Solo su rigore la capolista Calcio Furci doma il Calcio Lavinaio. Colpo esterno da play-off per il Casalvecchio Siculo. Pari dell’Akron a Mascali. Robur e Kaggi non mollano.

La prima di ritorno non ha riservato particolari sorprese, tutto secondo pronostico anche se la capolista Calcio Furci è riuscita a portare i tre punti a casa solo a metà ripresa su calcio di rigore contro un buon Calcio Lavinaio.  Un successo che permette ai ragazzi di mister Peppe Mancuso di guidare la classifica del campionato di Seconda Categoria – Girone D – non molla l’immediata inseguitrice che sfrutta pienamente il doppio turno casalingo sconfiggendo con un secco 3-0 l’Acitrezza.
Colpo esterno della Robur sul campo di Librino si conferma terza forza del torneo, segue il Riposto scatenato (5-0) contro il fanalino di coda della Civitas Linguaglossa reduce due vittorie consecutive. Una giornata che ha riservato, grazie alla vittoria sul campo difficile del Calcio S. Venerina, per la prima volta l’ingresso nella griglia dei play-off del Casalvecchio Siculo (quinto con 21 punti), il gol del centrocampista Onofrio Smiroldo ha permesso di scavalcare in classifica l’Akron Savoca fermato in quel di Mascali dalla Giovanile che perde ulteriore possibilità di poter risalire la classifica, stesso discorso vale anche per il Calcio S. Venerina.
Una giornata in cui sono state realizzate 13 reti, due vittorie casalinghe (Furci e Riposto) , due esterne (Robur e Casalvecchio),  un solo pareggio (Giovanile-Akron).
I numeri della giornata indicano il miglior attacco è quello del Kaggi (26 reti) seguito dal Riposto (21), come miglior reparto difensivo con il gol incassato, l’Akron Savoca (9 reti), è primo insieme al Calcio Furci e Riposto. Complessivamente sono state segnate 198 reti, di cui 115 dalle squadre di casa e 83 da quelle in  trasferta. Miglior capocannoniere del  girone D con 11 reti Lorenzo D’Amico (Calcio Furci). (guarda la classifica marcatori)
La capolista Calcio Furci all’insegna del suo “bomber” D’Amico (1-0): La gara viene decisa dagli undici metri, a trasformare il penalty non poteva essere che lui, il trascinatore dei giallorossi, ovvero Lorenzo D’Amico che al 73’ con il risultato bloccato sul punteggio di 0-0 si è assunto una responsabilità da giocatore maturo a fare gonfiare la rete della porta avversaria è regalare tre punti importanti di una gara non facile quella contro il Calcio Lavinaio che si è difeso con ordine chiudendo bene gli spazi ai vari attacchi giallorossi che prima del rigore hanno sprecato anche delle occasioni per sbloccare il risultato. Un successo che porta la firma di Lorenzo D’Amico che vale il settimo risultato utile consecutivo, soprattutto punti preziosi che tengono a tre punti il Kaggi di mister Giovanni Currò, l’unica squadra che è riuscita a superare i furcesi.
Il Kaggi non molla fa valere la legge del V. Mazzola (3-0): La gara contro l’Acitrezza era piuttosto delicata per i ragazzi di mister Currò, un avversario tenace che non molla mai con ottime indivualità su tutti il bomber Carlo Imperiale.  Una gara da non sottovalutare,  così è stato per i padroni di casa sempre sostenuti dai propri tifosi alla fine si sono  3-0 grazie alle reti di Leonardi che sblocca il risultato a metà del primo tempo. Ad inizio ripresa, al 65’ arriva il raddoppio di Francesco Currò, a 10’ dalla fine il tris firmato Giamporcaro,  una vittoria che  permette alla formazione della Valle dell’Alcantara di stare in scia  (-3) della capolista Calcio Furci, soprattutto confermarsi al posto d’onore.
