A2 – Giocare per il Team Scaletta è diventato un incubo, altro rinvio

Con riferimento alla emergenza sanitaria ed alle disposizioni finalizzate al contrasto della diffusione del Virus Covid-19, preso atto della comunicazione della TEAM SCALETTA pervenuta il 10 Novembre u.s., relativa alla positività di alcuni componenti del gruppo squadra, si dispone il rinvio a data da destinarsi della gara del Campionato Nazionale di Serie A2 Femminile”

Con questo comunicato N. 158 è stata rinviata la gara Polisportiva Five Bitonto – Team Scaletta in programma Domenica 15 Novembre 2020 valevole per la quinta giornata del campionato di Serie A2 di calcio a 5 femminile.

Una gara sola finora disputata dalla compagine jonica del Presidente Chiara Tafuri l’esordio storico in quel di Avellino contro il Futsal Irpinia (1-1) il risultato finale, un giorno particolare per il Team che per la prima volta metteva il piede in un campionato Nazionale, un sogno diventato realtà, un sogno che allo stesso tempo è diventato un incubo, dal rientro della trasferta campana è iniziato il calvario per le ragazze e lo staff tecnico risultate positive al Covid-19 alcuni giorni dopo.  Scatta il protocollo con la Società che invia prontamente la richiesta del rinvio delle gara successiva (Team Scaletta – New Cap 74 (Domenica 25 ottobre), la prima di una lunga serie, con quella di domani è la quarta partita rinviata.

Il Girone D quello in cui è inserito il Team Scaletta soltanto Molfetta e Woman Napoli hanno disputato tutte le sfide in calendario, la Sangiovannese addirittura non ha disputato nessuna gara. 

Una situazione particolare quella del Team Scaletta, rappresenta la Sicilia in ambito Nazionale,  non solo per la positività (ndr 18 in tutto le ragazze colpite dal Covid) ma a bloccare il loro ritorno in campo come ha dichiarato Chiara Tafuri è la “burocrazia”, ritardi nel conoscere l’esito, due tamponi effettuati, una serie di circostanze, crediamo che la sospensione agonistica sia ormai necessaria e la consideriamo l’opzione più responsabile.

Continuare un campionato, oggettivamente già falsato dal cospicuo numero di rinvii, ci lascia molto perplessi.  Da sportive non vediamo l’ora di poter tornare in campo – afferma Chiara Tafuri –  allenarci e vivere serenamente la nostra passione.”

di “M.M.”