Doppietta di Lodi e Arena, l’Fc Messina brinda (3-1) con il Biancavilla

Doppio Lodi ed Arena per brindare, ma il Biancavilla (spreca un calcio di rigore) non sfigura, in rete con Porcaro.  Rimane invariata la distanza dalla vetta (-7) dai cugini dell’Acr Messina con i ragazzi di  Costantino con una gara da recuperare contro il Roccella. Tre goal che valgono tre punti pesanti. Il Football Club Messina chiude una settimana ricca di impegni con la netta vittoria contro il Biancavilla tra le mura del “Franco Scoglio”. La doppietta di Lodi e l’acuto di Arena concretizzano una gara nella quale i giallorossi creano e sprecano diverse occasioni da rete. 

Prepartita: Mister Costantino non snatura il suo modulo anche se cambia alcuni interpreti. La sorpresa di giornata è rappresentata dall’esordio assoluto di Cristian Cangemi che si prende la fascia di destra. Da un classe 2002 ad un 2000, Alessandro Arena viene schierato nel ruolo di mezz’ala tutto campo mentre Coria innesca Carbonaro e Piccioni. Al centro della difesa riprende il suo posto da titolare Matteo Fissore.

Primo Tempo: Inizio ad alto ritmo per i padroni di casa che vanno al tiro con Agnelli dopo 6 minuti. Sotto una pioggia incessante, al 10′ Genovese respinge il tiro dalla distanza di Coria. Il pallone termina sui piedi di Arena che dribla due avversari e viene steso: per l’arbitro è calcio di rigore. Dagli undici metri Lodi non sbaglia.

Passano cinque minuti ed il Biancavilla pareggia: angolo di Ancione e deviazione vincente di Porcaro. La gara è accessa ed al 20′ il Football Club Messina torna in vantaggio: Lodi disegna una parabola perfetta per Arena che controlla e trova il tocco vincente. Il funambolico classe 2000, al 31′, imbecca per Piccioni ma l’attaccante arriva leggermente in ritardo sull’uscita di Genovese.

Il Biancavilla si fa rivedere al 34′ con l’acrobazia di Lucarelli respinta da Marone. L’estremo difensore giallorosso è ancora bravissimo ad opporsi alla botta di Khoris al 42′. Nel finale di prima frazione, calcio di rigore assegnato agli ospiti per presunto fallo di mano di Piccioni. Dal dischetto, però, Khoris calcia sul palo esterno.

Paolo Carbonaro

Secondo Tempo: Ripartenza shock dopo quattro minuti: palla per Carbonaro che prova il destro a giro e colpisce l’incrocio dei pali, sulla ribattuta Coria ci prova a colpo sicuro ma Genovese è miracoloso. L’azione, però, non è finita ed Arena serve Piccioni che insacca di testa: il guardalinee annulla per fuorigioco. Due minuti dopo contropiede dei giallorossi concluso con il tiro sbilenco di Arena.

Al 14′ il Biancavilla va vicino al pareggio: pallone che attraversa l’area di rigore e finisce ad Aprile che ci prova a botta sicura ma Agnelli salva in angolo. Si fa male Coria sostituito da Palma e, al 20′, Piccioni sfiora il tris in mezza rovesciata che termina di poco a lato. Un minuto dopo altro legno colpito dal FC Messina con Palma, servito da Carbonaro, che colpisce una traversa piena. Gli errori proseguono al 27′ con il filtrante di Lodi per Piccioni che si fa respingere il tocco sotto e Carbonaro manda a lato a porta completamente sguarnita. I giallorossi controllano il gioco ed al 41′ trovano la rete con Lodi ma ancora una volta viene tutto annullato dal guardalinee per fuorigioco. Al termine dei cinque minuti di recupero, Bevis serve Lodi che calcia di prima e trova il 3-1 complice una deviazione di Porcaro.

FC MESSINA-BIANCAVILLA 3-1
Marcatori: 10′ (rig.) Lodi, 15′ Porcaro (B), 20′ Arena, 50′ st Lodi
Fc Messina: Marone, Marchetti D., Carbonaro (44′ st Da Silva), Coria (16′ st Palma), Agnelli, Lodi, Fissore, Ricossa, Arena (23′ st Casella), Piccioni (39′ st Bevis), Cangemi (23′ st Bianco). A disp.: Monti, Marchetti A., Casella, Giuffrida, Bianco, Mukiele. All.: Costantino
Biancavilla: Genovese, Mazzeo, Aprile (32′ st Rabbeni), Ferrante, Leonardi, Maimone, Lucarelli, Porcaro, Mollica (38′ st Santapaola), Ancione, Khoris. A disp.: Amata, Asero, Barcio, Castiglia, Lo Iacono, Panza, Leotta. All.: Pidatella (squalificato) / Catania
Arbitro: Agostoni di Milano. Assistenti: Schirinzi di Casarano e Carbone di Aosta
Ammoniti: Piccioni (Fc), Ferrante (B), Lucarelli (B), Leonardi (B), Bianco (Fc)