A2 – Sconfitta amara per la Siac Messina (7-4) nel recupero con il Cataforio

Amara sconfitta esterna per la Siac Messina nel derby dello Stretto contro il Cataforio C5, che si è imposto per 7-4. Nel recupero del campionato di serie A2, i ragazzi allenati da Salvatore D’Urso hanno fornito per 30’ una brillante prestazione dal punto di vista del gioco espresso, limitata, però, nell’efficacia dalle troppe occasioni sprecate e da alcuni evitabili errori commessi in fase difensiva.

Inizio di match spumeggiante. Biancazzurri subito pericolosi con i tiri di Nanni Piccolo e Antonio Colavita, mentre, sull’altro fronte, Colavita intercetta sulla linea il pallonetto di Rech. Al 3’ Francesco Corrieri sblocca il punteggio al termine di un’insistita e pregevole incursione (0-1). Cinque minuti dopo, peloritani vicini al raddoppio: Gabriel Barbosa serve Antonino D’Angelo, che calcia alto da favorevole posizione. Lo stesso Barbosa impegna severamente Parisi, bravo nell’opporsi in tuffo alle conclusioni dalla distanza dell’ispirato brasiliano. Doppietta al 12’ di Corrieri, la cui “zampata” viene deviata in fondo al sacco da Andrea Labate. Dimezza lo svantaggio Modafferi (14’) con una staffilata di sinistro. Prima dell’intervallo, Cilione riequilibra la situazione di piatto.

Francesco Corrieri

In avvio di ripresa, ancora Corrieri manca una buona opportunità. Più precisa la puntata del capitano Nanni Piccolo, che riporta avanti la Siac (2-3). Parisi si oppone poi alle battute ravvicinate di Colavita e Piccolo. I reggini rispondono con il tentativo di Cilione, murato da Victor Torres Iborra. Pareggia i conti Andrea Labate (4’), che, su azione d’angolo, indirizza la sfera proprio sotto l’incrocio. Parisi è strepitoso al 6’ su Corrieri.  Incredibile errore di mira, invece, all’8’ di Colavita, tutto solo davanti al portiere.

Come puntualmente avviene, i gol falliti vengono pagati a caro prezzo; così Andrea Labate opera il sorpasso, sfruttando una trattenuta ai danni di Barbosa a metà campo, non ravvisata colpevolmente dagli arbitri, poi Cilione e Modafferi allungano cinicamente sul 6-3. Nel finale, Piccolo riduce le distanze con una spettacolare staffilata da fuori, ma la tripletta di Modafferi chiude la girandola di reti. 

Sabato 20 febbraio la Siac Messina tornerà in campo, ospitando, al “PalaRescifina” (inizio ore 17), l’Orsa Viggiano nella quinta giornata di ritorno. All’andata, successo dei lucani per 10-5.  

CATAFORIO C5-SIAC MESSINA 7-4 (2-2 p.t.)
Marcatori: 3’ e 12’ Corrieri; 14’, 15’ st e 18’ st Modafferi; 18’ e 11’ st Cilione; 2’ st e 17’ st Piccolo; 4’ st e 9’ st An. Labate;
Cataforio: Parisi, Adornato, An. Labate, Scopelliti, Cilione, Durante, Al. Labate, Rech, Modafferi, Torino, Sarica, Imbalzano. All. Quattrone.
Siac Messina: Torres Ibarra, Bruno, Aricò, Nicolosi, D’Angelo, Barbosa, Abdelbaky, Colavita, Giordano, Piccolo, Corrieri, Venuto. All. D’Urso.
Arbitri: Cozza di Cosenza e Cefalà di Lamezia Terme.

Risultati recuperi girone D di serie A2: Pirossigeno Città di Cosenza-Bernalda 4-7, FF Napoli-Regalbuto 2-1 e Cataforio C5-Siac Messina 7-4.  

Classifica: FF Napoli 42; Futsal Polistena 32; Regalbuto 25; New Taranto 22; Pirossigeno Città di Cosenza e Città di Melilli 20; Bernalda 19; Orsa Viggiano 17; Gear Piazza Armerina 12; Cataforio e Bovalino 8; Siac Messina 3. 

Prossimo turno: Futsal Polistena-Città di Melilli; New Taranto-Bernalda; Regalbuto-Bovalino; Pirossigeno Città di Cosenza-Cataforio; FF Napoli-Gear Piazza Armerina rinv.; Siac Messina-Orsa Viggiano.