Sei “mister” di calcio a 5 premiati con “The Best Coach 2018”: Spinella, Golinelli, Cento, Galia, Famà e Impoco.

Alla sua terza edizione il “The Best Coach 2018” dell’Associazione A.I.A.C Messina con la  cerimonia di consegna degli attestati ai protagonisti, anzi agli allenatori che hanno vinto il campionato, ma non solo, ma  anche che hanno ottenuto il pass promozione attraverso i play-off, riconoscimenti anche a chi ha partecipato agli spareggi per il salto di categorie.
In quel di S. Lucia del Mela il pianeta futsal messinese è stato premiato dall’A.I.A.C del Presidente Andrea Argento dal campionato di Serie C1 alla serie D maschile e femminile.  Riconoscimenti per ben sei “coach” da Sebastiano Spinella a Daniele Golinelli,  da Giovanni Cento a Elio Galia, da Fabio Famà a Tiziana Impoco.
Premi andati a “coach” dalla Serie C1 alla Serie D per la stagione sportiva 2017-18, andiamo a vedere chi sono i premiati:
Sebastiano Spinella (Città di Oliveri): Una stagione fantastica sulla panchina del Città di Oliveri che si presentava nel campionato di Serie C1 da matricola, conclude la regular season al quarto posto con 40 punti, frutto di 11 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte, con 86 gol e 71 subiti. Posizione che vale la qualificazione alla semifinale play-off sul campo della terza classificata Futsal Mascalucia, gara che si conclude sul punteggio di 4-4 con il passaggio alla finale degli etnei.
Daniele Golinelli (Pompei): Premiato per aver vinto il campionato di Serie C2 – Girone C – con i colori del Pompei. Un cammino vincente, 50 punti frutto di 16 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte con 118 gol realizzati (secondo miglior attacco) e 71 gol subiti (miglior difesa).
Giovanni Cento (Siac Messina): Il giovane mister peloritano conclude il campionato di Serie C2 – Girone C –  in terza posizione con 42 punti con 13 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte con 106 gol fatti e 72 subiti. Terzo posto che qualifica la Siac alla semifinale play-off con la Nike Club Giardini vinta per 3-1. In finale pareggia (2-2) in casa con il Sant’Antonino che vale il salto in Serie C1.
Elio Galia (Città di Barcellona). Conclude in seconda posizione il campionato di Serie C2 – Girone C con 43 punti, grazie alle 13 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte, frutto di 91 gol fatti e 74 subiti. Posto d’onore che vale  la semifinale con il Sant’Antonino quinto classificato. La compagine barcellonese non sfrutta il fattore campe è perde  per 5-4.
Fabio Famà (Spadaforese): Conclude il campionato di Serie D – Girone A – al primo posto in coabitazione con il Pro Messina Intollerando con 43 punti, grazie a 16 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte con 138 gol fatti (secondo miglior attacco)  e 57 gol subiti (miglior difesa).  Perde lo spareggio per il salto di categoria in Serie C2 (3-1).  Si deve arrendere per 2-0 nella finale play-off con il Melas.
Tiziana Impoco (Cus Unime): Unica “coach in rosa” premiata in quel di S. Lucia, Tiziana Impoco vince i play-off del campionato di Serie D femminile dopo aver concluso il campionato in seconda posizione con 36 punti (dietro la Tirrenia), frutto di 11 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, con 57 gol fatti e 18 subiti (miglior difesa).  In semifinale supera 5-0 l’Acquedolcese in finale pareggia (4-4) con  il Gescal che vale il salto in Serie C/2.