Non basta un “Eurogol” di Charlie Famà per far vincere lo Sporting Taormina fermato in casa dal Torregrotta.

Lo Sportig Taormina si fa sorprendere dal Città di Torregrotta che frena la marcia dei ragazzi di mister Giovanni La Mela lanciati in zona play-off. Protagonisti dell’incontro i due numeri 9, ovvero i due giocatori più rappresentativi ed tecnici delle due formazioni, il biancoceleste Charlie Famà con un eurogol porta n vantaggio i taorminesi nel primo tempo, ad inizio ripresa gli fa eco il rossoblù ospite Giuseppe Rasà.
Un pareggio (1-1) alla fine tra lo Sporting Taormina che dopo la vittoria esterna della scorsa settimana sul campo del Gescal (2-1) ritornava sul campo amico contro il fanalino di coda del Città di Torregrotta (nove punti). Nulla da perdere per i tirrenici, ormai con un piede in Prima Categoria, invece, per i padroni di casa tre punti essenziali per continuare la salita nella griglia play-off, un passo falso che è costato caro, lo Sporting scivola in settima posizione (34 punti) in coabitazione con il Ciclope Bronte, a -2 dall’Aci S. Antonio (quinto).  Un cammino casalingo non positivo per i ragazzi di mister La Mela sul terreno del Valerio Bacigalupo  nelle ultime tre gare (sconfitta con il Ciclope Bronte e due pareggi con Aci S. Antonio e Torregrotta), l’ultima vittoria  casalinga risale al 5 Gennaio 3-1 al Carlentini.
La gara: Il Città di Torregrotta ci mette tanta volontà, determinazione contro i più quotati avversari, apparsi oggi non molto cinici sotto porta, la prima azione è di marca ospite con Ballarò che in verticale serve Alessandro ma viene anticipato dall’intervento di Saia. Il pallino del gioco, sin dall’inizio è in mano locale, al 12’ un tiro di Mauro Puglia termina lontano dalla porta di Rotella.
Al 16’ iniziativa di Charlie Famà dalla sinistra  che pennella un perfetto traversone per l’incornata di Alessio Emanuele all’altezza dei dischetto di rigore di poco fuori.
Al 19’ arriva l’eurogol che sblocca il risultato, dalla destra arriva un traversone, una parabola che viene arpionata al centro dell’area dalla sforbiciata spettacolare di Charlie Famà che non lascia scampo a Rotella. Un super gol che apre la strada verso i tre punti, gli ospiti tentano di farsi vedere al 22’ con un diagonale di Ferlazzo senza pericoli per Saia. Al 28’ il Torregrotta va in rete con Rasà, l’esultanza viene assopita dall’assistente di linea per fuorigioco. Questo doveva essere un campanello di allarme per i taorminesi, invece, pur mantenendo il possesso palla non incidono in avanti, prima dell’intervallo un tentativo di Puglia che serve orizzontalmente capitan Mannino dal limite cerca il colpo “della domenica” con la sfera che va fuori.
La ripresa si pare con un colpo di testa di Famà intercettato da Rotella, lo Sporting continua nella sua manovra, eccoche al 60’ arriva la doccia fredda per i tifosi locali: un lungo lancio dalle retrovie in profondità per l’esperto Rasà che penetra nelle maglie difensive dello Sporting con un perfetto tocco scavalca in uscita Saia con la sfera che si va ad insaccare , nella porta completamente vuota. Esultanza per gli ospiti, tutto da rifare per i ragazzi del Presidente Mario Castorina che non riescono a cambiare il ritmo di gioco alla gara per poter insidiare gli ospiti che si difendono bene bloccando gli spazi avversari dove il solo Charlie Famà ha cercato di sbrigare la matassa. Al 90’ grande occasione per riportarsi nuovamente in vantaggio, ma Lupo sottoporta non riesce a finalizzare un perfetto cross dalla sinistra, mandando incredibilmente sopra la traversa. Ultimo sussulto di una gara, non certo esaltante, con frena la marcia dei taorminesi che adesso devono assolutamente vincere sul campo ostico del Milazzo Academy se non voglio perdere il treno-play-off.
Sporting Taormina  1 Torregrotta 1
Marcatori: 19’ Famà, 60’ Rasà.
Sporting Taormina: Saia, Santangelo, Marsiglia (86’ Vasta), Puglia, Filistad, Bonanno, Emanuele, Mannino, Famà, Lupo, Vigneri (57’ Gallo). All. Giovanni La Mela.
Città Torregrotta: Rotella, Casale, Di Stefano, Ferlazzo, Balaj,Sofia, Alessandro, Battaglia, Rasà, Ballaro, Sittineri (65’ Abate). All. Giuseppe Borelli.
Arbitro: Vincenzo Carnemolla di Ragusa.