Il fatto non sussiste: Pippo Sidoti assolto dal Tribunale di Patti

La giustizia ha fatto il suo corso: Pippo Sidoti è stato assolto perché il fatto non sussiste. L’attuale direttore tecnico della Basket School Messina era stato accusato di rissa per i fatti accaduti alla fine del derby disputato il 4 aprile 2018 al PalaSerranò tra Basket Patti e Basket Barcellona. Insieme a lui erano stati condannati anche l’ex presidente del club barcellonese Immacolato Bonina e Rosario Miano, anche loro assolti dal giudice monocratico del tribunale di Patti, Giuseppe Turrisi, sempre con la stessa motivazione. 

Sono passati circa due anni e mezzo, ma alla fine il coach pattese esce da un incubo iniziato il 2 luglio 2018 con l’emissione del Daspo da parte del Questore di Messina, provvedimento che in prima veniva sospeso dal TAR di Catania e poi rigettato dal momento in cui gli veniva notificato il decreto di condanna penale per rissa.

Il Pm aveva chiesto un’ammenda di 500 euro per Bonina e Miano e di 300 euro per Sidoti. Il giudice invece ha disposto in sentenza l’assoluzione perché il fatto non sussiste. Sidoti è stato difeso dall’avvocato Luciano Coppolino.

Il provvedimento non gli ha consentito di accedere nei palazzetti durante gli eventi sportivi. Conclusa positivamente la vicenda giudiziaria, a coach Sidoti non resta che presentare un nuovo ricorso al Tar per cancellare il Daspo, notificando ai giudici amministrativi la sentenza di assoluzione emessa in data 26 febbraio 2020 dal Tribunale di Patti.

La Basket School Messina, che in questo difficile periodo è sempre stata vicina a Pippo Sidoti, confida in una rapida risoluzione della vicenda, nella speranza di riavere al più presto in panchina il proprio capo allenatore.