L’Akron Savoca si riprende il primato “Campione d’Inverno”. Va al Roccalumera C5 la stracittadina. In parità il derby Sporting Bucalo-Jonica. Vittorie esterne per Alias e Valdinisi.

Giro di boa per il campionato di Serie D di calcio a 5 maschile della Delegazione di Messina per la stagione sportiva 2018-19, nel Girone B a tagliare il primo traguardo stagionale è stato l’Akron Savoca che chiude il girone di andata in testa  alla classifica con 24 punti, una coppia ad inseguire la rivelazione del torneo il Casalvecchio Siculo e la Valdinisi Calcio (22 punti), chiude in quarta posizione l’Alias (18), occupa l’ultimo posto utile per la griglia dei play-off la Jonica Fc (16).
Questa la prima parte di troncone della graduatoria dopo nove gare disputate, mentre apre il Roccalumera C5 (12 punti) il secondo troncone, segue con 10 punti lo Sporting Bucalo (10), il Città di Roccalumera (6),  penultimo posto la Pol.Antillese (3 punti), chiude la graduatoria il Mongiuffi Melia, ancora a quota zero.
Dicevamo Akron Savoca il team che si è aggiudicato anche se platonico, ma sempre fa piacere vincere, il “titolo di Campione d’Inverno”. La compagine savocese allenata da mister Natale Briguglio supera (7-3) nello scontro diretto l’ex capolista Casalvecchio Siculo, con 8 vittorie, 1 sconfitta, 51 gol fatti e 25 subiti si è laureata “Campione D’Inverno”. Un cammino vincente con la parentesi della sconfitta di una settimana fa con la Valdinisi che ha fatto perdere la leadership, riconquistata dopo una settimana vincendo lo scontro diretto con il Casalvecchio per la prima volta sul tetto più alto.
I numeri del girone di andata: In nove giornate si sono giocate ben 45 gare con 433 gol realizzate di cui 215 dalle formazioni di casa e 218 da quelle in trasferta. La miglior vittoria in casa: Valdinisi – Mongiuffi Melia (11-3), la miglior vittoria in trasferta Jonica – Alias (3-12). La giornata dove si sono realizzate più reti è stata la nona (61 gol), segue con (57) la quinta giornata.
Miglior attacco è quello della Valdinisi (65) segue la Jonica Fc (53),  il peggior quello del Mongiuffi Melia (22). Miglior attacco casalingo (34) Valdinisi). A primeggiare fuori casa è l’attacco della Jonica con 33 reti,  seguita con 31 dalla Valdinisi.
Miglior reparto difensivo quello del Casalvecchio siculo 21 reti,  segue l’Akron con 25. La difesa più perforata quella del Mongiuffi Melia (77).  Fra le mura amiche primeggia la difesa giallorossa del Casalvecchio (7) segue l’Akron Savoca (8). Miglior difesa esterna quella della Valdinisi (10) seguita dalla coppia Casalvecchio-Alias (14).
Imbattibilità casalinga: Non hanno mai perso sul terreno amico Akron Savoca e Casalvecchio Siculo. Mentre Akron Savoca e Valdinisi sono le due squadre che hanno fatto più punti (12).
Imbattibilità in trasferta: La compagine biancorossa della Valdinisi è l’unica squadra ha non aver perso una gara: 3 vittorie e 1 pareggio.
Mai segno “X”: Diverse le compagini che non hanno mai pareggiato: Akron Savoca, Alias, Roccalumera C5, Città di Roccalumera, Antillese e Mongiuffi Melia che conosce solo sconfitte (9).  Restando in casa del Mongiuffi è l’unica squadra senza una vittoria. In casa non conoscono il segno “X” Valdinisi, Akron Savoca, Alias, Jonica, Roccalumera C5, Città di Roccalumera, Antillese e Mongiuffi.  Mentre fuori casa, solo due squadre hanno fatto un pareggio: Valdinisi e Jonica, il resto delle squadre non hanno mai pareggiato.
Dura una settimana la leadership del Casalvecchio che cede lo scettro all’ex capolista Akron Savoca (7-3): L’ultima di andata metteva di fronte Akron Savoca e Casalvecchio gara che si è giocata al Polivalente di Alì Terme, in palio non solo i tre punti, in gioco il primo posto in classifica con conseguente “Titolo d’Inverno”. Due squadre che sono arrivate al derby della Valle dell’Agrò con due stati d’animo diversi con obiettivi diversi da raggiungere:  i padroni di casa riconquistare il primato tenuto per ben (sette giornate), perduto nell’unica gara persa, la settimana scorsa, proprio sul parquet aliese con la Valdinisi, scivolone che ha permesso alla “rivelazione” di questa prima parte del torneo il Casalvecchio per la prima volta nella sua storia del futsal casalvetino di essere in testa alla classifica.
