Il Giarre in rimonta a Palazzolo, la Jonica cede all’Igea Virtus, Aci S. Antonio e Mascalucia sorridono

Nel turno infrasettimanale si è giocata la 14^ Giornata, penultima del Girone di andata del campionato di Eccellenza Girone B. Una turno che non ha riservato sorprese, anche se la capolista Giarre ha dovuto sudare più del previsto per superare un tenace Palazzolo in vantaggio (2-1) poi cade sotto i colpi della formazione di mister Cacciola (4-2). Vince l’Aci S. Antonio (4-1) con l’Atletico Catania, poker dell’Igea Virtus (4-0) alla Jonica, si aggiudica il derby il Carlentini (3-1) sulla Virtus Ispica, sorride il Mascalucia S. Pio X (2-0) all’Acicatena.

Un turno, quando mancano 90 minuti alla fine, poi scatterà la seconda fase che prevede il play-off promozione (le prime otto accederanno alla fase successiva), si possono considerare qualificati Giarre, Siracusa, Igea, Aci S. Antonio e Ragusa, mentre per gli altri tre posti bisogna aspettare Domenica prossima.

La giornata di ieri ha visto la capolista Giarre impegnata sul campo del Palazzolo, dopo 12’ si porta in vantaggio con un gol di Charlie Famà ben servito da Concialdi è supera in uscita il portiere Martinenz.  I padroni di casa pareggiano al 19’ con un preciso diagonale di Diallo.  Al 32’ arriva il sorpasso: protagonista Diallo con finalizzazione finale di Magro. Il pareggio giarrese arriva al 65’ con un tiro dal limite di Baglione. Il gol del sorpasso giarrese arriva a quatto minuti dalla fine con un colpo di testa di Benny Iraci su passaggio di Cocimano. Chiude la gara nel recupero Cocimano.

Una vittoria che porta il Giarre a quota 34 punti, mentre rimane al secondo posto il Siracusa (27), ieri ha osservato il turno di riposo, si conferma al terzo posto l’Igea Virtus che ha superato 4-0 la Jonica crollata solo nel finale di gara. Allo stadio d’Alcontres apre le marcature al 10’ con un’azione di Antonio Isgrò che finalizza in rete un diagonale che supera il giovane portiere Bartolotta.  Pochi minuti prima i giallorossi barcellonesi avevano colpito la traversa con Assenzio.  Il raddoppio arriva al 73’ con un tiro da fuori di Assenzio, due minuti più tardi arriva il tris di Isgrò servito da Carrello. Il poker arriva all’83 che porta la firma di Carrello.

Vince l’Aci S. Antonio con un Sangiorgio che illumina e Giannula segna (15 le reti stagionali) contro l’Atletico Catania. La gara si sblocca al 10’ su calcio d’angolo di D’Emanuele colpo di testa vincente di Catania. Al 35’ arriva il raddoppio: lancio di Sangiorgio per D’Emanuele perfetto tocco felpato a scavalcare il portiere.  Prima dell’intervallo Sangiorgio lancia Giannaula per il 3-0. Ad inizio ripresa su calcio di punizione accorcia le distanze l’Atletico con Cannone (3-1), nel finale arriva la quaterna con un tiro da fuori dell’attaccante Giannaula.

Sorride finalmente il Mascalucia S. Pio X che supera 2-0 nel derby etneo l’Acicatena: il gol del vantaggio arriva al 34’ sugli sviluppi di un corner di Simone Giuffrida arriva il colpo di testa vincente di Lo Presti. In pieno recupero arriva il raddoppio su una ripartenza di S. Giuffrida che fa proseguire Lo Presti in area evita l’uscita di Fiduccia, sulla linea salva un difensore, la palla viene raccolta da Valenti che mette dentro.

Il Carlentini fa bottino pieno grazie ad uno scatenato Saccullo contro la Virtus Ispica in gol al 15’ e alla mezz’ora, ritornano in gara gli ospiti con Tiralongo abile a sfruttare un’indecisione della difesa.  Al 53’arriva il gol della sicurezza con Simone Caruso che raccoglie una respinta della difesa.

Hanno riposato Enna, Ragusa e Siracusa.