Cade la Jonica a Siracusa (1-0), Gallardo sbaglia il rigore del possibile pareggio

Tanto rammarico in casa della Jonica Fc, per l’occasione di strappare un risultato positivo sul difficile campo del Siracusa, l’occasione sui piedi di Max Gallardo, quando mancava un minuto al triplice fischio finale, l’argentino dagli undici metri fallisce l’opportunità del pareggio, traiettoria angolata ma debole che permettere al portiere locale Busà di salvare il risultato.  Massima punizione concessa per fallo sul neo entrato Santiagio Torres incappato nella morsa della coppia difensiva Giordano-Palmisano (già ammonito, prende la via degli spogliatoi).  Il Siracusa si era portato in vantaggio al 15’ con un’invenzione di Lele Catania che pone un pallone perfetto per il colpo di testa di Peppe Grasso.

Il portiere aretuseo, è stato protagonista non solo nell’occasione del calcio di rigore, nella determinazione degli ospiti nella ripresa si è opposto alle conclusioni di Portovenero, Torres e Ortiz.

Una vittoria sudata per il Siracusa contro una Jonica arrivata al De Simone con una rosa decimata (esordio dal primo minuto dell’ultimo arrivato il difensore Hundt e del giovane Pappalardo), i ragazzi di Ignoffo partono subito forte, collezionano una serie di calci d’angolo, si rendono pericolosi al 5’: Lele Catania penetra dalla sinistra mette al centro per la conclusione di Genovese che si vede respinta la sfera sulla linea da un difensore santateresino. La Jonica ben disposta in campo tiene testa ai padroni di casa, andando alla conclusione prima con Gallardo, poi con il giovane Esposito. La gara, dopo il gol del Siracusa si gioca sull’equilibrio tattico.

fase della gara – foto Martina Visicale

Nella ripresa, si vede un’altra Jonica decisa a ristabilire la parità, il pressing giallorosso costringe i padroni di casa ad arretrare il proprio baricentro, mister Enzo Filoramo non lascia nulla al caso, al 60’ manda in campo l’altro arrivo dell’ultima ora Lionel La Place che si fa subito vedere in una conclusione che impegna Busà e l’argentino Santiago Torres nel finale si procura il calcio di rigore, fallito da Gallardo.

Al 64’ il Siracusa sfiora il raddoppio: grande ripartenza di Abou Sibide una grande sgroppata che prende in contropiede gli ospiti, conclusione di sinistro dal limite con il pallone che finisce fuori di un soffio.  Nel finale di gara, altro innesto di esperienza in campo, Samuel Portovenero (un altro acquisto dell’ultima ora), al posto di Smiroldo (ottima la sua prova). Mister Filoramo utilizza tutti i cambi possibili, in campo anche i giovani Alessandro Garigali e Marco Branca al posto di Interdonato e Ortiz.

Una gara decisa da due episodi che abbiamo descritto, una per parte, ad inizio del primo tempo con il vantaggio del Siracusa, grazie al colpo vincente di Peppe Grasso e nel finale della ripresa l’occasione sprecata dagli undici metri da Gallardo.

Mister Filoramo – foto Martina Visicale

Ne finale il Siracusa rimane in nove uomini: al 89’ Luca Palmisano (secondo giallo) fallo su Torres e al 91’ parapiglia in area di rigore, l’arbitro ravvisa un’infrazione di Carmine Giordano conseguente cartellino rosso.

La Jonica nonostante le numerose assenze, si è dimostrata una formazione tosta e determinata che fa ben sperare per il proseguo di “questo campionato” targato Covid-19, soprattutto dopo la prova in quel di Siracusa c’è la consapevolezza delle proprie forze, ad iniziare dalla prossima gara casalinga sul nuovo campo sintetico di Bucalo contro l’Aci S. Antonio. Il Siracusa, dal canto suo, mette in cassaforte una vittoria sofferta, rimane in scia della capolista Giarre.

Siracusa   – Jonica Fc    1-0
Marcatore: 15’ Grasso.
Siracusa: Busà, Buzzo, Giordano, Palmisano, Battimili (70’ Selvaggio), Alfieri, Sidibe, Genovese (60’ La Delfa), Catania, Grasso (92’ Jaiteh) Abate (70’ Graziano). All. Ignoffo.
Jonica Fc: Romano, Interdonato (65’ Garigali), Esposito, Herasymenko, Hundt, Pappalardo (60’ La Place), Gallardo, Smiroldo (80’ Portovenero), Ortiz (75’ Branca), Tabarez, La Forgia (60’ Torres). All. Enzo Filoramo.
Arbitro: Pierpaolo Longo di Catania. Assistenti: Giuseppe Saracino di Ragusa e Gaetano Florio di Agrigento
Espulsi: 89’ Palmisano e 91’ Giordano