Il Milazzo programma la stagione tra riconferme, nuovi acquisti e “ripescaggio”.

In attesa di conoscere in quale categoria giocherà, come ha dichiarato il Direttore Generale Stefano Assomante “stiamo lavorando in attesa di un possibile ripescaggio in Eccellenza, stiamo programmando la prossima stagione non sapendo ancora quale campionato disputeremo”, il SS Milazzo riparte dalla “riconferma” di cinque pedine cardine che vestiranno ancora “rossoblù” la prossima stagione: il capitano Santo Matinella, Antonio Laquidara, Giuseppe Scibilia, Piero La Spada,  Salvatore Leo e Francesco Calcagna. Sei conferme con l’aggiunta di due nuovi “acquisti”: il centrocampista Fabio Presti e dell’esterno offensivo Davide Leo.

PRESTI E LEO, i volti nuovi: Fabio Presti, classe 1999, centrocampista centrale originario di Barcellona Pozzo di Gotto, ha disputato tre stagioni nel campionato di Eccellenza nelle fila di Sant’Agata e Milazzo, dove ha totalizzato complessivamente 28 partite, e vanta anche 5 presenze in Serie D nell’Igea Virtus.

Davide Leo, esterno d’attacco del 1998, fratello di Salvatore, ha vestito la maglia del Città di Messina sia in Promozione che in Eccellenza, vincendo anche il campionato, mentre negli ultimi due anni ha militato in Promozione con Igea Virtus e Terme Vigliatore.

Il capitano Santo Matinella: classe 1976, difensore centrale, nativo di Sciacca, in carriera ha collezionato ben 562 partite (di cui 328 tra i professionisti) tra Eccellenza, Serie D, e Serie C, realizzando anche 15 reti, con le maglie di Atletico Catania, Marsala, Cavese, Bagnolese, Valle d’Aosta, Igea Virtus, Gela, Pisa, Scafatese, Siracusa, Ribera, Orlandina, Due Torri e Milazzo.

                  Angelo Caragliano

Un “milazzese doc”Antonio Laquidara: c lasse 1992,  un jolly che può  ricoprire più ruoli tra difesa e centrocampo, cresciuto nel florido vivaio dell’Empoli, vanta numerose stagioni in carriera tra Eccellenza e Serie D ed oltre 150 presenze con le maglie di Montevarchi, Casale, Taormina e Tiger Brolo.

Fiducia nei guantoni di Giuseppe Scibilia: classe 1994, cresciuto nel Valle del Mela, dove a soli 16 anni ha vinto il      campionato di Prima Categoria. Per lui anche un passato nelle fila dell’Igea Virtus, dove ha vinto un torneo di Promozione e un campionato di Eccellenza.

In mediana ancora con Piero La Spada: classe 1992 mezzala che unisce qualità e quantità, abile sia nell’interdizione che in fase realizzativa. La Spada vanta numerose stagioni nel campionato di Eccellenza con le maglie di Spadaforese e Rometta e diversi campionati da protagonista in Promozione con Real Tirrenia e Milazzo.

Blindato il centrocampista Francesco Calcagno: cresciuto nel vivaio del Messina, si è poi trasferito alla Reggina, dove ha collezionato 9 presenze con la formazione “Primavera” quando il team amaranto militava in serie B.  Un centrocampista estremamente duttile, in grado di ricoprire diversi ruoli. Ha collezionato 43 presenze in serie D con le maglie di Città di Messina, Due Torri, Acr Messina, Licata e Milazzo, e 57 partite condite da 3 gol in Eccellenza con Città di Messina, Taormina e Sancataldese. Per lui anche 14 presenze in serie C con Savona e Milazzo, 6 presenze nel massimo campionato maltese con il Mosta, e 4 gare nella terza serie spagnola con il Jumilla. La scorsa stagione, per lui, 1 gol in 13 partite in Promozione con il Milazzo.

Un rossoblù doc, Salvatore Leo:  difensore, classe 1994, nativo di Milazzo e cresciuto nel settore giovanile rossoblù. Per lui 25 presenze in Serie D con le maglie di Acr Messina e Orlandina, 5 gol in 28 partite in Eccellenza con il Città di Messina, e 15 gol in 132 partite in Promozione con Torregrotta, Città di Messina, Terme Vigliatore e Milazzo.

Di “Mimmo Muscolino”