Con il minimo risultato la Robur espugna Librino (1-0): Non è stata una facile vittoria per i ragazzi di mister Alessio Camarda su un difficile campo, nonostante la posizione in classifica. Il Pro Librino ha affrontato i roburini a viso aperto con il chiaro intento di ritornare alla vittoria che manca da diverso tempo, ma soprattutto interrompere la striscia di quattro sconfitte consecutive.
La Robur ha rischiato di soccombere alla mezz’ora del primo tempo quando Celano colpisce la traversa, poco prima era stato Marco Calì ad avere l’opportunità di sbloccare il risultato. L’incontro si decide a metà della ripresa al 75’ ispiratore Alessandro Monforte che pennella un perfetto assist per Filippo Saglimbeni che non lascia scampo all’estremo difensore locale. La reazione locale si fa sentire, ma la Robur riesce a chiudere ogni velleità ai locali che si devono arrendere alla più quotata formazione del Presidente Carmelino Laganà in piena lotta play-off.
Ritorna al successo il Riposto (5-0): Dopo due sconfitte consecutive arriva una netta vittoria per i gialloverdi del Riposto Calcio che gioiscono fra le mura amiche, un successo che mancava dal lontano 25 Novembre.  Cinque gol contro il fanalino di coda della Civitas Linguaglossa reduce da due vittorie consecutive, una squadra in piena salute intenta a risalire la classifica.
Alla vigilia una gara da prendere con l’attenta concentrazione per evitare brutte sorprese, gara che viene sbloccata da Tropea che si avventa su una ribattuta del portiere avversario. Il raddoppio su calcio di punizione di Russo. Nella ripresa arriva l’eurogol di Coco per il 3-0, poi ancora Russo (4-0) e Coco (5-0).
Il Casalvecchio con il cecchino Onofrio Smiroldo espugna S. Venerina: I casalvetini volano in quel di S. Venerina è continuano nella loro striscia di risultati positivi ben sette che le hanno permesso di risalire la classifica, adesso è quinto posto per la prima volta in zona play-off con 21 punti (-6) dalla capolista Calcio Furci, anche se per il momento coach Alessandro Moschella guarda al secondo posto (-3) del Kaggi.
Una gara non facile quella vinta dai casalvetini, costretta a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di capitan Cosimo Cicala (doppia ammonizione), squadra cinica, esperta che ha colpito nel momento giusto: una micidiale ripartenza con un lungo lancio dalle retrovie a tagliare il centrocampo con la sfera che arriva all’esperto Onofrio Smiroldo che s’invola lungo la fascia destra, poi si accentra verso l’area di rigore, una volta dentro fa partire un diagonale che s’insacca all’angolino della porta santavenerina, è il gol-partita festeggiato sotto la curva dei onnipresenti tifosi “Warrios” anche in quest’occasione hanno incitato i propri beniamini per tutta la gara.
La gara è servita anche per sancire ufficialmente il gemellaggio con i tifosi organizzati del S. Venerina Calcio.
Il Casalvecchio ritorna con un importante successo alla vigilia di un importante incontro, non solo per la rivalità sportiva, ma adesso anche per la classifica, il derby con la capolista Calcio Furci in programma sabato pomeriggio al Luigi Papandrea.
Carmelo De Luca riacciuffa il Giovanile Mascali (1-1): Entrambe le due squadre hanno fatto capire la propria intenzione di voler a tutti i costi la vittoria. Gara giocata a viso aperto, con i locali che sin dal primo minuto hanno impresso un ritmo alto alla gara creando soprattutto nella prima frazione seri pericoli alla porta difesa da un ottimo Malino decisivo nel risultato. Il vantaggio arriva su calcio di rigore alla mezz’ora trasformato da Mauro.  Sulle ali del vantaggio, i locali sfiorano il raddoppio, poco prima dell’intervallo, arriva il pareggio dei savocesi: un rinvio non perfetto di un difensore permette al volpone bomber savocese Carmelo De Luca di siglare il pareggio. Nella ripresa l’Akron in superiorità numerica per l’espulsione di Mauro, la gara non ha offerto particolare emozioni, gioco molto spezzettato alla fine il pari è giusto.