Due nuovi Juniores per l’Fc Motta: Salvatore D’Arrigo e Giuliano Santangelo.

Il Motta ufficializza due nuovi arrivi in squadra. L’attaccante Salvatore D’Arrigo, classe 2001, provenienza Berretti Leonzio. Il difensore Giuliano Santangelo, 2002, sino alla passata stagione al Carlentini in Eccellenza. Entrambi sono impiegabili sugli esterni.

Accordi chiusi anche per alcune conferme: il portiere Alessio Sciuto; l’attaccante Dario Rugeri riprende da Motta dopo una pausa;  i centrocampisti del 2003 Giuseppe Salluzzo e Lorenzo Ruggieri costituiranno il gruppo di Juniores biancorossi.

D’Arrigo e Santangelo rappresentano dunque altri due calciatori in entrata, nel team guidato dal tecnico Alessandro Di Maria, proprio a conclusione del ciclo di allenamenti congiunti e col countdown già attivo in vista dell’esordio in gare ufficiali: domenica 6 settembre alle 15.30 al “Comunale” di Motta S.Anastasia verrà sfidato il Città di Misterbianco per il primo turno di Coppa Italia Promozione.

A tal proposito: la società comunica i parametri per l’accesso al pubblico secondo le linee guida emanate dalla Figc nelle scorse settimane. Numero massimo di spettatori previsti all’interno della struttura: 1000. Obbligo di mascherina all’ingresso dell’impianto: qui verrà effettuata la misurazione della temperatura corporea. Obbligo di mantenere la distanza di almeno un metro tra uno spettatore e l’altro.

Riepilogo operazioni precampionato effettuate dal Motta. Entrate: Alessio Gulisano (portiere); Vito Giacone, Giuliano Santangelo (’02), Salvo Crisafulli, (difensori);  Salvo Sinatra, Salvatore D’Arrigo (’01), Marco Inserra (attaccanti).

Confermati: Alessio Sciuto (portiere); Marco Coniglio, Vincenzo Conigliello (’02), Giovanni Nicolosi (’01), Davide Oliveri, Nicky Baudo (difensori); Antonino Mondello (’02), Pietro Basile, Marco Maesano, Federico Luca, Giuseppe Salluzzo (’03), Lorenzo Ruggieri (’03), Paolo Patti (centrocampisti); Luca Barberi, Raoul Giallongo (’03), Silvestro Ferlito (’02), Dario Rugeri, Cosimo Montalto, (attaccanti).

                                        di “Giuseppe Signorino”