Quinta vittoria consecutiva per il Basket Giarre con un super Casiraghi supera 76-61 Gravina.

E sono cinque. Il Basket Giarre al Pala Cannavò ottiene la quinta vittoria consecutiva consolidando un quinto posto in classifica molto positivo. Davanti al solito caloroso pubblico i gialloblu di coach Simone D’Urso tirano fuori l’ormai solita prestazione tutto cuore e muscoli e battono il Gravina con un netto distacco finale. Menzione d’onore per Claudio Casiraghi, la guardia lombarda, ormai siciliana e giarrese d’adozione, totalizza ben 31 punti dimostrando la sua ottima giornata di grazia e trascinando a suon di triple i suoi compagni.
All’inizio parte meglio il quintetto di Marchesano con un 0-4 che viene immediatamente colmato e superato con il massimo vantaggio ottenuto dal Giarre: un +16 tra primo quarto (26-13) e inizio del secondo. Proprio in questo mini tempino gli ospiti dimezzano il parziale sul -8 riaprendo la contesa. Al rientro dall’intervallo lungo Gravina si mantiene vicino ma i locali non ci stanno e allungano ancora aumentando il gap, soprattutto nell’ultimo quarto quando il massimo vantaggio arriva a +17 con pochi minuti da giocare. La sirena farà esplodere con grandi applausi i tifosi rivolgendosi ai propri beniamini sul parquet.
Post-gara con coach D’Urso: “Forse un filotto di vittorie così lungo oggettivamente abbiamo sempre trovato difficoltà a farlo, anche in passato. Finalmente stiamo unendo il fattore casa a delle buone prestazioni in trasferta quindi possiamo delineare un ruolino di marcia che adesso è un po’ diverso rispetto a quello di inizio anno. Stiamo lavorando finalmente a ranghi completi ed è un’altra cosa avere tutti gli effettivi a disposizione. Mi è dispiaciuto per Motta che nell’applicazione ha avuto un problemino ma rientrerà a pieno ritmo come faranno pure Maida e Costanzo. Solitamente non parlo mai dei singoli però su Casiraghi posso dire che un po’ come il buon vino invecchiando migliora.
Claudio sta lavorando in maniera incredibile anche in settimana, è diventato molto più giocatore che conosce i suoi limiti e proprio per questo è in grado di superarli. Non si intestardisce su qualcosa che non può fare più fisicamente ma gioca tantissimo attivando il cervello. Oggi gli ho visto fare tecnicamente della roba che in questo campionato non c’entra nulla.
Sabato prossimo in casa affronteremo la corazzata Orlandina che insieme a Ragusa è la più in forma del momento. Basti pensare che ieri hanno vinto contro la seconda in classifica con 50 punti di distacco. Una squadra attrezzata per il salto in serie B che si è pure rinforzata. Noi cercheremo di fare il nostro sotto la spinta del calore giarrese e con la consapevolezza di avere alle spalle la leggerezza di parecchi risultati positivi”.
BASKET GIARRE    76          SPORT CLUB GRAVINA    61
Giarre: Costanzo, A. Leonardi 3, G. Vitale 5, N. Leonardi 3, Arcidiacono 10, Marzo 18, Cantarella 4, Saccone 2, Casiraghi 31. Ne: Maida, Motta. Coach: Simone D’Urso
Gravina: Ferrara 4, R. La Mantia, G. La Mantia 9, Barbera 3, Santonocito 16, Genovesi 11, Alì 2, Renna, Privitera 1, Saccà 15. Coach: Giuseppe Marchesano
Arbitri: Puglisi di Acicatena e Parisi di Catania
Parziali: 26-13; 44-33; 59-50
Alessandro Famà