Obiettivo dei ragazzi di mister Natale Briguglio riconquistare il primo posto, il Casalvecchio difendere la leadership. Alla fine di un’incontro, con tutti gli ingredienti di un derby e di un match di alta classifica ha visto primeggiare l’Akron Savoca per 7-3 con protagonista in assoluto Giovanni Alidò, un casalvetino, un ex giocatore ed allenatore ha castigato la squadra del suo paese.  A sbloccare il risultato è stato il savocese Cristian Rizzo, poi inizia lo show di Alidò che mette a segno ben quattro reti consecutive, il sesto lo realizza Vollino chiude il tabellino con il settimo gol, Alidò. Il Casalvecchio Siculo è andato in rete con Antonino Chillemi, Carmelo Chillemi e Giuseppe Picciotto.
Va al Roccalumera C5 il derby della Valle del Dinarini, battuti i cugini del Città di Roccalumera (8-9): Stracittadina nell’ultima giornata di andata al polifunzionale di Roccalumera, di fronte la formazione di casa il Città di Roccalumera e gli ospiti i cugini del Roccalumera C5.
Una gara con tutti gli ingredienti di un derby, sempre in bilico, con ben 17 reti segnate alla fine ad esultare sono stati i ragazzi del Roccalumera C5. Un derby all’insegna della “manita”, da un lato Celona (Città di Roccalumera), dall’altro Mario Sindoni (Roccalumera C5) i mattatori in assoluto, poi scrivono il proprio nome nel  tabellino, con una rete Saija, Savoca e Pellizzeri (Città di Roccalumera), con una doppietta Carrolo, un gol Cicciò e Criso (Roccalumera C5). Alla fine ad esultare è la matricola Roccalumera C5 che si aggiudica il primo derby della storia, conquista la quarta vittoria stagione, la terza di fila.
Il derby santateresino si conclude in parità (5-5) tra Sporting Bucalo e Jonica: E’ stata la prima volta di un derby che vede di fronte due compagini dello stesso paese, in questo caso di S. Teresa di Riva, anche se lo scenario è stato lo Stadium di Lacco. Né vinti, né vincitori, alla fine un pareggio di una gara intensa, con tutti gli ingredienti di un derby con diversi ex in campo soprattutto nelle file dello Sporting. La prima rete in assoluto della stracittadina è stato messo a segno da Simone Savoca che porta in vantaggio lo Sporting Bucalo, il pareggio ospite lo firma Camelia, poi è Currenti che porta in vantaggio la Jonica. Ad inizio ripresa arriva il pareggio (2-2) di Mazzeo.
Di nuovo in vantaggio i ragazzi di mister Roberto Nicotra con Massimo Cannata, poi allunga sul (2-4) con Francesco Carciotto. Lo Sporting Bucalo non molla ed accorcia con Gianluca Finocchio (3-4) riaprendo la gara, però arriva la stoccata vincente di Camelia (3-5), sembrava fatta per la Jonica, ma la determinazione, il carattere di non mollare ha portato lo Sporting Bucalo a riacciuffare il pareggio, prima accorcia con Finocchio, poi esulta per la rimonta con Mazzeo per il 5-5 finale.
Il Mongiuffi Melia si porta in vantaggio, rimane in gara, poi cede sotto l’urto dell’Alias (1-7): I ragazzi di mister Simone Cesareo c’è l’hanno messa tutta per vincere la loro prima gara, addirittura si sono portati in vantaggio dopo due minuti sugli sviluppi di un corner con Lo Po’.
Momento di gioia che dura poco, infatti la formazione ospite quarta forza del torneo  allenata da mister Gaetano Di Vieste prende in mano le redini del gioco è va per ben cinque volte in rete: doppietta di capitan Carmelo Rao, un gol di Pietro Andronaco e dei due nuovi acquisti Francesco Coglitore e Lorenzo Trimarchi (ex Valdinisi).
Prima di prendere il largo, l’Alias in vantaggio per 2-1 ha rischiato il pareggio, solo una prodezza del portiere Emanuele Monaco che ha intercettato l’insidioso tiro rasoterra destinato in rete “fatale la manina sinistra a salvare la propria porta”. Nella ripresa forte del vantaggio l’Alias controlla senza pericoli la partita, arrivano altri due reti con Francesco Puglisi e Marco Andronaco.
La Valdinisi fa “dodici” in quel di Antillo, con un Burrascano che fa poker (4-12): Dopo la brillante vittoria della settimana scorsa sulla capolista Akron Savoca, l’unico obiettivo dei ragazzi di Giovanni Pinto era non farsi sorprendere dall’Antillese che pur essendo in penultima posizione non era da sottovalutare. Sin dal fischio d’inizio i biancorossi ospiti fanno valere la loro maggior espressione tecnica andando per ben 4 volte in rete con Claudio Burrascano, poi una tripletta a testa di Antonio Vera  e Nicolò Randisi, in gol anche Mazzaglia e Aloisi. Per la squadra di casa in gol con una doppietta Danilo Santoro, in rete anche Brancato e Tomas Mastroeni.