Giulia Mondello: “Sono felice di partecipare al campionato di Serie B2 da protagonista con il Messina Volley”

La linea del Messina Volley, di confermare integralmente il gruppo che si è guadagnato l’appellativo di “Leonesse Terribili”, continua a vele spiegate. Infatti dopo Scimone, Criscuolo, Laganà, Sicari e Cannizzaro, anche l’esplosività di Giulia Mondello marcherà i colori giallo-blu nel prossimo campionato di Serie B2.

La giovane banda (classe 2000) ha disputato una stagione di altissimo livello, firmando con la sua potenza e precisione punti decisivi in chiave promozione. Il micidiale martello, diretto dalle capacità tecniche di mister Danilo Cacopardo, è cresciuta nella squadra giallo-blu, conquistando nel 2017-18 il titolo di Campione Provinciale Under 18. Inoltre già nel 2013-14 ha disputato, sempre con il Messina Volley, il campionato di seconda divisione e, successivamente, due di Serie D, tre di Serie C e uno di Serie B2.

Circa la sua riconferma Mondello ha dichiarato: “Sono molto felice di guardare il campionato di Serie B da un’altra prospettiva rispetto a quella degli anni precedenti, in quanto, io e le mie compagne, parteciperemo a questa stagione da protagoniste. In questi anni le soddisfazione e i meriti sono arrivati, soprattutto grazie al campionato under 18 che abbiamo conquistato due anni fa e gli ultimi due anni di Serie C che ci hanno fatto crescere mentalmente e tecnicamente, fino ad arrivare a questa meritata promozione. Tutto ciò grazie a Danilo che ha sempre continuato a credere in noi e anche ai dirigenti e il presidente che hanno contribuito a mantenere e fare andare avanti questa squadra.

Una squadra molto giovane in quanto la base di questa società e fare crescere le ragazze più piccole fino alla prima squadra. Un esempio è proprio il mio, che ho cominciato a giocare in questa squadra fin da quando avevo 13 anni e se dovessi tornare indietro rifarei la scelta di giocare nel Messina Volley, appunto perché ciò che dicevano è stato messo in atto. Quest’anno incontreremo un girone molto competitivo però, come abbiamo sempre detto, ‘a noi le cose semplici non piacciono’ e dunque cercheremo di superare ogni difficoltà”.

Pietro Fazio