Vittorio Tamà, il DS del Casalvecchio Siculo “corteggiato” da diverse Società di Promozione e Eccellenza

Vittorio Tamà, il vulcanico Direttore Sportivo del Casalvecchio Siculo “corteggiato” da diverse Società di Promozione e di Eccellenza per la prossima stagione sportiva 2021-22.  Non è passato inosservato il suo lavoro svolto in questi anni nella Società del Casalvecchio Siculo del Presidente Cosimo Cicala che è passata in poche stagioni dalla Terza alla Prima Categoria, con Vittorio Tamà assoluto protagonista nel costruire una squadra con veri colpi di mercato, diciamo abile a selezionare giocatori con l’anima e con lo spirito casalvetino.

Altra sua dote credere e rivalutare i giocatori, fra i suoi colpi: Ivan Briguglio, Francesco Maggioloti, Nico Rovito, Marco Lombardo, Onofrio Smiroldo, Giancarlo Di Bartolo, Carmelo Miceli, Marvin Costa solo per citare alcuni nomi, soprattutto creare “una famiglia” l’arma vincente del fenomeno Casalvecchio.

Alla nostra domanda se è vero del corteggiamento di queste settimane di Società di categoria superiore, il vulcanico Direttore Sportivo ci ha risposto con un sorriso, con un’espressione piena di soddisfazione che ci ha fatto capire del tanto interesse verso la sua persona che di riflesso rispecchia il fenomeno “Casalvecchio Siculo” una creatura coccolata in questi anni  insieme ad altri amici oltre al Presidente Cosimo Cicala, i dirigenti Paolo Spadaro e Salvatore Cisto, per non parlare del legame con il mister Alessandro Moschella, infine l’attaccamento alla maglia da parte dei giocatori,  il rapporto con il tifosi, tutti elementi che peseranno nel prendere una decisione di avventurarsi in un’altra esperienza, di portare il suo bagaglio di Direttore Sportivo di questi anni, in una Società di categoria superiore,  sulle sue tracce con insistenza la Jonica Fc (compagine di Eccellenza), ma non solo, alla fine Vittorio Tamà cederà alle lusinghe di Società blasonate?

Però dal suo sorriso è scappata una parola molto significativa “devo portare a compimento l’obiettivo che mi sono proposto sin dal primo giorno del mio mandato da Direttore Sportivo”. Ecco la risposta alla nostra domanda che ci fa capire che lui continuerà a inseguire il suo sogno con i colori giallorossi del Casalvecchio Siculo.

 Vittorio Tamà, e’ arrivato nel mondo del calcio con il puro senso del divertimento, spinto dall’amicizia che lo legava ad un gruppo di appassionati del “pallone”, fare parte di una grande “famiglia” come quella del Casalvecchio Siculo, lo ha spinto a buttarsi nella mischia cercando di dare il proprio contributo ad un progetto calcistico che ha portato sin dalla sua nascita grande interesse ed entusiasmo ad un’intera comunità. Un interesse che ha varcato anche gli orizzonti prettamente comunali, merito di una Società, di una classe dirigente, di uno staff tecnico, di un gruppo di giocatori, con la ciliegina sulla torta da fare invidia a tante piazze calcistiche del calcio dilettantistico, ovvero “The Warrios” i super tifosi il “dodicesimo uomo in campo”.

Il suo ruolo in questi anni è stato quello di Direttore Sportivo, ma la sua sagacia, la sua determinazione, la sua mentalità vincente, il suo modo di vedere il calcio, ma soprattutto realizzare un progetto, possiamo dire il suo “pallino” nella sua mente un’idea fissa sin dai tempi quando il suo “Casalvecchio” calpestava i campi della Terza Categoria, dove tutti pensavano sarà la “meteora” di una stagione.

Il suo pallino? Portare in Casalvecchio a disputare il campionato di Promozione, visti i risultati è sulla retta via, l’Asd Casalvecchio Siculo la prossima stagione disputerà il suo terzo campionato di Prima Categoria partendo dal quel gruppo che in questi anni ha fatto “impazzire” i casalvetini con l’ambizione di realizzare il “sogno” del suo Direttore Sportivo, alias Vittorio Tamà.

 di “Mimmo Muscolino”