B1 – Perde il primo set, poi la rimonta: la Savam Letojanni vince in casa dell’Universal Catania, chiude l’andata al secondo posto.

La prestazione non è stata delle migliori. Su questo non ci piove. Ma nei momenti decisivi la squadra ha risposto presente, tenendo testa ad un sestetto rimaneggiato e che ha messo in seria difficoltà tutti i reparti. E il risultato finale non poteva che essere positivo.
Un 3 a 1 netto e senza storia per la Savam Costruzioni Volley Letojanni che, contro un Universal Catania vivo solo nel primo  e nel terzo set, ha dimostrato di essere pimpante e lesta nonostante nel corso della gara di Cibali abbia accusato dei cali di tensione. Un match durante il quale i ragazzi di mister Centonze hanno, comunque, messo in campo orgoglio e ardore, con il rischio di venire però risucchiati nel gioco del Catania.
Qualcosa che non è accaduto (complice l’assenza tra le fila etnee di Arezzo, accasatosi al Pisa nei giorni scorsi), visto che capitan Schifilliti e compagni, dopo una partenza negativa, sono riusciti a ritornare subito in partita, soffrendo solo nel terzo set. Di dominio assoluto letojannese invece il secondo parziale, così come l’ultimo.
Primo Set: il primo iniziava con un testa a testa e con la squadra locale che riusciva ad andare avanti sul 6 a 4 grazie ad un ottimo Nicolosi, infortunatosi proprio alla fine del parziale. Un round che vedeva l’Universal più in palla rispetto ad un Letojanni che subiva le scorribande dei padroni di casa, giocando male in quasi tutti i fondamentali. Risultato: catanesi avanti sul 10 a 6 e galvanizzanti dall’atteggiamento molle degli ospiti. Questi ultimi non riuscivano a recuperare e il Catania ne approfittava così per andare prima sul 14 a 9 e poi sul 17 a 12. La Savam non reagiva, sbagliava molto a servizio e questo portava gli etnei ad avanzare sul 20 a 15. Su questo punteggio Centonze operava un doppio cambio: dentro Tomasello e Saglimbene, fuori Schifilliti e Saraceno. Ma ciò non sortiva alcun effetto, con il Catania che si imponeva per 25 a 21.
Secondo Set: Si andava pertanto al secondo parziale che iniziava con un dominio assoluto del Letojanni, con l’Universal che appariva afflosciato e poco reattivo e con gli ospiti che andavano subito sul 5 a 0 e poi sul 10 a 3 grazie agli attacchi potenti e precisi di Boscaini e Saraceno e alle battute errate dell’Universal. Il sestetto etneo sembrava non avere più benzina nel motore e ciò facilitava il gioco del Letojanni che, con una difesa e dei muri precisi giungeva, sul 14 a 3 e poi sul 19 a 3.
Ospiti sugli scudi e locali completamente in balia delle onde e il passivo aumentava (23 a 3). Tutto grazie a 3 ace di Fasanaro alle saette di Saraceno, Boscaini e Bonsignore che portavano la squadra a vincere per 25 a 5.
Terzo Set: Ospiti demoliti dal punto di vista psicologico e terzo set iniziava sotto la spinta del Letojanni che tentava di portarsi avanti, come fatto nel secondo round, ma che si scontrava con il ritorno prepotente del Catania. Si prefigurava, dunque, un punto a punto tra i due sestetti che si mantenevano sul pari (4 a 4, 8 a 8 e 10 a 10) fino al 13 a 10 dei messinesi. Poteva essere la svolta e invece l’Universal recuperava terreno, passando in vantaggio sul 14 a 13. Ma era solo un fuoco di paglia, visto che gli uomini di Centonze ristabilivano di nuovo la parità fino al 21 a 21, prima del 23 a 21 dei catanesi che, senza il ritorno prepotente di Schifilliti and company, avrebbero potuto chiudere i giochi. Sul 23 a 23, però, il Letojanni aveva la meglio con Boscaini e Bonsignore  che facevano 25 a 23.
Quarto Set: A questo punto bastava vincere il quarto set che cominciava con la Savam in grande spolvero (5 a 1 in pochi secondi) e sempre avanti. Si andava, pertanto, sul 10 a 4 e poi sul 15 a 6, con gli ospiti molto attivi su tutti i fronti e i locali fortemente demoralizzati. Così Saraceno e D’Andrea iniziavano a mettere giù palloni pesanti per il 18 a 8 e poi per il 22 a 9: ci pensava poi Boscaini a chiudere il set con il punto del 23 a 9 e con il muro del 25 a 9.
Partita molto altalenante ma che alla fine ha premiato la squadra letojannese che, con questa vittoria, raggiunge quota 29 punti in classifica, appaiata al secondo posto assieme al Palermo. Adesso sosta e inizio del girone di ritorno, previsto per il 2 febbraio, quando la Savam renderà visita al Tonno Callipo Vibo Valentia, alla ricerca di punti salvezza.
UNIVERSAL CATANIA: Andriola, Giardina, Genovese 18, Battiato 3, Arena 7, Balsamo 3, Spampinato 10, Nicolosi 8, Parco 1, Spalletta L. ALL.: Lopis
SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI: Schifilliti 2, Saraceno 14, Fasanaro 8, D’Andrea 7, Boscaini 13, Bonsignore 11, Ruggeri L1, Saglimbene 2, Tomasello. N.e. Andronico L2, Mastronardo, Bertone. ALL.: Centonze
SET: 25-21, 5-25, 23-25, 9-25