La piemontese Benny Bertiglia per il quarto anno con la maglia dell’Amando Volley.

E quasi inutile sottolineare quanto io sia legata a questi colori, e quanto mi trovi bene in questo progetto. Sto invecchiando (con il sorriso sulle labbra) con la maglia dell’Amando. Non vedo l’ora di ricominciare, perché non sono stata mai stata lontana dalla pallavolo per così tanto tempo. Sicuramente lo stop, determinato dal covid, renderà più difficile la ripartenza e il ritorno alla migliore condizione fisica. Ma sono tranquilla, perché siamo affidate alle sapienti mani di Tonio (Jimenez n.d.r.) e del suo staff. L’allenatore spagnolo, conclude, rappresenta per me il top per la categoria, non solo per l’aspetto tecnico, ma anche per l’alchimia che riesce a creare con tutto il gruppo. Sono convinta che anche quest’anno ne vedremo delle belle”. Queste le prime parole dell’opposto piemontese di Casal Monferrato Benny Bertiglia, alla sua quarta stagione con la maglia biancazzurra dell’Amando Volley.

L’Amando dopo aver dato nuovamente fiducia a Jimenez, alla prima riconferma quella di Giulia Agostinetto, arriva quella della Bertiglia, nei prossimi giorni dovrebbero arrivar altre riconferme e colpi a sorpresa della dirigenza guidata dal Presidente Andrea Lama.

La carriera: La giocatrice piemontese, 180 cm di altezza, ha mosso i primi passi nelle giovanili del Casale Monferrato, dove nella stagione 2008/09 ha esordito in serie B1. L’anno successivo B2 nel Pavia, poi ancora un anno nella quarta serie nazionale a Ferrara. Dal 2011/12 B1 a Bari dove rimane per due stagioni. Nel 2013/14 difende i colori del Cisterna Latina in B1, partecipando ai play off per la A2 e meritandosi la riconferma per l’anno successivo.

Nel 2015/2016 ancora B1 a Cuneo, per poi sbarcare in riva allo jonio, prima in B1 nel Santa Teresa Volley con promozione sul campo in A2 (2016/17) e negli ultimi 3 anni nelle fila dell’Amando, prima in serie B2, con la promozione diretta a fine 2019, e poi l’esaltante stagione dell’anno scorso in B1, conclusa per l’emergenza covid a Marzo.

Un’atleta che conosce benissimo la categoria, e che siamo sicuri continuerà ad essere la solita fucina di punti, grazie anche alla sapiente guida del tecnico spagnolo.