galia (Città di Barcellona, partecipante playoff).
Serie D Maschile: Fabio Famà (Spadaforese, partecipante playoff),
Serie D Femminile: Tiziana Impoco (Cus Unime, vincente playoff).
Premio alla Memoria: Assegnato, inoltre, un riconoscimento alla memoria del mister Carmelo Bella, dapprima tecnico e poi dirigente molto apprezzato a Santa Lucia del Mela, con la figlia Nunziella che ha ritirato la targa in ricordo del padre, consegna dal tecnico Giuseppe Genovese.
Premio attività internazionale: E’ stato invece premiato il messinese Giovanni Costantino, che fa parte dello staff di Marco Rossi, oggi alla guida della Nazionale ungherese, con cui ha portato nella scorsa stagione alla qualificazione ai preliminari di Europa League gli slovacchi del DAC Dunajska Streda. “Abbiamo raggiunto il traguardo europeo che mancava da 25 anni nella storia del club – ha detto Costantino – quando nessuno se lo aspettava. Adesso con l’Ungheria ci prepariamo per le qualificazioni a Euro 2020. Marco Rossi è un grande professionista che fa sentire tutti parte integrante del suo staff. Io ricopro diverse mansioni, faccio il match analyst e svolgo anche il lavoro sul campo. Dico grazie al presidente Argento ed a tutto il direttivo per questo premio, mi fa piacere riceverlo dagli allenatori e spero di poter rappresentare bene Messina nel mondo”.
Ha fatto gli onori di casa il Presidente dell’A.I.A.C Messina – Andrea Argento: “Per noi è sempre il giorno più bello quello in cui salutiamo l’anno che sta per andare via dando i giusti meriti e i riconoscimenti ai nostri associati che si sono maggiormente distinti. E’ anche quello nel quale tracciamo i bilanci dell’annata e ci rendiamo conto di quanto stiamo crescendo come associazione. Non parliamo solo di numeri, anche se basterebbero quelli, ma di qualità degli eventi e della percezione che si ha sul territorio del nostro operato e dell’A.I.A.C. di Messina. Ringrazio l’Amministrazione comunale di Santa Lucia del Mela per averci ospitato in una località che è incastonata nel cuore della nostra vasta provincia, il Sindaco Matteo Sciotto, il CONI Messina, le delegazioni Figc di Messina e Barcellona, nonché l’A.I.A.C. rappresentata dal consigliere nazionale Roberto Bellomo e dal segretario regionale Salvo Arcidiacono per aver presenziato ed impreziosito questo evento”.