Dall’esultanza alla delusione: l’Akron Savoca esclusa dall’Under 15 Regionale.

“Il sogno diventa realtà, l’Akron Savoca “Under 15” nell’elite del calcio regionale” cosi avevamo celebrato il prestigioso traguardo della compagine savocese, invece è arrivata la grande delusione per i ragazzi dell’Akron Savoca che nell’arco di una settimana sono passati dalla gioia di essere stati “promossi” nella categoria giovanissimi regionali, ovvero “Under 15”, per aver vinto il proprio girone del campionato provinciale stagione sportiva 2019-20, esultanza, gioia per lo storico traguardo raggiunto, poi è arrivata la doccia fredda, come l’attaccante che fa un bel gol, esulta poi si vede annullare il gol.

L’Akron Savoca, “per motivi di preclusione” come si legge nel comunicato ufficiale del Comitato Siculo guidato dal Presidente Santino Lo Presti, è stata esclusa, non potrà partecipare al campionato regionale 2020-21 per un “cavillo” se possiamo chiamarlo così, in quando non possiede una squadra “Under 17”. 

mister Rovito

Diverse le Società che sono state escluse per tale “motivazione”: Città di Caltanissetta, Rsc Riposto, Morace F. Catania, Sporting Adrano, Real Palagonia, Valderice, mentre il Città di Comiso escluso per “mancata attività di base”.

La “categoria regionale” potrebbe essere riconquistata attraverso la via del ripescaggio, la domanda di presentazione scade il 10 Luglio 2020, sempre tenendo conto dei motivi di preclusione.

Il cammino dell’Akron Savoca 2019/20: Con la cristallizzazione della classifica l’Akron Savoca ha chiuso al primo posto con 21 punti, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta, 15 goal fatti e 6 subiti (miglior difesa del Girone B). Primo posto condiviso insieme (con 21 punti) con Sporting Taormina e Messina Soccer School, in proprio favore gli scontri diretti.  Una stagione esaltante, grazie al lavoro svolto in questi ultimi anni da mister Nico Rovito e dai suoi collaboratori Alessandro Impellizzeri, Antonio Spadaro, Giovanni Sterrantino ed il preparatore dei portieri Giovanni Totaro.

 di “Mimmo Muscolino”