E’ ufficiale: conclusa la stagione 2019-20 dalla Serie D alla 3^ Categoria.

The End” è calato il sipario sulla la stagione sportiva 2019-20 dei campionati dilettantistici di calcio a 11, di futsal e di calcio femminile, sia a livello Nazionale che Regionale.

Lo ha deciso il Consiglio Federale della Figc, riunitosi oggi alle ore nella sede di Via Allegri a Roma: “per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica ivi compresa quella femminile fino alla Serie B – si legge nella nota della Figc – valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni”. Le sensazioni della vigilia si sono verificate, è arrivato lo stop definitivo di tutti i campionati dilettantistici, a partire dalla serie D fino alla terza categoria.

Per quanto riguarda i verdetti della stagione?  I verdetti del torneo interrotto il 5 marzo saranno stabiliti nel Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti in calendario Venerdì 22 maggio: si va verso la promozione per le prime classificate dei nove gironi nel campionato di Serie D, mentre meno certo (o comunque da considerare in quella sede) è il capitolo delle retrocessioni. Per quanto riguarda gli altri campionati varie ipotesi, sarà deciso il tutto nel prossimo incontro.

Quando si ritorna a giocare? La nuova stagione 2020-21 la speranza di molti è iniziare a Ottobre, ma appare piuttosto difficile, la data più probabile è Gennaio 2021.

Cosimo Sibilia – Presidente della LND: “ È una decisione adottata nel rispetto del superiore interesse della tutela della salute di tutti i soggetti che a vario titolo prendono parte alle nostre competizioni – ha dichiarato il Presidente della LND Cosimo Sibilia – la peculiarità del mondo dilettantistico rende estremamente complicato ipotizzare, pur volendolo immaginare, uno slittamento del termine della stagione oltre il 30 giugno, come stabilito invece per i professionisti la cui scadenza è stata prorogata al 31 agosto, per concludere le rispettive attività entro il 20 dello stesso mese.