Il Città di Taormina ottiene il pass-qualificazione: 2-2 con il Katanè Soccer.

Il Città di Taormina chiude la pratica qualificazione dopo i primi 45’ di gara, grazie al vantaggio di Marco Tola e al raddoppio di Sottile che aggiunto al 2-0 dell’andata i biancoazzurri ipotecano la qualificazione. Nella ripresa arriva la rimonta della giovane compagine catanese Katanè Soccer, ex Real Aci che prima accorcia con Prati, poi nel finale perviene al pareggio con Dennis Castorina. 

Divisione della posta sotto una pioggia battente scesa all’Orazio Raiti di Biancavilla, con mister Lu Vito deve rinunciare agli infortunati Patanè e Amante e schiera dal primo minuto i centrali Parisi e Tola. Difesa totalmente rinnovata rispetto all’andata, con i terzini Napoli (2002) e Pantano a completare la retroguardia davanti a Sanneh che rileva Rotella. Confermato, invece, il trio di centrocampo Mannino, Quintoni, Castorina (2001), mentre davanti con Famà ci sono Codagnone e Sottile.

Primo tempo: Il Città di Taormina, forte del 2-0 maturato all’andata al Bacigalupo, approccia bene alla gara, trascinato da un Sottile da subito nel vivo del gioco, al 5’ conclude centralmente una bella manovra di squadra che in precedenza aveva coinvolto Quintoni, Tola, Pantano, Famà e Castorina. Sottile è ben più pericoloso tre minuti dopo quando si inserisce con i tempi giusti sul calcio da fermo di Quintoni, ma il suo colpo di testa non inquadra la porta di un soffio.

Marco Tola

Protagonista ancora Sottile al 23’ che riceve da Pantano, si accentra e calcia a giro, ma sfiora solo il palo. Al 26’ il Città passa in vantaggio: scambio Quintoni-Sottile sugli sviluppi di un corner, cross del mancino messinese e stacco vincente di Marco Tola. I ragazzi di Lu Vito controllano i ritmi della partita, Tabascio si rifugia in corner al 42’ sul tiro dal limite di Famà e, sul corner seguente, ancora Quintoni pesca Sottile che firma il raddoppio. Passaggio del turno ormai ipotecato per il Città di Taormina.

Secondo tempo: Si riparte con Emanuele e Puglia per Mannino e Quintoni e con il gol dello 0-3 annullato a Famà per una precedente sospetta posizione di fuorigioco di Mario Castorina, autore dell’assist per l’ex Acr Messina. Ritmi compassati, fanno il loro ingresso in campo anche Ginagò, Bonasera e il 2004 Giovanni Lo Re. Sanneh vive un pomeriggio tranquillo, ma al 78’, dopo un colpo di testa alto di Tola, Dennis Castorina imbecca Prati che accorcia le distanze.

Reazione d’orgoglio dei giovani acesi che fa da contraltare al calo fisico del Città di Taormina, fermato un minuto dopo solo dalla traversa: bella percussione personale di Lo Re che scavalca anche il portiere con un tocco sotto, si inserisce sulla traiettoria Codagnone che di testa centra il legno. Sul fronte opposto è indiavolato Dennis Castorina: prima chiama Sanneh alla parata con una botta da dentro l’area, poi, all’88’, pesca il jolly del 2-2 con una splendida conclusione dalla distanza. Finale con il giallo: Maccarrone tocca un pallonetto di Domenico Pulvirenti (che forse sarebbe entrato in rete) ed esulta, ma l’arbitro annulla il 3-2 per posizione di fuorigioco.

Real Aci-Città di Taormina 2-2
Marcatori: 26′ pt Tola, 43′ pt Sottile, 33′ st Prati (R), 43′ st Castorina (R)
Real Aci: Tabascio, D. Pulvirenti, Toro (39′ st Maccarrone), Leone, Longo, Privitera, La Magna, Geremia, D. Castorina, Riolo (30′ st Condorelli), Prati. All: Sirio Silvestri. A disposizione: L. Pulvirenti, Urso, F. Pulvirenti, Bilieri.
Città di Taormina: Sanneh, Napoli (21′ st Lo Re), Pantano (5′ st Ginagò), Tola, Mannino (1′ st Emanuele), Parisi, Castorina (15′ st Bonasera), Quintoni (1′ st Puglia), Famà, Sottile, Codagnone. Allenatore: Eugenio Lu Vito. A disposizione: Rotella, Brunetto, Aleo, Arigò.
Arbitro: Rosario Pavano di Enna
Assistenti: Marco Riccobene e Francesco Conti di Enna.
Ammoniti: La Magna (R), Pantano (CdT), Napoli (CdT), Emanuele (CdT) Puglia (CdT)