Tre pezzi da “novanta per il Città di Taormina: Quintoni, Aloe e Patanè.

Tre pezzi da “novanta” per lo scacchiere di mister Eugenio Lu Vito, tre “pedine” pregiate per il traguardo ambizioso del Città di Taormina, la vittoria del campionato di Promozione, lo dimostra l’arrivo del difensore Rosario Patanè, del fluidificante gradualmente diventato centrocampista Giuseppe Quintoni con una prima parte di carriera fatta in campionato professionistici, infine, il terrore dell’area di rigore, ovvero Daniel Aleo che Lunedì 3 agosto, nel giorno dell’inizio della preparazione del Città di Taormina,  un giorno che non dimenticherà protagonista della doppia firma quello con cui è convolato a nozze con la sua Laura e quella sul cartellino del Città.

Inizia a prendere consistenza il nuovo Città di Taormina che dopo l’annuncio della riconferma dei tre senatori, Mauro Puglia, Alessio Emanuele e Adriano Mannino, ieri pomeriggio l’annuncio dei prime tre acquisti già presenti nel primo giorno di raduno (Lunedi 3 Agosto), gli ingaggi dei calciatori Rosario Patanè, Giuseppe Quintoni e Daniel Aleo.

                      Rosario Patanè

Rosario Patanè, esperto difensore classe 1986 nato a Giarre, dopo la trafila nel settore giovanile del Catania (Allievi) 2002-03 e due stagioni con la maglia della Primavera, passa al Cervia in Serie D nel 2005/06 protagonista del reality di Italia 1 “Campioni” sotto la guida di Ciccio Graziani dove colleziona 15 presenze.  Il campionato successivo in Serie C2 con la maglia dell’Andria dove rimane per due stagioni (16 presenze).

Nel 2008-09 va all’Adrano in Serie D (18 presenze), ancora Seri C2 con la Vibonese, otto volte in campo per trasferirsi a Dicembre 2009 all’Acireale in Eccellenza (11 presenze), segue il campionato con il Giarre (23 presenze), ancora Eccellenza con lo Scalea, dove rimane pochi mesi, per trasferirsi a Gennaio 2012 alla Leonfortese in Promozione. La stagione successiva in Serie D (8 presenze) con la Nissa, per fare ritorno a Dicembre 2012 alla Leonfortese (Eccellenza 13 volte in campo). Arriva la lunga permanenza al Giarre, prima stagione in Promozione (2013/14) 25 presenze e 1 rete, poi quatto anni in Eccellenza fino alla stagione 2017-18, in tutto 91 presenze e 3 reti.

Nell’estate 2018 si trasferisce al Giardini Naxos in Promozione, nel 2019-20 al Città di Calatabiano dove colleziona 22 presenze e 3 reti in promozione, adesso il Città di Taormina. Poi vive tre stagioni tra i professionisti (due con l’Andria e una con la Vibonese) inframezzate da un campionato di Serie D con l’Adrano. Patanè, poi, veste le maglie di Acireale, Giarre, Scalea e Leonfortese in Eccellenza. Nel 2013 torna a Giarre dove resta per cinque stagioni, una in Promozione e quattro in Eccellenza. Oltre cento le presenze collezionate in gialloblù condite da quattro gol. Dopo l’esperienza con il Giardini Naxos, nell’ultima stagione ha giocato con il Città di Calatabiano in Promozione, mettendo a segno anche tre gol, allenato proprio da Eugenio Lu Vito che ritrova nell’esperienza taorminese.

                       Giuseppe Quintoni

Giuseppe Quintoni: messinese classe 1984, nasce come fluidificante mancino. Muove i primi passi nella Med. Nizza (Giovanissimi) 1998-99, le due stagioni successive negli Allievi del Real Messina. Poi il salto in Serie D con la maglia del Milazzo (25 presenze) per trasferirsi a Vittoria (35 presenze e 7 reti). Nella stagione 2003-04 inizia il suo percorso nei professionisti, prima a Gela in C2 (24 presenze e 1 rete), poi il biennio ad Acireale (C1 con 18 presenze).

Nel 2006-07 alla Vibonese (C2 solo 9 presenze). La stagione successiva fa ritorno in Sicilia al Modica in Serie D, una rete e 30 presenze. Poi un biennio da protagonista tra i dilettanti con Libertas Acate e Hinterreggio (29 presenze e 2 rete). Arriva il Milazzo due anni strepitosi vissuti in C2 con 9 gol e 63 presenze. Nel 2012/13 passa all’Acr Messina in Serie D (25 presenze e 1 rete), seguendo il patron Pietro Lo Monaco e il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno, la stagione seguente in maglia giallorossa in C2 (17 presenze).  Seguono due stagioni con il Comprensorio Montalto in D (9 presenze), anche l’anno successivo rimane con il Montalto disputando l’Eccellenza, a Novembre si t rasferisce all’Igea Virtus (Eccellenza 7 presenze). 

Nell’estate 2016-17 veste il giallorosso del Città di Messina (Promozione, 9 presenze e 1 rete), L’anno successivo in Eccellenza (25 presenze e 2 reti), nel suo terzo anno quello della Serie D solamente 17 volte in campo. La scorsa stagione 2019-20 all’Atletico Messina in Promozione (13 presenze), adesso l’esperienza nel versante jonico con il Città di Messina.

Daniel Aleo: 28 anni giarrese, è un attaccante di grande talento. Cresciuto nel settore giovanile dell’Acicatena, esordisce in prima squadra nel campionato di Serie D (2008-09) una presenza, l’anno successivo 27 presenze ed una rete. Ancora Acicatena (Eccellenza, 9 presenze e 1 rete) a Dicembre passa al Giarre (14 presenze e 1 rete).  

Nel 2011-12 all’Adrano (Serie D 5 presenze e 2 reti) a Dicembre in Eccellenza con l’Acicatena (14 presenze e 10 reti). Scende di categoria al Real Giarre in Prima Categoria (2012-13), stagione seguente con il Giarre Calcio in Promozione 28 presenze e 26 reti, con la maglia giarrese rimane fino al Dicembre 2019 ( sei campionati di Eccellenza con 102 presenze con 28 gol).

Nel periodo a Giarre un paio di mesi fermo per infortunio (2017-18). A Dicembre 2019 passa all’Aci S. Antonio in Promozione (10 presenze e 4 reti), adesso l’esperienza taorminese.

 di “M.M”