Una super Vigor Itala ferma la corsa della capolista Meligunis. Il Camaro in vetta alla classifica. Parità tra Giovanni Paolo e Atene.

Con la prima del nuovo anno, cambia il vertice della classifica del campionato di Serie D – Girone A –  di calcio a 5 maschile della delegazione di Messina.  La Vigor Itala del nuovo corso Simone Mattina ferma la marcia della capolista Meligunis Lipari (8-4), scivolone che permette al Camaro (6-1) all’Ulisse Eventi Rometta di balzare in testa alla classifica con 18 punti.
Ad una giornata dalla fine del giro di boa, è la squadra con più chance di tagliare il traguardo di “Campione d’Inverno”. Titolo che può essere contrastato appunto dall’ex capolista Meligunis e dalla Vigor Itala che inseguono a due punti.
Domenica 13 Gennaio si è disputata l’ottava giornata, prima di parlare dei verdetti maturati in campo,  facciamo un passo indietro, ovvero durante la sosta natalizia si sono disputati “tre recuperi”: Giovanni Paolo II – Meligunis Lipari: 5-2 (1^ Giornata), Atletico Messina – Camaro: 3-2 (2^ Giornata),  e Tirrenia- Atene: 4-7 (5^ Giornata).
Gli occhi degli sportivi per la ripresa del campionato erano senz’altro sul big-match tra Vigor Itala e la capolista Meligunis. I ragazzi del neo mister Simone Mattina compiono l’impresa di battere i primi della classe con una grande prestazione, senza perdersi d’animo dopo essersi trovati sotto di due gol.
E’ la capolista che si porta in vantaggio con G. Lo Schiavo su calcio di rigore, il numero dieci eoliano concede il bis mettendo a segno il 2-0. Qui si è vista la forza di carattere dei padroni di casa che prima accorciano con Muscolino, poi riacciuffano il pari con Bagnato. La gara è intensa, emozionante con il Meligunis che ha dimostrato di essere una grande squadra, si riporta nuovamente in vantaggio con lo scatenato Lo Schiavo nei minuti finali della prima frazione che porta all’intervallo con il vantaggio ospite per 3-2. Al rientro, una determinata Vigor cambia registro alla gara, arriva il pareggio (3-3) su rigore di Bagnato. Ancora gli ospiti si portano sul 4-3 con Lo Schiavo che fa poker personale.
Ancora una volta la Vigor è costretta a rimontare, ci riesce con uno –due di La Fauci e Orazio Stracuzzi ribalta il risultato. Una strepitosa punizione dello squalo Orazio Stracuzzi permette all’Itala di allungare (6-4), la capolista sembra accusare il colpo, ci pensa il giovane La Fauci a mettere al sicuro il risultato (7-4). L’apoteosi arriva con il bolide di Stracuzzi che mette a segno una tripletta personale per il risultato finale di (8-4).  Immaginabile l’euforia a fine gara che vale l’aggancio al secondo posto all’ex capolista Meligunis che perde il primato, grazie alla vittoria del Camaro che approfitta prontamente dello scivolone della squadra di Lipari.
Il Camaro blinda il successo (6-1) mai messo in discussione nella gara casalingo con l’Ulisse Rometta. Apre le marcature con una doppietta Antonio Costa, il 3-0 porta la firma di Pancaldo. Ad inizio ripresa arriva il gol dei tirrenici con Li Mura. Nessuna distrazione per i locali che vanno a segno con Teresano (4-1), poi la doppietta di Michael Costa per il (6-1), un successo che vale il primato in classifica.
Continua la risalita in classifica dell’Atletico Messina che espugna Villafranca superando (6-4) lo Sportiamo. Protagonisti della vittoria in una gara a tratti spettacolare, con le loro triplette Cucinotta e Andronico. I locali ribattono con la tripletta di Scibilia e con il gol di De Meo. Un successo importante che fa seguito a quello ottenuto nel recupero contro il Camaro che fa salire l’Atletico a 10 punti agganciando lo Sporting Atene che ha impattato (2-2) sul parquet nel derby cittadino con il Giovanni Paolo II.
Doppietta di Russo per la compagine salesiana, doppietta di Delia per l’Atene.  Un pareggio che rallenta il  cammino del Giovanni Paolo che viene raggiunto in quarta posizione (13 punti) dalla Pro Mende che supera sul parquet amico (6-3) la Tirrenia.