Raffaele Scuderi, un giovane messinese convocato nella prima squadra dell’Arezzo Calcio.

Un siciliano della Riviera Jonica Messinese alla conquista della Toscana, dai colori biancazzurri (Sporting Taormina e Giardini Naxos) ai colori amaranto dell’Arezzo Calcio, Società che milita nel campionato di Serie C – Girone A, la prossima stagione nelle sue file un giovane centrocampista, classe 2002, il neo tecnico Alessandro Potenza può contare sul talento di Raffaele Scuderi, un esterno basso, dal fisico possente alto 1.85, inserito nella rosa dei convocati per la nuova stagione sportiva 2020-21, promosso dalla formazione Berretti.

Un “giovane” che gradualmente sta bruciando le tappe di una carriera calcistica che si prospetta rosea, Raffaele Scuderi, muove i  primi passi nello Sporting Taormina, nella stagione 2017-18 (Allievi) dove mette a segno quattro reti, stagione 2018-19 (Allievi Provinciali U17), arriva il suo passaggio al Giardini Naxos per il suo primo campionato di Allievi Regionali Under 17 (4 reti siglate) con apparizioni anche in prima squadra nel campionato di Promozione.

Le sue e ottime prestazioni non passano inosservate al scopritore di talenti della riviera jonica con un passato da Team Manager con Società professionistiche ultima sua esperienza al Riccione (2012-13), il santateresino Cosimo Rinci, noto come “Charlie” molto legato sportivamente ad Ermanno Pieroni e al mitico mister Zeman,  ha percepito le doti tecniche del giovane Scuderi dopo averlo seguito per tutta la stagione ritenendolo maturo per il grande salto, ecco che nell’estate 2019 si aprono le porte per Raffaele Scuderi della Berretti dell’Arezzo formazione allenata da mister Mario Palazzi dove ha l’opportunità di crescere, di maturare ulteriormente, disputa un ottimo campionato mettendo in mostra le sue capacità tattiche e tecniche che le aprono le porte della prima squadra, in pochi anni dagli Allievi Provinciali dello Sporting Taormina, al debutto in Promozione ancora non 16enne con il Giardini Naxos, ulteriore salto di qualità in un campionato Nazionale come quella della Berretti, il sogno da bambino  di diventare un giorno  un “calciatore”  professionista, da qualche giorno è entrato nel pianeta dei “grandi”.

di “Mimmo Muscolino”