B2/F: “Remuntada” Planet Pedara su Dea Volley, da 0-2 a 3-2

E’ bis di vittorie per la Planet Strano Light alla seconda di fila in casa. La gioia è stavolta arrivata, rispetto a 8 giorni fa, al tie break contro Op Natura Dea Volley Polistena, avanti per 2-0,  raggiunta e poi sorpassata nella seconda parte di match da una Planet battagliera e determinata, in campo decisamente con un’altra marcia dopo il doppio ko dei primi due set.

Sestetto di casa che parte confermando le stesse atlete del 3-1 su Teams Volley e che nel primo parziale piazza, col punto di Fiamma Giuffrida dalla seconda linea, un promettente 8-5 dopo un botta e risposta in avvio. Dall’altra parte rispondono Marika Costabile e Dimitrova che pongono le basi del sorpasso Dea Volley (9-10, 13-16) nonostante il rientro il momentaneo rientro in partita della Planet grazie a un diagonale di Giulia Miuccio (13-13). Sui titoli di coda, con le ospiti avanti di +5, sono vani i tentativi di rientrare in partita delle etnee ed al cambio campo il 21-25 premia la squadra reggina.

Dea Volley allunga due volte, prima +2 e poi a +4. In altrettante circostanze la Planet reagisce (9-9, 17-17) e un mani e fuori generato da Giuffrida (da questo set in staffetta con Giorgia Miceli in prima linea) rimette i conti in ordine e va anche in vantaggio quando sbaglia in attacco M.Costabile (28 punti). Ma poi si smarrisce su un muro vincente di Sasha Costabile e un lungo linea dell’omonima (19-22). Polistena decolla e si aggiudica anche questo set per 22-25.

Non c’è partita al terzo. Planet in costante +10, da segnalare un doppio ace di Giuffrida per il 25-11 e le padrone di casa tornano a sperare. E intanto Coach Francesco Andaloro decide per un cambio tra centrali, dentro Egle Solarino (all’esordio stagionale), fuori Veronica Silvestre.

Incredibile al quarto. Planet sull’8-3 in avvio (ace Leone) e 14-5 a seguire (muro Miuccio). Ma ad incidere sono alcuni errori in attacco che consentono a Dea Volley di recuperare 9 punti e resuscitare, perfezionando la mira delle cecchine e in particolare di S.Costabile (15-17). Sull’asse Valentina Leone-Chiara Paoli,  incisive a muro, la parità che persiste per una certa fase (21-21) sino a quando Solarino diventa insuperabile su Salvatore e S.Costabile sbaglia in pipe (23-21). Lucrezia Lombardo saetta da P4 e poi alza il muro su S.Costabile per il 25-21 che rimanda tutto al tie break.

Tie-break. Sempre Lombardo, con la giusta dose di potenza, si ripete per il deciso allungo (7-3) che si arrotonda per un’invasione di Cherepova e alla Planet non resta che amministrare al cambio campo. Ancora Solarino a muro per un ulteriore allungo (10-3), poi ace di Lombardo che chiude i conti al termine di un indiscutibile 15-5.

Classifica dopo 4 turni. Palmi batte Volley Valley nel testa-coda di giornata e vola a 10 punti. Dea Volley sale a quota 6 ma adesso tallonata dalla Planet a 5 che si conferma al terzo posto. Teams Volley a 3, ancora a secco V.Valley che sabato prossimo sarà proprio l’avversario della Planet alla Palestra Mascagni di Catania per l’ultimo turno d’andata (riposerà Palmi mentre l’altro match sarà Dea Volley-Teams V.). 

Lucrezia Lombardo

Post-gara con Lucrezia Lombardo (Planet): “La prestazione di sabato dimostra come si possono risolvere i problemi con la volontà e la determinazione, ovvero ciò che è mancato nei primi due set, come è nostro solito fare nell’approccio iniziale . Abbiamo ancora tanto da lavorare ma abbiamo fatto vedere che lo spirito di squadra, il sacrificio e la voglia di non mollare porta a risultati incredibili, come quello di vincere una partita che sembrava ormai a senso unico. Abbiamo ribaltato il risultato iniziando a sbagliare molto poco e diventando incisive nei momenti fondamentali, facendo “uscire il carattere” e dimostrando che una partita è vinta o persa soltanto quando è l’arbitro a fischiarne la fine. Ringrazio le mie compagne per averci creduto e il mio staff per averci incoraggiato fino all’ultimo. E’ la dimostrazione che nella pallavolo, come nella vita, nulla va dato per scontato, mai!”

Coach Francesco Andaloro

Coach mister Francesco Andaloro (Planet Pedara):Due partite in una. Brave le avversarie rispetto a noi nella prima, poi un cambio di sistema di gioco si è rivelato decisivo: un lavoro più corposo sulle parallele d’attacco e una battuta in diagonale tesa sulla loro S2. C’è stato solo un calo nel quarto set ma nel complesso in quel frangente avevamo in mano la partita”.

Il cambio Solarino-Silvestre, non il solo visti gli innesti di Miceli e per alcuni minuti di Daria Guardo e Selene Rapisarda. “Nel primo caso la scelta è stata dettata dall’esigenza di fare muro sulla centrale avversaria – prosegue il tecnico Planet -. In generale, è la dimostrazione che posso contare su valide alternative dalla panchina. L’obiettivo è di lavorare sulle giovani per portare tutte le atlete allo stesso livello così da ottenere il meglio grazie al loro impiego in campo”. 

Planet Strano Light – Op Natura Dea Volley Polistena 3-2
Set: 21-25, 22-25, 25-11, 25-21, 15-
Planet: Silvestre 1, Paoli 4, Giuffrida 17, Leone 12, Miuccio 15, Lombardo 12, Famoso (L). Solarino 2, Miceli, Guardo, Rapisarda. Ne Asero, Glorioso, Guastella. Allenatore: Andaloro.
Dea Volley: Cherepova 1, Salvatore 3, M.Costabile 28, S.Costabile 14, Prokopenko 6, Dimitrova 8, D’Elia (L1). Zumbo. Allenatore: Salvago.
Arbitri: Mazza e Morello

 di “Giuseppe Signorino”