Massimo Giacoppo “Atleta dell’Anno” UNVS. Tanti gli atleti messinesi premiati a Palazzo Zanca

Pioggia di premi e forti emozioni per tutti all’evento “Atleta dell’Anno UNVS”. L’importante manifestazione organizzata dall’Unione Nazionale Veterani dello Sport, battesimo ufficiale per la sezione messinese “Anna Rita Sidoti” presieduta da Andrea Argento, si è svolta  (lunedì 27 settembre) nel “Salone delle Bandiere” del Comune di Messina.

Una location servita a dare ulteriore lustro all’appuntamento che ha visto tra i premiati tanti nomi di spicco dello sport messinese. Erano presenti l’Assessore allo Sport Francesco Gallo, il Presidente della Commissione Sport Pietro La Tona, il Delegato CIP e fiduciario CONI Messina Francesco Giorgio. Per l’UNVS graditi ospiti il Vicepresidente Nazionale Domenico Postorino, il Consigliere Nazionale Filippo Muscio e il Delegato Regionale per la Sicilia Francesco Gaeta. Sono intervenuti anche il fiduciario CONI Augusta Nuccio Solano e il Delegato CONI Siracusa Gaetano Caserta.

In apertura il riconoscimento più ambito. Massimo Giacoppo è stato il primo sportivo messinese in assoluto a ricevere il premio di “Atleta dell’Anno” dall’UNVS e a poter iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione. Il pallanuotista peloritano, 38 anni, cresciuto nella Polisportiva Messina, vincitore di 7 scudetti e 4 Coppe Campioni alla Pro Recco e della medaglia d’argento con il Settebello alle Olimpiadi di Londra 2012, è stato nelle ultime cinque stagioni capitano e simbolo dell’Ortigia. Il suo ciclo a Siracusa si è concluso dopo aver raggiunto l’apice con la partecipazione alla fase a gironi élite della Champions League di pallanuoto, traguardo storico per una formazione siciliana.

Nel corso della kermesse è avvenuta la presentazione dei due nuovi e prestigiosi Soci Testimonial per l’UNVS: Antonio Trio e Carolina Costa. Grandi applausi per l’atleta milazzese, campione italiano di salto in lungo indoor, con il sogno di qualificarsi ai Giochi di Parigi 2024, e per la judoka messinese ipovedente, che ha conquistato uno splendido bronzo alle scorse Paralimpiadi di Tokyo nella categoria +70 kg.

Tra i “Giovani Veterani” che si sono particolarmente distinti nelle proprie discipline sono stati premiati per gli importanti risultati ottenuti Oscar Cannavò (atletica leggera), Francesco Lima (calcio), Gabriel Tracuzzi (football americano), Luciano Passari (pallavolo) e Gianmarco Grifò (nuoto). E poi il tennista Giorgio Tabacco, tesserato per il Ct Vela Messina in Serie A1 e attualmente a Vicenza dove svolge gli allenamenti, e la pallanuotista Marta Misiti, ingaggiata dalla SIS Roma in Serie A1 dopo aver vinto i titoli Under 20 e 18 con l’Ekipe Orizzonte Catania, che hanno inviato i loro videomessaggi di ringraziamento, con i genitori presenti a Palazzo Zanca a ritirare i rispettivi riconoscimenti.

Sono stati premiati come “Veterani Paralimpici” Marcello Cirisano, il quale ha recentemente preso parte con la Nazionale Italiana di Calcio Amputati ai Campionati Europei in Polonia, ottenendo la qualificazione ai Mondiali in Turchia, e Vincenzo Cento nel tiro con l’arco sordi, accompagnato dall’interprete LIS Katia Cento.

Il premio “Arbitro Veterano” è andato, infine, a Sebastiano Rizzotto (pallavolo). A introdurre i premiati sono stati i referenti di ciascuna disciplina: Nicola Germanà, Giacinto Santoro, Giuseppe Locandro, Giusy Morsicato, Pietro La Spada, Giovanni Rodilosso, Francesco Imbesi, Alfonso Massimino, Emanuele Garufi e Massimo Marchello.

Bilancio certamente positivo per il presidente della sezione UNVS “Anna Rita Sidoti” di Messina, Andrea Argento: <<Siamo orgogliosi di aver dato vita a questo evento che diventerà un appuntamento fisso per gli sportivi messinesi. Consegnare il premio ad un campione come Massimo Giacoppo ed aver registrato la partecipazione di atleti del calibro di Antonio Trio e Carolina Costa rende l’idea del prestigio e della rilevanza dell’evento. Ci tenevamo particolarmente a dare il giusto merito e mettere in risalto le prestazioni delle nostre giovani promesse dello sport, degli atleti paralimpici e dare attenzione al mondo arbitrale. Ci siamo riusciti e ringrazio il Direttivo Unvs di Messina e tutti i nostri Referenti delle discipline sportive. Senza di loro non avremmo realizzato tutto questo>>.